NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Condividi
    avatar
    admin
    Admin

    Messaggi : 191
    Data d'iscrizione : 16.12.10
    Età : 62
    Località : catania

    La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da admin il Gio Apr 14 2011, 17:39

    Le scritture cattoliche ufficiali che ci parlano della figura Cristica e dei suoi insegnamenti, hanno insite per loro natura e finalità , una forte impronta di proselitismo espansionistico e pertanto esaltano in sommo grado , Gesù quale unico Maestro dell'Amore universale e come indispensabile cammino di santità per giungere allo stadio spirituale dell'uomo .Ma non dobbiamo dimenticare , l'ambiente, la civiltà ,le situazioni , le condizioni storiche e le genti a cui tale giustificabile e imperioso appello si rivolgeva . Ma noi OGGI , in una società globale e multiculturale , credo che per evitare di fare un inutile e fazioso proselitismo bigotto , dovremmo finalmente ammettere che Gesù , ebbe dall'ONNIPOTENTE ,una missione e un mandato specifico , in una precisa età storica e in un preciso luogo della terra , mentre per altre civiltà e altri luoghi il Supremo ha manifestato secondo la Sua irragiungibile e onnisciente Sapienza e Saggezza ,altri Maestri e Profeti , che hanno elargito una determinata quantità della infinita conoscenza della Realtà , in accordo con le relative necessità dei tempi.
    Ma tutte le vere religioni esistenti se osserviamo accuratamente e con equità essenzialmente , mettono l'amore come ibiettivo principale universale ed assoluto nella loro causa , ed insegnamento ,mentre tutto il resto è proselitismo è , eccesso di zelo ,è fugace conoscenza contingente e relativa e a volte è perrsino cecità e incapacità di vera comprensione, spesso aggiunto dagli uomini e dalle chiese.
    A testimonianza lampante di quanto sopradetto , mi pregio di riportare alcuni brani della bibbia :

    Quand'anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non ho amore, divenuto un bronzo risonante o uno squillante cembalo. E se anche avessi il dono di profezia, intendessi tutti i misteri e tutta la scienza e avessi tutta la fede da trasportare i monti, ma non ho amore, non sono nulla. E se spendessi tutte le mie facoltà per nutrire i poveri e dessi il mio corpo per essere arso, ma non ho amore, tutto questo niente mi giova. L'amore è pasiente, è benigno; l'amore non invidia, non si mette in mostra, non si gonfia, non si comporta in modo indecoroso, non cerca le cose proprie, non si irrita, non sospetta il male; non si rallegra dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità, tollera ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa. L'amore non viene mai meno; ma le profezie saranno abolite, le lingue cesseranno e la conoscenza sarà abolita, perchè conosciamo in parte e profetiziamo in parte. Ma quando sarà venuta la perfezione, allora quello che è solo parziale sarà abolito:( ICorinzi 13:1-10)


    33Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna? 34Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li
    perseguiterete di città in città;

    (Cristianesimo, Vangeli cattolici)

    23Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima della menta, dell'anèto e del cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste cose bisognava praticare, senza
    omettere quelle. 24Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello!
    25Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto mentre all'interno sono pieni di rapina e d'intemperanza. 26Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi netto!
    27Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. 28Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità.

    (Cristianesimo, Vangeli cattolici)

    13Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci 14.
    15Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi.

    (Cristianesimo, Vangeli cattolici)



    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da io_Pasquino il Ven Apr 15 2011, 20:06

    Vede, secondo il mio modestissimo personale punto di vista: non é il Cattolicesimo in SE ad essere messo in Discussione Storica, cioé non Solo, ma lo é tutta la "Pappardella" Religiosa del Cristianesimo di "Contorno" da cui ha ereditato la nascita ... che non é storicamente Rapportabile al solo Fatto della Presunta Venuta di un "Cristo" in terra e la consequente cattolica espansione di questo credo ... ma addirittura dai vecchi Patriarchi Ebraici che l'Hanno ispirata.

    Si tenga Innanzitutto presente che il genocidio è l’insegnamento di fondo della bibbia cristiana (che porterà alla nascita dei campi di stermino nazisti e ai vari massacri come nel Ruanda).

    Proviamo infatti a leggerne un passo EDIFICANTE ED AMOREVOLE del BIBLICO Dio Yahvé, il "Genio" di Israele:

    "Appena divenuto re, si assise sul trono e sterminò tutto il casato di Baasa, senza lasciare in vita neppure un maschio, sia fra i parenti che tra gli amici. Così Zimri distrusse tutta la famiglia di Baasa, secondo la sentenza che il Signore aveva pronunciato contro di quella per bocca del profeta Jeu. Ciò avvenne a causa di tutte le colpe di Baasa e di Ela, suo figlio, i quali peccarono e trascinarono nelle stesse colpe il popolo provocando ad ira, coi loro vani idoli, il Signore, Dio d’Israele. Il resto degli atti di Ela e tutto quello che egli fece, è scritto nel Libro degli annali dei re d’Israele."
    Ela re d’Israele, I Re 16, 11-14

    Questo Edificante concetto di guerra, prima dell’avvento dell’ebraismo e del cristianesimo poi, non si è MAI visto sulla faccia della terra.
    (Peggio della Mafia Siciliana, di quella Cinese, e di quella Russa, della Ndrancheta Calabrese, della Camorra napoletana e di Hitler tutti messi insieme)

    E ... Ancora:

    "Così dice il Signore degli eserciti: ecco che il castigo passa da una nazione all’altra e un grande uragano si scatena dalle estremità della terra: essi non saranno né pianti, né raccolti, né sepolti, ma rimarranno sul suolo come concime! Urlate, pastori, gridate, rotolatevi nella polvere, capi del gregge, poiché è giunto il giorno del vostro massacro, e voi cadrete come arieti prescelti. Non vi sarà più un rifugio per i pastori, non vi sarà più salvezza per i capi del gregge. Ascoltate le grida dei pastori, l’urlo dei capi del gregge, poiché il Signore devasta i loro pascoli. I campi tranquilli sono desolati davanti all’ardente ira del Signore. Il leone ha lasciato la sua dimora, la loro terra è mutata in deserto davanti alla spada devastatrice e al furore dell’ira di Dio."
    (Geremia: vattela a Pesca .... non me lo ricordo il versetto ...)

    E la follia di Geremia va di pari passo al desiderio di genocidio di Isaia:

    "Quanti saranno trovati saranno trucidati, e chi sarà preso perirà di spada. I loro bambini saranno sfracellati sotto i loro occhi, le loro case saccheggiate, le loro donne violentate."
    Isaia 13, 15-16

    Lo scopo principale dei cristiani era il genocidio per il genocidio.

    Non è difficile capire che lo scopo dei massacri dei Cristiani-Ebrei in quella che era chiamata "guerra giudaica" che si concluse con la distruzione di Gerusalemme attorno al 70 d.c. era quello di imporre il loro DIO, macellare gli Esseri Umani per imporre il loro DIO: Comportamento VERGOGNOSO IGNOBILE e INCONCEPIBILE ... persino in quella espressa Civiltà di Natura Primordiale !
    La guerra di annientamento per l’annientamento, la guerra santa per imporre il proprio DIO, i campi di sterminio per chi non si mette in ginocchio con tutto il cuore e con tutta la propria anima e con una BUONA DOSE di terrore reverenziale al DIO Rabbioso Yahvè, nella storia dell’umanità, questo tipo di guerra dicevo, non si era mai vista ...!
    (Persino i Romani dopo la conquista dei territori, seppur con azioni di guerra cruenta ... alla fine della Billeggeranza, lasciava loro, cioé ai popoli conquistati, tutte le tradizioni e le Religioni da loro già professati da rispettare, dando cioé Loro piena LIBERTA' di Religione ... anzi addirittura Incoraggiandoli ancor di più in questo senso Etico ... in aggiunta, bastava che Rispettassero il governo di Roma.)

    Questa guerra, l’hanno inventata e codificata gli ebrei ed è piombata nella storia dell’umanità voluta dal Gesù di Nazareth e da chi si identificava in lui (o ne ha prima INVENTATO e poi descritto a TAVOLINO tale Perversissima figura attraverso i vangeli).

    Un tipo di guerra che si svolge su due piani diversi:
    Quello emotivo per sottomettere e disporre del singolo individuo, e quello sociale per sottomettere e disporre di interi popoli ...!
    Ma è Gesù che è venuto a portare la guerra.

    E prima di Gesù (e degli ebrei) non si conosceva la guerra d’Annientamento per l’Annientamento.

    Proprio con i cristiani la guerra, da mezzo con cui risolvere le questioni, diventa il fine.
    Sconfiggere i nemici per annientarli, diventa l’imperativo di Gesù come continuazione della mattanza di suo padre Idiota nel vecchio testamento:

    "Sono venuto a portare fuoco sulla terra e come vorrei che fosse già acceso! Devo ricevere un battesimo e quanto mi sento angustiato, finché non sia compiuto. Credete che io sia venuto a mettere pace sulla terra? No, vi dico, ma la divisione. Perché d’ora in poi cinque persone in una casa saranno divise, tre contro due e due contro tre. Saranno divisi il padre contro il figlio, il figlio contro il padre, la madre contro la figlia, la figlia contro la madre, la suocera contro sua nuora, la nuora contro la suocera."
    Luca 12, 49-53

    Cioè: La guerra di Gesù non è contro un nemico, contro chi minaccia la sicurezza delle persone, ma è la guerra alla convivenza civile, è la volontà del genocidio ...!

