NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    Principio antropico debole e forte

    Condividi

    Sessio

    Messaggi : 56
    Data d'iscrizione : 21.03.11

    Re: Principio antropico debole e forte

    Messaggio Da Sessio il Dom Mar 27 2011, 19:59

    zyg ha scritto:La nostra mente ci porta spesso a vedere cose che non esistono, errori percettivi, e fallacie logiche, le neuroscienze stanno indagando sulle percezioni falsate delle illusioni ottiche guarda queste bellissime spirali
    http://www.illuweb.it/spirali/spirali1.htm
    inesistenti Smile potrai saperlo quanto vuoi che son cerchi continuerai a vedere spirali, puoi seguire col dito e avere la prova empirica che non lo sono, così il finalismo, finchè una prova empirica non ce ne darà certezza bisognerà evitare di darlo per esistente
    sulle teorie della mente idem, non esiste ancora una dimostrazione scientifica, e allorale ipotesi filosofiche si sprecano, tante teorie in attesa di conferme o confutazioni, io sono per quella dell'identità tra mente e cervello
    Ah, le illusione ottiche, che argomento interessante hai tirato fuori! Solo che nelle illusioni ottiche ci vedo ben altro. Il termine "illusioni" secondo me non esprime adeguatamente il significato di queste percezioni. Il fatto che il cervello abbia illusioni ottiche infatti non dimostra che la mente (o il cervello, per chi non è dualista) vede di meno, ma che vede di più! E ti spiego in che senso affermo questo: quando la mente produce illusioni ottiche dimostra che la mente non tende a vedere gli oggetti, ma qualcosa di più complesso: tende a vedere le relazioni tra gli oggetti. Il fatto che i cerchi concentrici sembrino spirali è perchè la mente cerca percezioni complesse, cerca di comporre le sue percezioni per formare nuove percezioni, quindi quello che potrebbe sembrare un "mancare il bersaglio", in realtà è un centrarlo meglio, perchè il bersaglio della mente intelligente non è catturare sensazioni, ma crearne nuove e più complesse a partire da sensazioni semplici.
    Direi che le illusioni ottiche sono percezioni raffinate, colgono aspetti che vanno al di là dell'informazione esplicita delle immagini, quindi la vedo dal punto di vista inverso.
    Le teorie filosofiche si sprecano, non c'è problema. La mente è come un terreno fertile, e è utile coltivare più semi possibili, prima o poi il raccolto arriverà.
    avatar
    zyg

    Messaggi : 171
    Data d'iscrizione : 29.12.10

    Re: Principio antropico debole e forte

    Messaggio Da zyg il Lun Mar 28 2011, 11:49

    Ormai è diventato un classico, parlo di qualcosa e immediatamente mi capita di incrociarlo su qualche libro che sto leggendo. Ora mi capita di star leggendo propri del dualismo nel libro Human di Gazzaniga. O meglio del perché anche chi come me non è dualista pensa in termini dualisti, vedendo nella persona non il suo essre un insieme di cellule e processi biochimici, la sua "personalità". Non vedol'ora di arrivare fino in fondo al capitolo.
    Le illusioni come dici tu sono evidentemente una visione allargata della realtà perché vediamo le cose nell'insieme in relazione tra loro, ma ciò non significa affatto che le vediamo per quello che sono. La cassica illusione di due palline tra due rette inclinate

    che ce ne fa sembrare una più piccola è un errore percettivo, perché sono identiche in realtà. C'è certamente una funzione utile in questo, frutto certamente dell'evoluzione, ma io credo l'illusione ne sia un suo effetto collaterale

      La data/ora di oggi è Mer Mag 23 2018, 06:33