NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    Ci sono malattie che non si possono curare.

    Condividi
    avatar
    laquo

    Messaggi : 156
    Data d'iscrizione : 16.01.11
    Età : 47
    Località : Napoli

    Ci sono malattie che non si possono curare.

    Messaggio Da laquo il Lun Feb 07 2011, 17:16

    Io spero che si trovi una cura,

    ma per il momento auspico un "palliativo" che sia però di grande recupero per il malato.

    Connettere direttamente il cervello in rete e farlo interagire a livello neuronale, mentre del corpo si occuperanno macchine di recupero specifiche.

    Cosa significa?

    Che ad esempio un soggetto chiuso in un polmone artificiale potrà avere una realtà virtuale in cui muoversi e spaziare, se connessa, anche con altri utenti umani. A dargli sensazioni reali deve essere la scienza, che stimolerà direttamente i suoi recettori cerebrali primari e secondari, ovviamente il tutto con l'ausilio di un computer molto potente.

    Lo stesso vale per altri malati impossibilitati a muoversi;

    non è un rifugio in cui chiudersi, l'uso di questa eventuale tecnologia deve essere limitato solo ai malati.

    Finché non si trova una cura per la malattia che faccia interagire il malato con il mondo reale in maniera soddisfacente.


    Post Scriptum
    Sono necessari anche forti inibitori del dolore, come può accadere che serva in un malato terminale di cancro.
    avatar
    VeroVeve

    Messaggi : 63
    Data d'iscrizione : 14.01.11
    Età : 28

    Re: Ci sono malattie che non si possono curare.

    Messaggio Da VeroVeve il Mar Feb 08 2011, 20:59

    Cavolo....non sapevo nemmeno che potesse esistere una cosa del genere....Anche se io personalmente, preferirei morire che vivere in questa maniera, poi ognuno la pensa a modo suo....

      La data/ora di oggi è Mar Nov 20 2018, 20:57