    E badate, tali racconti Bibblicamente Edificanti non sono allegorie o storielle da srapazzo (Come vorrebbero farci credere) per spaventare i Bimbi ebrei come a volte facciamo (sbagliando) pure noi imponendo "L'Uono Nero oppure il Lupo Cattivo) per Rabbonirli dai Capricci ... Che Che ...:
    Il primo atto di guerra che si conosca fatta dagli Ebrei/Cristiani è l’azione di Zaccaria Ben Baracchia e i suoi figli (attività tanto esaltata dal Gesù Cristo Evangelico):
    "Ebbe inizio di sabato, con il massacro dei pochi Romani di stazza alla fortezza Antonia di Gerusalemme e nel ben munito palazzo reale. Prima della resa era stata promessa alla guarnigione l’incolumità. In realtà, invece, venne graziato solo un ufficiale che accettò di farsi circoncidere."
    (Tratto da "Storia Criminale del Cristianesimo")

    Che il Cristianesimo assieme al suo principale "fondatore anchesso Idiota" da cui ne deriva anche il titolo è una "Bufala" inventata dagli antichi romani a tavolino appena dopo la distruzione del Tempio di Gerusalemme ad opera dei romani nel 70 d.C.(magari con una "piccola spinta" Propositiva dagli stessi ebrei della stirpe di Levi, ormai rassegnati in Diaspora permanente, perchè ormai prigionieri stabili deportati a Roma e ... con Tantissimi Danari sottratti al Tempio di Gerusalemme ), lo sanno anche i cardellini del venezuela ... e tantissimi, se non tutti, i Cardellini decisamente Nostrani anche partecipanti di questo forum.

    Quindi: il Cristo, il DIO ebreo, gli apostoli tutti, la resurrezzione, la S. Maria, i Vangeli, la trinità, tutta ma proprio tutta la teologia cristiana, il peccato originale, il battesimo, la chiesa in qualsiasi forma la si intende - materiale che spirituale, l'annunciazione, mangiare le cialde sacre e bere il vin santo dell'eucarestia, Sono tutte mistificanti fanfaronate Galattiche.
    Però io aggiungerei che pure Abraam, Aisac, Jacoob, i suoi fantomatici dodici figli, persino il Davide condottiero, i dieci camandamenti di un fantomatico DIO bestiale conosciuto prima come Shadday di origine anche Sumerica, e poi come Yahweh. e tantissimi altri suoi Stupidi appellativi.
    Cioé tale "Storia" é una storia fiabesca e mai comprovata da "SERI" reperti storici ed archeologici, della Promessa del Fantomatico e bestiale DIO ebreo JHWH (Yahweh per i profani) fatta ad altrettando fantomatico popolo di Zingari Ladroni Puzzolenti Rissosi e Ignoranti esseri bestialmente inclini al furto ed alla soprafazzione e alla conquista ad ogni costo della terra e dei Luoghi e dei beni in essa contenuta che già per diritto acquisito dal Tempo, apparteneva ad altra gente che in quei luoghi Stantia.

    Qualche esempio tipico di chi specie di cavolo di DIO si sta Trattando:

    "Non mi hai acquistato con denaro la cannella né mi hai saziato con il grasso dei tuoi sacrifici"
    Isaia, 43:24
    Povero deficiente del DIO Yahweh, non gli hanno comprato la cannella ...

    "I loro pargoli saranno schiacciati davanti ai loro occhi, le loro case saranno saccheggiate e le loro mogli violate".
    Isaia, 13: 16
    "Samaria pagherà il fio, perché si è ribellata al suo Dio; cadranno di spada, i loro bambini saran fracassati e le loro donne incinte sventrate."
    Osea, 14:1.
    Pensate un po che razza di Deficiente zozzone e violento poteva "essere" un tale DIO Yahweh.
    E ancora:
    "Chi ha i testicoli contusi e il membro virile mutilato non entrerà nell'adunanza del Signore. Il bastardo non entrerà nell'adunanza del Signore; neppure alla decima generazione entrerà nell'adunanza del Signore. L'Ammonita e il Moabita non entreranno nell'adunanza del Signore; neppure alla decima generazione sarà ammesso nell'adunanza del Signore..."
    Deuteronomio, 23:2-4.

    Heheh ... A quanto pare non ce l'ha solo con i Babilonesi e i Samaritani.
    Ma se a uno capita di avere i testicoli contusi (le donne a volte colpiscono duro) è colpa sua ...?
    E poi non c'è scritto da qualche parte di farsi "eunuchi per il regno dei cieli" ...?
    E cos'è poi questo razzismo ...?

    Non ricordo bene chi parlava di razza pura ... ma non era coso li ... ma si proprio quello li ... un certo Hitler ... mi pare ...
    Proseguiamo:
    "Ora, va' e colpisci Amalek; vota all'anatema tutto quello che gli appartiene, non aver pietà di lui, uccidi uomini e donne, ragazzi e lattanti, buoi e pecore, cammelli e asini."
    I Samuele, 15:3
    "Uccidete vecchi, giovani, fanciulle, bimbi, donne, fino allo sterminio..."
    Ezechiele, 9:6.
    Comincio a pensare che questo Dio bastardo abbia un'idea particolare della pulizia.
    Oggi si chiamerebbe pulizia etnica, se non sbaglio ....

    "Mentre (Eliseo) saliva per la strada, alcuni ragazzi uscirono dalla città e si misero a beffeggiarlo dicendogli: 'Vieni su, testa pelata; vieni su, testa pelata!' Egli si voltò, li guardò e li maledisse nel nome del Signore. Due orse uscirono dal bosco e sbranarono quarantadue di quei giovani."
    II Re, 2:23-24.

    Lattanti, bambini e ragazzini non stanno proprio simpatici al Signore degli eserciti & mago di OZ di latta stagnola.
    Anche loro, però (i bambini) ... e che cazz .... Non si dice "testa pelata" a un profeta di un signore IDDIO bastardo come quello li, che diamine.
    E dulcis in Fundo la "Cosa" che a me Mi scompiscia alla Maniera di antonio de Curtis in arte TOTO':

    "Avrai anche un posto fuori dell'accampamento e là andrai per i tuoi bisogni. Nel tuo equipaggiamento avrai un piuolo, con il quale, nel ritirarti fuori, scaverai una buca e poi ricoprirai i tuoi escrementi. Perché il Signore tuo Dio passa in mezzo al tuo accampamento per salvarti e per mettere i nemici in tuo potere; l'accampamento deve essere dunque santo, perché Egli non veda in mezzo a te qualche indecenza e ti abbandoni".
    Deuteronomio, 23:14.

    Certo è che il Bastardone aveva vera-Mente la puzza sotto al Naso ... IL fetendone ... heheheh.
    E a proposito di purezza: ... un Dio che final-Mente ti aiuta nel momento del bisogno ...! Hehehehe !!!
    Il metodo consigliato, però, è più o meno quello dei cani (randagi natural-Mente ... il mio lo fa sul tappettino apposito deodorato).

    Pensate un po, EGLI non riusciva con la sua ineffabile Potenza & Preveggenza Divina a evitare di Schiacciare gli stronzi cagati a caso in un deserto, che mi pare pure grande, da quei Zozzoni Ebrei, se non segnalati uno a uno da un piolo di legno, con su una bandierina con la stella di davide tratta su ... m'Immagino ... heheh ... mi viene quasi da pensare che il Deserto e Divenuto tale ... proprio per via dell'eccessivo é improprio uso dei numerosi "Pioli di Legno" utilizzati come segnalatori di stronzi Ebraici per addivenire ad un riconosciuto "Campo Santo degli Stronzi ... con la conseguente nefasta abbattitura della Totale Vita Vegetale in quei luoghi lì.

    Quasi quasi ipotizzo che st'"Essere" troppo Goloso di "Cannella" potesse essere un Grigio degli alieni INVIDIOSO degli Ebrei ... perché in piena crisi Stitica .... Eheheheh ... azz ... la cosa mi scompiscia ... hehehe !

    Ma mi dimostra pure che questi ineffabili "Eletti del Signore" erano dei Schifosissimi Zozzoni Impenitenti, inconoscitori totali delle più semplici ed elementari regole delle norme igieniche universalmente sin già da allora condodivise é riconosciute, ignorando completamente la fattura e l'esistenza di un CESSO o di una comune Latrina di fattura Romana, seppur progettualmente Primordiale, adatto allo scopo. (Bastava che ricopiassero ai Romani)
    Figuriamoci pure poi, che se l'ineffabile e "Preveggente" DIO Yhaveh, che pestava "inconsapevolmente" le Cagate Ebraiche, come e COSA cavolo pestassero Gli Unti del signore .... e che Puzza pestifera avessero addosso ... Heheheheh ! (Chissà se Giobbe Cavatta ne é Informato di sta cosa Buffa)

    Si ricordi per favore che i significati mistici della Torah sono solo un gioco divertente e talvolta anche affascinante e profondo, purché si abbia ben chiaro che é solo un divertimento mentale fine a se stesso come il sudoku o gli scacchi o un bel solitario con le carte Napoletane.
    Infatti, dopo che interi capitoli, come in parte gia citati raccontano con compiacimento sadico crudele e morboso la distruzione da parte degli ebrei, di intere città nemiche mura di cinta e abitazioni comprese, e la conquista di tutti i loro beni, naturalmente dopo il totale sterminio degli abitanti che ricordo trattasi di uomini soldati e civili, donne, vecchi e bambini, e servi e serve e i loro figli, e spesso buona parte del bestiame da essi posseduto, nonchè anche degli animali domestici ... secondo LEI, che valore potevano avere questi imperativi morali sottoriportati ... tratti tra le altre cose, nel loro decalogo:

    - Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo.
    - Non desiderare la moglie del tuo prossimo.
    - Non desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna delle cose che sono del tuo prossimo".

    E' lampante che non si tratta affatto di leggi moralistiche assolute e universali, come li possiamo ritenere noi oggi con la nostra tipica concezione umanitaria universalistica ideologica-Mente totalizzante.

    E lampante che il nostro pensiero altruista è totalmente estranea a questa antichissima schifosa violenta e sanguinolenta cultura ebraica, ancora oggi largamente apprezzata e praticata dagli odierni ortodossi ebrei a scapito naturalmente del popolo palestinese oppresso e tiranneggiato da più si sessantanni solo perchè ... GENTILI ...

    E lampante che si tratta di leggi "morali" che vanno fatte rispettare unicamente in rapposto a chi stà vicino all'ebreo, vicino non nel senso metrico del termine, ma cioè in rapporto, a chi è ebreo come lui.

    Nel contorto, delirante, "Diabolico" ed IDIOTA pensiero ebraico tradizionale il "prossimo" è soltanto l'altro ebreo l'altro eletto come lui, e il dovere morale di non desiderare le cose o la donna del "prossimo" riguarda solo l'altro ebreo come lui, e non riguarda affatto il "gentile" suo nemico per antonomasia da odiare a morte da abbattere e sottomettere a qualunque costo, come invece molti di voi potrebbero supporre.

    Vede, Il fatto è che la mia mente prova un tale senso di disgusto nauseabondo e totale repulsione di fronte a questa schifosa idiota delirante e Defecante cultura nazista "dell'Eletto di Yavè", e di tutte le frasi della bibbia in simil tono, che non riesco a prenderle in seria considerazione anche volendo.
    E quindi, siccome non le prendo sul serio, me ne sento soltanto nauseato, perciò schifato e infastidito, come da una cosa vomitevole, inutile e comunque pericolosa per l'integrità morale dela stessa intera attuale umanità.

    Credetemi vi prego, se proprio dovete farlo, leggetela pure la Bibbia sia del vecchio che del nuovo testamento ... ma ... smettere immediatamente di crederci, meglio che la Bibbia non la leggiate per niente sotto il profilo metafisico, e la buttiate per intereo nella spazzatura, MA sopratutto che non la leggano i giovani con quel profilo perché chi la legge così, potrebbe finire magari per credere di aver sbagliato tutto della propria vita fino a quel momento, e potrebbe impegnarsi ad essere meno buono e solidale col "prossimo", quello vero, quello oggi universalmente riconosciuto essere, magari per soddisfare quel deficiente morboso rabbioso "demone" sanguinario idiota e malvagissimo Yavè ... "protagonista" (Si fa per dire) ... (?) ... della Bibbia stessa, credendosi magari pure lui un ELETTO di quel SIGNORE Idiota lì, appena descritto in Difetto.

    E poi tornando al discorso della Bibbia, in specie della Bibbia ebraica, di cui a torto si vanta la straordinaria antichità, facendola passare spudoratamente addirittura per uno dei primi testi scritti della storia umana ... quanti resterebbero sorpresi a sapere che la Bibbia ebraica che noi possediamo, nella sua struttura attuale, non risale invece ad un periodo più antico del V secolo avanti Cristo, ma ... a dir tanto ?

    Quindi qualche secolo successiva alla prima stesura scritta dei poemi Omerici e di qualche decennio posteriore alle guerre persiane che salvarono l'indipendenza greca, per non parlare del distacco addirittura millenario dal poema di Gilgamesh o dai più antichi testi egizi ... !
    Gli anni di composizione della bibbia ebraica attuale sono gli stessi in cui in Grecia nacque Socrate e cominciò a svilupparsi la filosofia del sofismo.
    E niente ci appare tanto rivelatore quanto un confronto, fra Protagora e Gorgia, e gli estensori (o meglio l'estensore unico, perché fu poi uno solo) della intera Bibbia ebraica come essa OGGI é ancora conosciuta.

    Se da un lato: vi è la luminosa libertà della ricerca intellettuale, l'analisi lucida della condizione umana e una fiducia sostanziale nelle forze del pensiero libero ellenico dove il concetto laico di tolleranza, non vuol dire sopportazione delle idee altrui giudicate dall'alto della propria verità assoluta, ma convinzione che anche queste idee hanno diritto di cittadinanza nel mondo del relativo perchè non esiste un criterio assoluto per giudicarne la verità, concetto più che sufficiente a fondare una società aperta, tollerante plurale e democratica, entro la quale soltanto è possibile sviluppare la libertà laica, ovvero la libertà di ciascun individuo in quanto soggetto di diritti ma anche portatore di doveri verso la libertà dell'altro ...

    ... Dall'altro lato: purtroppo vi sono gli oscuri sensi di colpa di un popolo errante e senza una patria unificante, schifosamente Sporco Infetto Puzzolente e Barbaro, per giunta pure Ebreo, che ancora Sporco infetto Puzzolente e Barbaro e schiavo di se stesso, cerca di darsi inutilmente una disperata identità nella ostile chiusura di "se" al resto dell'odiata e sopratutto contemporaneamente invidiata umanità, e che si impone leggi Assurde, Barbare Spietate e Sanguinarie ma Sostanzial-Mente IDIOTE come distinzione e punizione per un passato troppo libero.

    La cosa più stupefacente è che questa datazione così tarda della Bibbia non è una illazione malevola degli studiosi storici anticlericali di sinistra, ma è contenuta nella Bibbia stessa ...!
    Che ci dice persino chi è l'autore della siffatta Bibbia: ESDRA !

    Non racconterò ovviamente per non tediarvi ulteriormente, di come Esdra presentò per la prima volta al popolo ebraico i primi 5 libri fondamentali della sua Bibbia, nell'anno 445 a.C.. una ricerca peraltro che potete fare voi stessi approfittando del web.
    Aggiungo solamente che Esdra fu lo scriba che condusse il ritorno del secondo contingente di Ebrei dall'esilio babilonese nel 458 a.C.
    Fu lui a introdurre la tipica scrittura quadrata ebraica, per usarla nella redazione della Torah, cioè di quello che i cristiani definiscono Pentateuco, che sono i primi 5 libri della Bibbia, quelli che si occupano della storia umana dalla formazione di Adamo alla morte di Mosé.
    L'attività di Esdra nella Bibbia è collocata fra due momenti decisivi della storia della rinascita (o per meglio dire: della nascita) del popolo ebraico in quanto popolo religiosamente Odioso, Rabbioso, Fanatico, Razzista e Pericoloso per tutti i "gentili" del mondo, come lo conosciamo ancora oggi.
    Il primo momento è il ritorno e il rito fondativo della nazione che Esdra in tale occasione organizza e celebra nel 458 a.C..

    Certo però ... che io non cerco DIO si nota benissimo, non questo Tipo antropomorfizzato di DIO IDIOTA e PERVERSO .... ma se ne incontrassi veramente uno così ... rimpiangerei Hitler, che al confronto é una Pia Mammoletta.

    affraid affraid affraid affraid Pasquino affraid affraid affraid affraid


    Ultima modifica di io_Pasquino il Gio Apr 28 2011, 13:31, modificato 11 volte
    avatar
    admin
    Admin

    Messaggi : 191
    Data d'iscrizione : 16.12.10
    Età : 62
    Località : catania

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da admin il Sab Apr 16 2011, 11:12

    il v.t. io l'ho bollato da tempo , come in gran parte illeggibile , la tua determinata spinta all'indagine accurata e approfondita , ti ha spinto inesorabilomente dentro ciò che io personalmente oramai ritengo al 50 per cento mito e leggenda , tuittavia la accusa che tu muovi ha un fondamento evidente , preparerò una risposta al meglio appena possibile ,ho degli spunti che però devo documentare adeguatamente , speriamo di riuscirvi , nel frattempo chiunque cattolico o cristiano , all'altezza della situazione può offrire le sue riflessioni , io in fondo non avendo una matrice cristiana , non conosco molto la bibbia ,i miei studi si sono per interi decenni concentrati solo sugli scritti bahai , ma grazie ai forum e a questa passione del confronto scritto , ho approfondito piano piano , anche le altre scritture , ma poichè per temèperamento vado al pratico privilegio sempre i pratico e il processo di trasformazione personale .
    APRESTO Wink

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da io_Pasquino il Mer Apr 20 2011, 22:49

    L’ambiente del tempo in cui si sviluppa il cristianesimo è un ambiente sessualmente attivo.
    Un ambiente dove la disciplina della sessualità spesso avviene all’interno delle religioni misteriche.
    I cristiani per aggredire la sessualità delle persone e dominarle devono estremizzare la potenza sessuale al limite dell’immaginabile, attribuirla al loro DIO padrone e costringere le persone, sessualmente attive, a prostrarsi davanti alla sessualità assoluta che attribuiscono al loro DIO padrone.
    Dopo di che, si allontana l’immagine sessuale del loro DIO padrone dalla percezione culturale Dominante del significato delle parole con cui si attribuiva al DIO padrone e si costringono le persone a rinunciare alla sessualità affinché si sottomettano con più facilità al loro DIO padrone.

    Così ché, ad esempio, i simboli fallici diventano il simbolo della sofferenza.

    Anziché rappresentare l’apoteosi del piacere sessuale (AMORE), rappresentano l’apoteosi della sofferenza in funzione di un’apoteosi sottomissoria che esalti la chiesa Cristiana pronta per il Dominio sia Mentale, che fisica delle persone.
    Cioé in un ambiente pulsionale sessuale estremamente attivo e disinibito, (le terme Imperiali di Roma Caracalla serviva anche a questo scopo sociale) si sviluppavano delle tensioni di controllo e di dominio delle persone che potevano passare essenzialmente attraverso il dominio della sessualità.

    Da circa 2000 anni gli Esseri Umani si chiedono: da dove gli evangelisti cristiani hanno copiato ed elaborato per inventarsi la figura del loro Gesù ...?

    Quali tensioni emotive hanno spinto le persone ad inventarsi un personaggio Perverso come Gesù ...?

    Perché e bene che vi mettiate BENE in mente che il Gesù evangelico, non é, e non é MAI stato una essere Reale storicamente vissuto sulla terra 2000 anni fa, ma rappresenta l'Apoteosi di una Figura Immaginaria molto elaborata, ispirata ad Personaggi Realmente Vissuti e ancora Vividi nei ricordi di massa (Messia), e a dottrine esoteriche antichissime anchesse rielaborate ad hoc, con cui e stata CREATA, INVENTATA, ELABORATA a tavolino la Figura Immaginata di quel Gesù Messianico e Catastrofista Idiota da Fine del Mondo.
    Nel 300 d.C. l'imperatore romano Costantino ha riconosciuto per Opportunità politica la chiesa cristiana, in quanto nell'impero Romano di quell'epoca i cristiani erano ormai in maggioranza (pare il 70%!), così Costantino ha capito che a queste condizioni non gli rimaneva altro che riconoscere la chiesa cristiana, tuttavia aveva "adattato" alcune delle tradizioni radicate nei fedeli di altre religioni preesistenti nell'impero, e si è convertito per FINTA al cristianesimo, si è nominato Papa ... ha donato ai cristiani il colli lateranensi, ha fatto distruggere tutte le arene a Roma e furono edificate chiese dapertutto.

    Messianesimo e Catastrofismo da fine del mondo, stanno alla base dell’ideologia cristiana.
    Un’ideologia religiosa chiusa al futuro.
    Ma, quali sono le pulsioni intime della religione cristiana ...?
    Da dove nasce la pulsione fobica antisessuale del cristianesimo ...?
    Oggi siamo in grado di scomporre nomi di Dèi come Zeus (Giove) e Yahweh/Jehovah (Geova), e nomi di eroi come Dioniso e Gesù perché è possibile penetrare le barriere linguistiche imposte dai differenti linguaggi in cui le loro rispettive letterature ci sono pervenute.
    Possiamo spingerci indietro oltre il greco dei classici e del Nuovo Testamento e l’ebraico del Vecchio Testamento fino ad una fonte linguistica comune a tutti.
    L’uso del nome di Gesù (in greco iesus) come invocazione per guarire era abbastanza appropriato.
    La sua origine ebraica yehoshua, Joshua (Giosuè), viene dal sumerico IA-U-ShU-A (ShUSh), "sperma": che "salva, ristora, guarisce".
    Gli ebrei ellenizzati usavano per "Joshua" il nome greco Iason, Giasone, molto propriamente, poiché Iason: "guaritore", e il verbo deponente Iaomai: "guarire", provengono dalla medesima radice Sumerica.

    Nell’apostrofe sarcastica del Nuovo Testamento: "Medico, cura te stesso" (Luca, 4:23), abbiamo probabilmente un’allusione diretta a questo significato, come certo l’abbiamo nel titolo di Gesù: "salvatore", in greco: Soter, il cui primo elemento riflette la parola sumerica ShU: "Salvare", e quindi è usato correttamente in greco nel significato di salvare da una malattia, da un pericolo, da un danno, eccetera, ed è un comune epiteto di Zeus e di Re.

    Il Dio della fecondità, Dioniso, in greco Dionusos, il cui emblema culturale era un fallo eretto, fu anche il DIO della guarigione, e il suo nome, se lo si priva delle sue parti originarie, IA-U-NU-ShUSh, è quasi identico a quello di Gesù, con una semplice aggiunta di una NU: "Seme" - "Sperma", il: "Seme che salva", e si può paragonare al greco Nosios: "Guaritore", che é un altro epiteto di Giove.
    L’impotenza sessuale di Paolo di Tarso (Altra figura Inventata a tavolino), che il Deficiente lui, chiama "dono del suo DIO" ... in che ambiente pulsionale emotivo viene a inserirsi ...?

    Si é già detto che da un contesto culturale libero e di assenza completa di fobie sessuali, gli Ebrei, i Greci di Platone con i Cinici e i Neoplatonici, fondarono le fobie sessuali come promozione di sé per dominare gli altri.
    In un ambiente antico in cui la centralità emotiva-pulsionale era la sessualità, una sessualità che molti, compreso Paolo di Tarso, intendevano reprimere sia per questioni di "potere personale di dominio delle persone", come Paolo di Tarso stesso Intendeva, sia per questioni di conflitti emotivi, sociali ed esistenziali, come i Neoplatonici e altri.

    Davanti al disprezzo delle persone che godevano di soddisfazioni sessuali libere senza strettoie culturali limitanti, loro, opponevano l’astinenza, la guerra alle mollezze, la miseria materiale e morale come esaltazione del controllo del NUOVO DIO padrone.
    Inventarono cioè: "la porta stretta della Redenzione", Ovvero la repressione di tutto ciò che è vita per esaltare il dominio del NUOVO DIO padrone e deficiente Yhavè.
    In altre parole, un’esaltazione che era la loro proiezione della loro necessità di dominio e di comando sugli uomini.
    La loro Squallida Miseria Psicologica Ideologiga e Morale diventava il modello da imporre per costringere le persone alla sottomissione a sé.
    Lo stesso cinismo, da cui il Cristianesimo travaserà l’idea della miseria come rinuncia alle "mollezze" e alle "ricchezze" da imporre agli Esseri Umani, elaborato nell’ambito dell’Accademia di Atene, sarà assunto a modello di rappresentazione e di autopromozione da alcuni ambienti sociali per rappresentare una sorta di "giustificazione filosofica" del loro stato psico sociale.
    Il cinismo, di fatto, si oppone al Dionisismo.
    Proprio per questo il cinismo può essere fatto proprio dal cristianesimo per aggredire il piacere sessuale, la ricerca del piacere degli Epicurei e le varie scuole misteriche da Eleusi a Iside che vedono, nella sessualità, la promozione sociale e morale dell’individuo alla libertà di amare come si vuole Amare.
    E’ da ricordare che la Bufola del Cristianesimo viene costruito in ambiente greco.
    Il cristianesimo è zelotismo veicolato in ambiente popolare e superstizioso della filosofia greca finalizzato al dominio sull’uomo.
    La necessità del dominio sull’uomo, sulla sua morale, sulla sua partecipazione alla vita, è l’elemento che guida la costruzione del cristianesimo che pescando da tradizioni diverse finisce per assumere quei caratteri propri di devastazione sociale manifestati nel corso della storia.

    Questa necessità di dominare l’uomo sottraendogli l'Amore puro Naturale virginale istintivo insito sin dalla nascita nel suo Spirito (D.N.A.), si adatta, o meglio: si INSINUA Subdolamente in un ambiente che vede la sessualità e il piacere della vita come elemento centrale umano rappresentante l'Amore AGGREGANTE tra gli Uomini.
    I Creci che stanno aggredendo le religioni e il sentimento religioso mediante la filosofia non fanno altro che imporre la sofferenza là dove c’è il piacere liberatorio sessuale e condannano il piacere sessuale in funzione di una mistica della bestiale sofferenza che intendono gestire per dominare e controllare l’uomo.(tramite la Porta Stretta)

    Così la Crocifissione diventa il simbolo della sofferenza da imporre a tutta l’umanità.(che pur sempre rimane un simbolo Fallico)

    Non più Afrodite la gloriosa figlia di Urano Stellato fra gli Esseri Umani che godono vivendo, ma il soffrire.
    La vita come sofferenza.
    La sofferenza che ha come premio la gloria celeste. (La Porta Stretta)
    La gloria celeste come carota da offrire all’"asino" oramai addivenuto Cristiano, affinché non solo faccia propria la sofferenza, ma la imponga anche ai loro figli ma non solo ... anche a tutta la restante umanità.
    E, attraverso quest’imposizione Violenta, chiudere alla società il futuro, che il dominatore, il rappresentante del DIO padrone di turno, vuole gestire per se ... e sopratutto ... "CHI" ... per lui.
    Così gli immensi sforzi che costano agli Esseri Umani per tentare di costruire un futuro fra mille contraddizioni, viene negato, di volta in volta, incanalando la sofferenza nella società che ha nella Bestiale schifosissima Croce, il suo simbolo più Perverso e Crudele della storia umana da allora in poi ... fino ai nostri giorni.

    In pratica il Cristianesimo costringe gli Esseri Umani a sacrificarsi perché questo fa piacere al suo DIO.
    Imporre il sacrificio dei corpi negando il corpo come soggetto che manifesta le pulsioni di vita al fine di esaltare il DIO padrone negando la vita stessa.
    OVVERO: Gesù e i Cristiani negano il corpo.
    Negano alle persone l’uso del proprio corpo per il piacere tenendole immerse nella sofferenza che, secondo i Deficienti mentali loro, li renderebbero uguali al loro Gesù e per questo motivo le condurrebbero alla salvezza. (?)
    Prima del Cristianesimo, Omero al contrario di PLATONE, può mantenere la differenza fra Corpo e Cadavere perché non concepisce un’anima dietro ad un corpo.
    Per Omero, infatti, l’Anima è l’Occhio che vede, l’Orecchio che sente, il Cuore che batte.
    La parola Psyché, quando ricorre, ricorre, come già "soma", solo in riferimento al cadavere o al corpo che sta per diventare cadavere.
    Si dice allora che la Psyché abbandona l’uomo quando sviene, quando muore, uscendo con l’ultimo respiro dalla bocca, o anche dalle ferite del corpo, per andarsene nell’Ade dove è ospitata come vana ombra.
    Il corpo che vive il mondo è un corpo che vive sé stesso.
    Proprio perché il corpo abita e percorre il mondo può riconoscere le proprie sensazioni anche quando sono manifestate dagli oggetti del mondo che incontra.

    La sessualità non è carne, è desiderio.

    Ciò a cui tende non è l’orgasmo in se, ma è l’incontro con l’altro, perché solo desiderando l’altro o sentendomi oggetto di desiderio altrui, io mi scopro di essere sessuato.
    La distinzione tra amore e perversione è contenuta nel modo di vivere il proprio desiderio come apertura o come chiusura verso l’altro.
    Perverso è quel desiderio che non desidera l’altro, ma sé stesso, che non diventa veicolo di trascendenza, ma oggetto della propria immanenza.
    E’ al desiderio perverso e alla sua incapacità di trascendenza è ciò a cui pensa la scienza medica e l'Idiota morale diffusa specie se religiosa-Mente Cristiana quando definiscono il desiderio come un "istinto" la cui origine e il cui fine sono strettamente fisiologici.
    In realtà il desiderio non implica necessariamente un’attività sessuale, perché, come dice Sartre: "il desiderio non è desiderio di fare", ma è desiderio di un oggetto trascendente che consenta di uscire dalla propria clausura Fisica e mentale.
    Cioé non il dolore e la sofferenza della "Porta Stretta" Cristiana, ma il piacere e la partecipazione stanno alla base della vita.
    Stanno alla base dello sviluppo e dell’affermazione del presente in funzione del futuro.
    Il corpo come soggetto di manifestazioni emotive e non oggetto abitato da manifestazioni emotive Idiote e vaneggianti come i Cristiani vogliono farci credere.
    Così il corpo cerca il piacere nelle relazioni.
    Il piacere di penetrare il mondo in cui vive e attraverso queste relazioni dilatarsi, espandersi nel mondo.
    E così che le tre grandi religioni monoteiste purtroppo ancora esistenti Il cristianesimo in particolare trasforma il corpo in un cadavere dedito alla sofferenza.
    Le popolazioni antiche manifestavano un corpo che desiderava gli incontri con il mondo.
    Separare il corpo che desidera dall’anima posseduta dal DIO padrone significa trasformare il corpo delle persone in oggetti di possesso attraverso la fustigazione dei loro desideri e del loro desiderare.

    Ammettiamolo pure per favore: Cattiva e squallida fu la scelta di Socrate: di Separare l’anima dal corpo.
    Negare il corpo elevando la sua patologia psichiatrica a fondamento di un corpo che fu forgiato da miliardi di generazioni in una sequenza di trasformazioni emotive e fisiche continue (Evoluzione delle Spacie).
    Squallida e perversa fu la scelta degli Schiavi-Padroni di Ebrei, Ebrei essi stessi, nell’elevare sé stessi a DIO padrone e sentendosi tanti Mosè che sterminano parenti ed amici legittimando il potere di dominio del proprio DIO padrone.
    Cattiva e perversa fu la scelta dei Cinici che fecero della negazione delle pulsioni umane, l'esaltazione glorificata e delirante della sofferenza.
    Perversa e cattiva fu la scelta dei Cristiani che intrapresero una guerra d’odio nei confronti del piacere sessuale, nei confronti della ricerca del piacere degli Epicurei, al fine di assicurarsi il dominio dell’umanità.
    Dioniso risorse dallo smembramento che di lui fecero i Titani: chissà se Dioniso sarà in grado di risorgere dallo smembramento che del piacere della vita hanno fatto i Cristiani e i Monoteisti tutti.

    In quanto all'amore Cristiano sbandierato a destra & A Manca, Cito solo una Frase del Cristo Giesù del Vangelo:

    "Se uno viene a me e non odia il padre e la madre, la moglie e i figli e i fratelli e le sorelle, ed anche la sua vita, non può essere mio discepolo."
    (Luca 14, 26)

    Così dice il pazzo deficiente megalomane Gesù dei cristiani.

    Gesù e i Cristiani non fanno altro che reiterare e riformulare (INCONSAPEVOL-MENTE per i Cristiani) quelli che sono i principi di morte e di genocidio del vecchio testamento proprio del DIO degli ebrei Jahvé Suo Padre.

    Embè: " Qualis pater, talis filius." vuol dire: "Quale (è) il padre, tale (è) il figlio": in altre parole, il figlio è simile a suo padre.
    Tale frase è spesso citata in una forma lievemente diversa e più conosciuta: " Talis pater, talis filius ".
    Si ripete quest’antico proverbio a significare che il carattere e le tendenze d’ognuno derivano per via ereditaria dal padre, o dagli antenati in genere, oppure per rilevare l’importanza, nel bene e nel male, dell’esempio paterno. (più spesso, ci si riferisce con riferimento a qualità non buone)

    Ed Infatti:
    L’odio per lo stesso individuo sociale e per la società civile, è voluta da Gesù in funzione di sé stesso, allo stesso modo come lo era per suo Padre Jahvé per parte del suo antico, patriarcale "Popolo" di Straccioni e Zozzi ebrei "UNTI & BISUNTI dal SIGNORE" ancor più Straccione e Zozzo contro l'intero popolo dei "Gentili" ... vale a dire, contro tutto il Mondo.

    Soltanto in questo modo si può seguire e amare Gesù, cioè per chi Ama Gesù è necessario che odi la società civile.

    Al Mio Vedere la logica cristiana stride con la logica sociale.
    Al Cristianesimo non si può dire: "Beh! ... Io non stò ne con te, ne contro di te, ma sto con ME!".
    Il Cristianesimo ti dice Candida-MENTE invece: " O con me, o contro di me".
    E a me, queste stronzate Amorose Salvificanti Cristiane non piacciono proprio per niente e tale Rincoglionita e deficiente Morale non mi "attacca" affatto mental-MENTE.

    L'obiettivo dell'Amore secondo me, è condurre la "creatura" alla meta finale cioè all'Adesione con le Altre Creature e con il restante "Creato" ... e non con un Creatore Immaginario di cui non ha nessun bisogno ne metafico ne pratico ... specie se é uno come il DIO dei cristiani.
    Vogliamo per forza credere ancora che l'Amore sia monopolio di DIO ...?
    Anche se fosse ... DIO chi ...?
    Ed é credibile che ad un Atto sentimentale spontaneo in specie l'Amore, nato con la nostra nascita si possa e si debba comandare per Iscritto affinchè si compi ...? ...
    ... Se SI, perchè ...?
    Forse perché tale Emozione deve Compiersi nelle "Modalità" e nei "Tempi" suggeriti e pilotati dai libri sacri o da un DIO specifico e ... Solo così, per fini meramente estranei all'"ESSERE" umano SI diveniente MA spontaneo ...?
    Non crede lei che alla base di tutto, nell'Multi-Verso ci sia l'Equilibrio delle forze e delle cose in gioco, che noi chiamiamo umanistica-Mente: AMORE ...? (Antropomorfizzando tale emozzione)

    A mio vedere se non c'e equilibrio non c'e scopo.
    Cioè se non c'e amore non c'e Scopo.
    E se non c'e Scopo nell'Amare, che Amore sarebbe ...?
    Ovvero, senza le "creature" ( Se si estinguessero) il DIO Cristiano, sarebbe DIO di chi ...?
    Io Do una cosa a te che ne hai bisogno, tu Dai una cosa a me che ne ho bisogno ... oppure la Dai, o la Do a Lui che ne ha più bisogno ... Equilibrio signori miei ... nelle forme e nei modi più idonei per vivere meglio, si può e si deve sempre trovare un equilibrio, rinunciando anche a qualcosa di noi, purché non sia quella più importante, vivendo poi molto meglio.
    Non dice il DIO cristiano nel Decalogo: "Ama il Prossimo tuo ... "COME TE STESSO" ...? ... (Ripreso, stranamente, tale e quale dal codice di Ur-Nammu sumero IV-III millennio a.C.)
    Mica ci esorta di amare INCONDIZIONATA-MENTE ...?
    Anche perchè a che servirebbe "Distruggersi" Annientarsi" per Amare l'Atro se poi ne mancherebbe sempre uno ...?
    Anzi ci dice di "amare" come Amiamo GIA noi stessi ... e neanche di Più di noi stessi ...
    Sta a tutti gli effetti dicendo ... di amare prima "SE" stessi per "COME" si deve amare Poi l'altro ... il Prossimo.
    Perchè ...?
    Perchè tale Atto d'amare non deve essere Distruttivo, l'amore non lo è MAI.
    Non deve distruggere chi ama, forse impoverirlo solo un po (In ogni Senso) se chi Ama e Ricco ma mai distruggerlo, mai per concetto Morire per amare l'altro, l'amore è per la Vita e la Mutua Sussistenza, se chi ama Muore, che Mutuo vi sarebbe ...?
    Ecco perchè l'amore Cristiano fa Schifo a me non Piace.
    Perchè l'Amore Cristiano Pretende Amore fino alla morte sempre è in ogni condizione ... perchè il pazzo Cristo pretende la Morte sua e dei propri cari se vogliono amarlo e seguirlo, per puro concetto Cristiano e necessario morire per lui perchè lui pretente di morire per noi, per "Amore" della vita è necessario versare il sangue di Qualcuno come Prezzo del riscatto.
    E in se un Concetto Abominevole e Mostruoso, è un Concetto Illogico e Bestiale, è un Concetto Malvagio, "comprare" ...
    "Mercimoniare" la vita di qualcuno o di Molti, vesando il proprio sangue fino a morirne, quale Prezzo di Riscatto, e pretendere che tutti facciano Concettual-Mente la stessa cosa.
    Come e possibile immaginare un DIO che pretende, A chi ... "Dovrebbe" amarlo per "LEGGE" ...questo atteggiamento mentale, magari anche come solo Concetto Morale filosofico, non sia a tutti gli effetti nient'Altro che un DIO assetato di Sangue ...?
    Vedete, é il concetto stesso dell'amore cristinao che non funziona.
    Cioè quel concetto di: Morire per Amare che non funzione poichè INNATURALE DANNOSO MALVAGIO e IMMORALE.
    L'amore il vero amore, Concettualmente non pretende nessuna Morte di nessuno per nessuno, ma Solo la vita, sempre la Vita per la vita e senza condizioni NEGATIVE di sorta.
    L'amore vero puro spontaneo e senza macchia porta sempre la Vita per vita e mai la Morte.
    Dove c'è ad ogni Modo ed in ogni Caso Evidenziato il Concetto di Morte, vi è solo MALVAGITA'.
    Significa a mio Parere, che ci sono parti di noi che possiamo e dobbiamo cambiare e donare, altre che possiamo ma non necessariamente siamo OBBLIGATI a cambiare e donare ed altre che, anche volendolo, non possiamo e non dobbiamo Assoluta-MENTE proprio cambiare e donare affinchè il Rito si Compi.
    Il Rito di DARE DONARE e RICEVERE AMORE.
    Equità signori miei, per noi stessi e per il Prossimo.
    Questo per Me significa AMORE/AMARE.
    E Se "Funzionerà" ... l'Umanità Tutta "Ringrazierà" "SE" stessa ... per TANTO ... Tantissimo Amore "FRUTTUOSO" Dimostratosi
    per "SE", che è il fine Ultimo della "Faccenda" narrata.
    Ma il DIO Cristiano, in tutta quest'ETICA Morale che significato ha ...?
    Che C'entra ...?
    Sono profondamente convinto che la stessa Bibbia e la stessa ideologia Cristiana non son IN FUNZIONE DELL'UOMO, ma sono in funzione del suo DIO padrone.
    La Bibbia e l'ideologia Cristiana sono strumenti di sottomissione dell'uomo al DIO padrone.
    Gli stessi dieci comandamenti non sono leggi come noi le intendiamo, ma sono manifestazione della volontà del DIO padrone di sottomettere a sé l'uomo.
    Quando noi proiettiamo questa visione Ideologico/Religiosa in una società che prevede l'ugualianza dei soggetti nella legge, il Cristiano si trova nelle condizioni di dover giustificare il proprio credo religioso e in quel momento si accorge di essere un "CRETINO" senza strumenti difensivi.
    Il suo CREDERE appartiene solo a sé stesso.
    Un CREDERE che era protetto quando chi lo metteva in discussione veniva ammazzato o messo sui roghi, ma impossibilitato a manifestarlo nella società in quanto la sua manifestazione nel sistema sociale cozzerebbe contro tutte le norme del Diritto Civile.
    Che la parola "Prossimo" vada intesa, capita, cambiata in: "Amico" (secondo la Nuova Cultura Vaticana) non ci sono ne Problemi culturali ne dubbi di sorta, del resto anche "Prossimo" andava benissimo ... per esaltare il Concetto Solidale del "Buon Samaritano".

    Il Punto secondo me è un'Altro.

    Il punto e invece stabilire (Capire) cosa rappresenti Veramente l'"ESSERE" ... "AMICO" oppure PROSSIMO", dapprima dagli ebrei della Torà/Talmud, e poi in seguito dai cristiani.
    Cioè chi è da considerarsi "AMICO" per Mosè, e chi è da considerarsi "PROSSIMO" dal Gesù dei vangeli.
    Consideriamo Brevemente prima il Concetto di Mosè.
    Per molto tempo abbiamo sentito parlare del razzismo bianco con tutte le buone chiacchiere dei moralisti ma mai si è parlato del razzismo che metodicamente gli ebrei adoperano nella loro vita.
    Questo razzismo di origine ancestrale è evidenziabile in uno dei loro testi sacri, il "Talmud" uno dei testi sacri dell'Ebraismo.
    Tale documento è normalmente insegnato nelle scuole ebraiche e descritto come raccolta poetica da numerosi rabbini.

    Per ovvi motivi di spazio citerò solo lcune significative affermazioni rintracciabili in questo libro e nella Qabbalah:


    "Dovunque gli Ebrei vadano, devono farsi capi dei loro Signori" (Sanhedrln, 19.)
    "Dio ha dato ai Giudei potere sui possedimenti e il sangue di tutte le nazioni." (Seph. Jp., 92, 1.)
    "Per quanto riguarda i furti - se uno rubasse, rapinasse, rapisse una bella donna, o commettesse torti simili, se questi fossero perpetrati da un Gentile ad un altro, il torto in questione deve essere punito, allo stesso modo se fosse perpetrato ai danni di un Israelita, invece il furto da parte di un Israelita ai danni di un Gentile, può essere perdonato."
    (Sanhedrin,57a.)
    "E' sempre un gesto meritevole impossessarsi di un bene appartenente a un Gentile." (Schuichan Aruch.) "Quando un Giudeo ha un Gentile tra le sue grinfie, un altro Giudeo può andare dallo stesso Gentile, prestargli dei soldi e a sua volta raggirarlo, così che il Gentile finisca rovinato. La proprietà di un Gentile, secondo la nostra legge, non appartiene a nessuno, e "il primo Giudeo che passa", ha pieno diritto di impossessarsene." (Schuichan Aruch, Choachem
    Hamischpath, 156.)
    "Non è permesso derubare un fratello (Amico), ma è permesso derubare un "non-Ebreo", poichè è scritto (Levitico XIX, 13) "Tu non dovrai derubare il tuo fratello (Amico) (lett.il tuo vicino)". Ma queste parole, dette da Jeovah, non valgono per un Goim, che non è tuo fratello (Amico)." (Baba Mezia, 61a.)
    "Se un Goym uccide un Goym o un giudeo, è responsabile; ma se un giudeo uccide un Goym, non lo è. (Tosefta, Aboda Zara 8:5.)
    "Chi versa il sangue dei Goym (chi uccide i Goym), offre un sacrificio a Dio." (Talmud, Jalqut Simeoni.)
    "Un pagano che studia la Torah merita di morire." (Sanhedrin 59a.)
    "Ogni Goym che studia il Talmud, e ogni giudeo che lo aiuta in questo, dovrebbe morire.) (Sanhedrin 59a.)
    "E' vietato introdurre un non-ebreo ai segreti della legge. L'ebreo che fa questo è colpevole, come se avesse devastato il mondo e negato il sacro nome di Dio." (Jalkut Chadash.)
    "I proseliti sono pericolosi per il Giudaismo, come le ulcere lo sono per un corpo sano." (Talmud.)
    "E' giusto per una bambina di tre anni avere rapporti sessuali." (Talmud, Abodah Zarah, 37a, Kethuboth, 11b, 39a, Sanhedrin, 55b, 69a,b, Yebamoth, 12a, 57b, 58a, 60b)."
    "Gli Akum che NON SONO nostri nemici non devono essere uccisi direttamente, cioè non ostante essi non dovranno essere salvati dal pericolo di morte. Per esempio, se vedete uno di essi cadere in mare, non tiratelo su a meno che egli non vi prometta del denaro." (Talmud, Iore Dea, 158,1)
    "Voi israeliti siete chiamati uomini, mentre le nazioni del mondo non sono da chiamarsi uomini, ma bestiame" (Talmùd, trattato Baba Mezia fol. 114 col. 2)
    "Che significa Har Sinai, cioe' monte Sinai ? Vuol dire il monte dal quale si e' irradiato Sina, cioe' l'odio contro i popoli del mondo" (Schabbat , fol. 80 col. 1)

    Io mi Chiedo: cosa succederebbe se questi spunti deliziosi del talmud, venissero affissi in luoghi pubblici agli occhi della massa o letti al Telegiornale.

    Ma secondo voi è possibile una cosa del genere ...?
    Cambierebbe qualcosa?
    Secondo me, no.
    Talmente la gente è rincoglionita.

    Dichiarazioni "storiche" più Recenti ...? ...:

    "La nostra razza e' la razza padrona. Noi siamo gli unici semi-dei ,con qualita' divine,di questo pianeta. Noi siamo tanto diversi da tutte le altre razze inferiori quanto loro lo sono dagli insetti,di fatto,quando comparate alla nostra Razza,tutte le altre razze sono composte da bestie,nel migliore dei casi loro sono i nostri ovini e bovini. Noi possiamo considerare le altre razze come i nostri escrementi umani. ... Il nostro destino naturale e' il dominio delle razze inferiori ,il nostro Regno qui ,in terra,dovra' essere comandato con l'uso del bastone di ferro. Le masse di razze inferiori dovranno sempre leccare i nostri piedi e servirci come schiavi". Menachem Begin Primo Ministro d'Israele, 1977 - 1983 (riferito non solo ad arabi)
    "(I palestinesi) saranno schiacciati come cavallette... con le teste sfracellate contro i massi e le mura." (Yitzhak Shamir a quel tempo Primo Ministro d'Israele in un discorso ai coloni ebrei, New York Times, 1 aprile 1988)
    "Israele avrebbe dovuto approfittare dell'attenzione del mondo sulla repressione delle dimostrazioni in Cina, quando l'attenzione del mondo era focalizzata su quel paese, per portare a termine una massiccia espulsione degli arabi dei territori."
    (Benyamin Netanyahu, allora vice ministro degli esteri, ex Primo Ministro d'Israele, in un discorso algi studenti della Bar Ilan University, dal giornale israeliano Hotam, 24 novembre 1989.)
    Ecc ... Ecc ... Ecc ... Centinaia dichiarazioni come questa: Ecc ...)

    NOTIZIA RECENTISSIMA e poco diffusa che riporto con il Copia/Incolla:
    _______________________________________________________________________________________
    Israele: "rabbino Shapira, bisogna uccidere i bambini non-ebrei"
    Giovedì 29 luglio 2010 alle ore 14.41
    TELAVIV - È stato arrestato solo per qualche ora il rabbino supremo Yitzhak Shapira dopo aver incitato i sionisti a "uccidere
    i non-ebrei e i loro bambini".
    Secondo quanto riferisce lo stesso quotidiano israeliano Ha'aretz, Shapira che è leader spirituale di una comunità religiosa
    -militare detta "Hai Yeshiva" è l'autore del controverso libro "The King's Torah" in cui teorizza come pratica religiosa
    l'assassinio di non-ebrei e dei loro bambini.
    Shapira, nel suo libro, spiega le condizioni che a suo avviso rendono legale per un ebreo l'uccisione di un non-ebreo o di un
    "gentile".
    Ad esempio se il "gentile" critica Israele è dovere religioso ucciderlo.
    La polizia ha fatto irruzione nell'ufficio del religioso per raccogliere alcune copie del libro la cui diffusione è stata
    dichiarata illegale.
    (Irib Redazione Italiana)
    Commento:
    Il monoteismo giudeo-cristiano è il cancro che da 2000 anni a questa parte appesta il mondo; ha scatenato guerre, ha
    distrutto interi popoli e culture, ha allontanato l'umanità dalla natura generando la crisi ambientale contemporanea.
    L'umanità deve liberarsi del monoteismo e i popoli devono riscoprire le proprie VERE radici etniche.
    http://italian.irib.ir/notizie/palestina-news/item/83829-israele-rabbino-shapira-bisogna-uccidere-i-bambini-non-ebrei
    __________________________________________________________________________________________

    Io: "Personalmente di persona" ... Come dice "Catarella" nel serial televisivo de "Il Commissario Montalbano"... a questa gente "Prescelta dal Signore", Credetemi sulla parola, le prenderei letteralmente a calci in Culo .... assieme al loro deficiente e malvagio "Signore DIO Yhavè" dei miei stivali.
    E credetemi ancora sulla parola, se affermo che di simil Idiozie Farneticanti Ebraiche (di quelle talmudiche) ve ne sono perlomeno ancora qualche centinaio in simil Tono in mio possesso, e mi chiedo sincera-Mente pure se Hitler era a conoscenza di questi efferrati concetti bestiali di questo popolo Perfido, Zozzo, Infame e maledetto dal resto del mondo, prima che accadesse la Shoà di cui si nutrono serissimi dubbi di storicità sull'accaduto, almeno da come é ufficialmente "raccontato"..
    Vedete carissimi amici, questi imperativi morali sottoriportati ... tratti tra le altre cose, nel decalogo:
    "Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo."
    "Non desiderare la moglie del tuo prossimo."
    "Non desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna delle cose che sono del tuo prossimo".
    Eì evidente che non si tratta affatto di leggi moralistiche assolute e universali, come noi oggi noi tutti li possiamo ritenere con la nostra tipica concezione Amorevolmente umanitaria Solidale, universalistica e scolastica.
    E chiaro che si tratta di leggi "morali" che vanno fatte rispettare unicamente in rapposto a chi stà vicino all'ebreo (Amico), vicino non nel senso metrico del termine, ma cioè in rapporto, a chi è ebreo come lui.
    Nel contorto, delirante, "Diabolico" pensiero ebraico tradizionale, da SEMBRE il "prossimo/Amico" è soltanto l'altro ebreo l'altro eletto Bisunto e Zozzone Infetto (oggi: Mental-MENTE) come lui, e il dovere morale di non desiderare le cose o la donna del "prossimo/Amico" riguarda solo l'altro ebreo come lui, e non riguarda affatto il "gentile", il "Proselito", suo nemico per antonomasia da odiare a morte da abbattere e sottomettere a qualunque costo.


    Se questi "Concetti", queste leggi, questo Modo di pensare EBRAICA-MENTE il Gentile, è stato Ispirato dal "Genio" di Israele, ovvero da quel Fetendentone Deficiente Dio Yhavè, bisogna ricordarsi a Memoria che questi, altri non è che lo stesso DIO, che il Cristo dei vangeli chiama "Abba Padre", pensate un pò, e lo stesso DIO Fetendone dei cristiani.


    Addirittura è riportato la dichiarazione di Gesù: "io e il padre siamo uno" ... e lo dice senza VERGOGNARSI minima-MENTE.

    E ancora: "Non crediate che io sia venuto a portare la pace sulla terra. Non sono venuto a portare la pace, ma la spada. Perchè sono venuto a dividere il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno i suoi famigliari." Matteo 10, 34-38
    Ed è Luca che ribadisce il concetto di Matteo:
    "Sono venuto a portare fuoco sulla terra e come vorrei che fosse già acceso! Devo ricevere un battesimo e quanto mi sento angustiato, finché non sia compiuto. Credete che io sia venuto a mettere pace sulla terra? No, vi dico, ma la divisione. Perché d’ora in poi cinque persone in una casa saranno divise, tre contro due e due contro tre. Saranno divisi il padre contro il figlio, il figlio contro il padre, la madre contro la figlia, la figlia contro la madre, la suocera contro sua nuora, la nuora contro la suocera." Luca 12, 49-53
    Dice ancora Gesù il Pazzo di Nazarhet dei cristiani:
    "Se uno viene a me e non odia il padre e la madre, la moglie e i figli e i fratelli e le sorelle, ed anche la sua vita, non può essere mio discepolo." Luca 14, 26

    Mi chiedo perchè leggendo tutte queste "DIA-boliche" fesserie Bibbliche, devo intenderle diversamente da come è scritto.

    Ma voi sapete BENE che cos’è una "dottrina sociale" ...?

    Una dottrina sociale è quell’insieme di linee guida che determinano i rapporti sociali, la morale sociale, le relazioni fra gli individui e le loro istituzioni e, in ultima analisi, il sistema giuridico di una società.

    Una dottrina sociale mette al centro delle sue affermazioni l’uomo ... L’uomo inteso come soggetto sociale.
    Una società si chiama DEMOCRATICA quando il sistema giuridico si irradia dall’individuo, inteso come soggetto, di un insieme di soggetti della società.

    Mentreinvece, una società si dice Cristiana quando il sistema giuridico si irradia dal DIO, inteso come padrone assoluto, agli individui che formano il "popolo di DIO".
    In una società DEMOCRATICA i DIRITTI Innati che sono dell’uomo SONO é DEVONO ESSERE i DOVERI delle Istituzioni.
    I diritti dei cittadini sono doveri che le Istituzioni devono preservare e garantire per non essere estranee al corpo sociale.
    In una società Cristiana i diritti, intesi come diritti assoluti, indiscutibili, compreso il diritto al genocidio, sono i diritti del DIO padrone che riserva agli uomini il diritto assoluto all’obbedienza.
    Queste due forme, nella situazione storica attuale, sono mediate dal fatto che l’attuale società democratica emerge dall’assolutismo Imperialista Cristiano.
    Un assolutismo che non è solo di ordine Giuridico-Razionale, ma è di ordine Ppsico-Emotivo.

    E’ Psico-Emotivo in quanto è imposto nell’intimo delle persone. (Fede - Paura - sacro timore - Incapacità di distinguere e decidere)
    Le persone Cristiane non riescono a pensare alla loro esistenza senza un padrone dal quale dipendere in TOTALE Sottomissione.
    Tanto più forte è il fattore di stress e di depressione vissuto da queste persone nella quotidianità, come risposta ai problemi della vita, e tanto maggiore è il bisogno di dipendenza e di riaffermazione del loro rapporto col DIO padrone e con tutta la superstizione che lo determina e lo contorna.
    Incutere terrore prima al fine di imporre i Comandamenti.

    Perché?

    Perché se non viene imposto il terrore alle persone queste non accolgono il Decalogo, ma "pretendono di discuterlo".

    E il BASTARDONE DEFICIENTE DIO degli Ebrei e dei Cristiano poi, non può permettere che gli uomini si elevino al suo stesso rango discutendo i suoi ordini e la sua parola.
    Ebrei e Cristiani possono discutere su come applicare la verità del loro DIO, ma non possono mettere in discussione la verità del loro DIO per cercarne altre o diverse.
    Cercare altre verità è proibito ad Ebrei e Cristiani.
    Pena la morte:
    "Chi sacrifica ad altri Dèi fuorché al dio padrone solo, sia punito con la morte."
    Esodo 22, 19
    Infatti, nella Genesi il DIO padrone dei Cristiani dice:
    "Ecco, l'uomo è diventato come uno di noi, avendo la conoscenza del bene e del male: che non stenda ora la sua mano e non colga dall'albero della vita, per mangiare e vivere in eterno."
    Genesi 3, 22

    Mentre nel codice di Hammurabi (o Hammurapi) si dice che quelle leggi vengono fatte: "affinché il più debole abbia giustizia nei confronti del più forte", i dieci comandamenti (che scimmiottano malamente i codici Babilonesi) sono fatti al fine di legittimare "la violenza e lo stupro del più forte sul più debole criminalizzando la ricerca di giustizia nei confronti delle violenze subite dal più forte".

    "Chi pertanto mi riconoscerà davanti agli uomini (Sarà riconosciuto da me come:Prossimo, Amico, Proselito), anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio (come:Prossimo, Amico, Proselito) che è nei cieli, ma chi mi rinnegherà dinanzi agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al padre mio che è nei cieli." (e Sarà Riconosciuto come GENTILE) Matteo 10, 32-33
    "E chi non prende la sua croce e mi segue, non è degno di me (non sarà considerato:Prossimo, Amico, Proselito).
    Chi tiene conto della sua vita, la perderà (Perchè e LUI ad Ammazzarlo, o chi per LUI), e chi avrà perduto la sua vita per amor mio, la ritroverà (e Sarà riconosciuto da me come:Prossimo, Amico, Proselito)." Matteo 10, 38-39
    "Non andate fra i gentili e non entrate nelle città dei Samaritani. Andate piuttosto dalle pecore perdute della casa d’Israele. Durante il viaggio predicate dicendo: "Il regno dei cieli è vicino" (Non prima della fine del Mondo). Guarite i malati, resuscitate i morti, mondate i lebbrosi, scacciate i demoni; gratuitamente avete avuto, gratuitamente date." Matteo 10, 5-8
    "In qualunque città o villaggio entrerete, informatevi se vi è qualcuno degno e dimorate presso di lui fino alla vostra partenza (Solo se è perlomeno un Proselito). Entrando nella casa salutatela; e se la casa ne è degna, scenda la vostra pace sopra di essa; ma se non ne è degna, ritorni la vostra pace a voi. Se qualcuno non vi riceve né ascolta le vostre parole, uscendo da quella casa o da quella città, scuotete la polvere dai vostri piedi. In verità vi dico: nel giorno del giudizio il paese di Sodoma e di Gomorra sarà trattato meno severamente di quella città." (Alla faccia del Buon Samaritano) Matteo 10, 11-15

    In pratica il pazzo di Nazaret Gesù ordina di terrorizzare le persone, mettere loro paura per sottometterle alle sue IDIOTE farneticazioni di Onnipotenza Patologica.

    Chi può essere coinvolto ..?

    Chi vive di paura o chi spera che la distruzione di questo presente gli cancelli gli affanni della vita.
    E in effetti la strategia di Matteo esclude che tale predicazione venga fatta ai Greci, ai Romani o agli Egiziani: quei predicatori sarebbero stati ridicolizzati e come Minimo presi letteral-MENTE a calci in Culo.
    In effetti reali, sta dicendo Matteo:
    "predicate là, fra gli straccioni Ebrei, che tanto sono convinti che arriverà il messia, loro sono dei creduloni che vorrebbero essere i padroni del mondo da quando si sono inventati del patto fra Abramo e il DIO creatore dell’universo!"
    Ma soprattutto, dice Gesù, usate l’inganno ... Raccontando fandonie del tipo: "Noi resuscitiamo i morti!" o del tipo: "noi curiamo le malattie", oppure: "Noi scacciamo i demoni!", "noi mondiamo i lebbrosi", così i creduloni accorreranno e saranno facile preda delle lusinghe, si metteranno in ginocchio, e voi gestirete la loro vita ... più semplice di così!.

    Non si capisce bene perché, dal momento che molti guaritori come Vanna Marchi finiscono in galera per truffa ed abuso della credulità popolare anche a quel tempo, la medesima legge non è applicabile alle farneticazioni del pazzo di Nazareth.
    I creduloni fanno massa e quando saranno convinti che da lì a poco ci sarà la fine del mondo o che loro resusciteranno una volta morti, altro che il paradiso delle vergini dei musulmani, saranno pronti a fare a pezzi chiunque tenterà di dissuaderli.
    (anche per questi motivi erano considerati dei CRETINI PAGANI in quell'Epoca Storica dai Pagani Romani)

    Perché Fu detta la Frase: La frase: "Andate piuttosto dalle pecore perdute della casa d’Israele." Matteo 10, 5

    Bisogna sapere che in quel tempo a Gerusalemme predicavano i Cinici, gli Stoici e i Platonici.
    Il pensiero greco era maggioritario in Israele, spesso in tutte le sue forme.
    C’era il movimento Ebraico dei Farisei, i puri, che tentavano di conservare la tradizione e decine di altri Micro-Movimenti con altrettanti messia.
    C’erano numerosi templi greci.
    E poi, guarda Caso: c’erano loro, gli Estremisti, Stragisti, Terroristi, Straccioni Zozzi e Schifosissimi Zeloti, che dovevano condurre le pecore perdute della casa d’Israele alla conquista del mondo.
    Non esiste per Gesù una Società Civile, donne e uomini che vivono, affrontano la vita, godono e combattono per la loro esistenza.
    Per lui esiste solo chi è sottomesso a lui e a quel "Deficiente" padre e padrone Cretino Rabbioso Yhavè che fa i suoi propri interessi, e altro che viene indicato come pecora, altro non é che bestiame da costringere a entrare nel suo ovile con qualunque mezzo.
    Sono solo degli strumenti di propaganda il cui fine è costringere le persone alla sottomissione.
    Ed è in questa ottica che vengono predicati, imposti e diffusi.
    Le farneticazioni dei vangeli sono macroscopiche e quando quelle affermazioni non vengono accettate acriticamente le persone vengono torturate e macellate ...!
    Dopo secoli e secoli di massacri, di fame, pestilenze, distruzioni sistematiche di società civili, qualcuno pensa che l’idea di un DIO creatore sia naturale e non scorge invece la devastante violenza terroristica e criminale con la quale è stata mposta.
    Qual è la relazione fra quanto dice Gesù, duemila anni fa, e le persone di oggi ...?
    Il personaggio Gesù è un Criminale, per quanto descritto nei vangeli cristiani, ed é responsabile di ogni delitto che per suo mandato è stato compiuto.
    Anche se a quei tempi, chi ha scritto i vangeli inventandone il Personaggio, poteva solo descrivere un Gesù farneticante, quelle farneticazioni sono diventate la dottrina che ha incitato alla strage e al genocidio nel corso di tutta la storia da allora in poi ... fino ai nostri giorni.
    Gesù è responsabile di tutti quei delitti e non ha attenuante in quanto egli stesso affermava che la sua sapienza deriva dal DIO creatore e padrone suo padre Yhavè.
    In altre parole la differenza fra il Cristiano e il non Cristiano sta nella propria collocazione psichica davanti al medesimo testo: il Cristiano si immedesima col DIO che macella l'umanità immaginandosi al suo fianco trionfante, il non Cristiano si immedesima nell'umanità che, affrontando la propria esistenza con coraggio, si vede spazzata via da un potere incontenibile Vile Zozzo, Vigliacco, Schifoso e Distruttore Cristiano.
    Il problema non sta sui Srafalciati testi sacri dei Cristiani: Sta nella struttura emozionale del Cristiano.
    Come l'individuo che chiama sé stesso Cristiano ha fondato il proprio divenuto.
    In pratica il Cristiano legge le stesse cose che leggo io o voi se non vi "Sentite" Cristiani, dai suoi sacri testi stronzi, ma il Cristiano vi proietta sopra la propria immaginazione.
    Proietta quello che LUI vuole che sia negando l'evidenza di quanto contrasta con la sua immaginazione.
    Il Cristiano, pertanto, non è in grado di discutere della propria struttura religiosa in quanto questo mette in discussione la sua struttura emotiva e l'immaginazione che proietta da sé nella lettura del mondo e nell'interpretazione della sua religione.
    Quando si discute con un Cristiano non si discute di religione, ma si discute di come lui è, o vorrebbe essere !
    Ed è per questo che un Cristiano è disposto a distruggere tutto in quanto non può permettere a nessuno di mettere in discussione ciò che lui è.

    Sappiamo che nella'alto Medioevo la chiesa cattolica perseguitò brutalmente ogni oppositore e li catturarono, torturarono, ed i tribunali dell'inquisizione li fecero bruciare vivi in un rogo ... la crociata contro gli Albigesi e dunque la comparsa dell'inquisizione, rientra nel periodo medievale ... Giordano Bruno è uno dei tantissimi che sono stati arsi vivi ... I catari furono brutalmente uccisi in Francia su ordine del re di Francia, uomini, donne, bambini, vecchi, animali, case bruciate, campi bruciati ... hanno fatto cioé quelle "cose" che conoscevano nell'aver letto e riletto lo Schifoso Etica-MENTE Immondo VT.

    "DIO é Amore".

    Quante volte abbiamo sentito Ripetere tale frase dai Cristiani ...?
    L'Amore SICURA-MENTE è, una "Cosa": Cioè un'Emozione NATURALE ... e come tale va GESTITA.
    Ma non va Cambiata per non SNATURARLA.
    E se è un'Emozione deve essere per forza e per ragione: un Prodotto NATURALE INNATO nella mente umana.
    E se è un Prodotto ... la "Qualità" dell'Emozione sarà diversa per ognuno di noi ... che la esplichiamo.
    Ma non perchè a noi umani, di fronte a certe emozioni NATURALI INNATE, tale Emozione prodotta e poi tanto diversa l'uno dall'altro.
    Anzi l'Emozione di partenza e NATURAL-MENTE sempre la stessa ... e col "Cammino Imposto" IMPROPRIO che diventa diversa e "INCANALATA" in lidi decisa-Mente ALIENI all'"Essere" umano stesso.

    Per esempio, al Modo di Vedere del Cristiano: Come si fa ad immaginare un Amore Incanalata in una "Porta Stretta" ... e al contempo "ESSERE" l'Amore Senza Compromessi ...?

    Già il fatto che è "Incanalata" in una "Porta Stretta" è di per se POI SERIA-MENTE Compromessa.

    Diventa cioé un Amore Pilotato, Controllato, Incanalato in Strettoie Mentali Umilianti e Degenerate, al Servizio del "Controllore" di Turno.

    L'Amore, quello vero, Puro, Incontaminato, Incontrollato, Libero, non ha Bisogno di "Strettoie" INNATURALI ... nasce Già Libero Potente Autonomo e Altruista ... e Sopratutto Già SOCIALE.

    Mentreinvece è l'Amore "Cristiano", l'Amore "Musulmano", l'Amore Ebraico ... quelli si, che sono ASOCIALI, INNATURALI è LIBERTICIDE e SCHIAVISTE.
    Cioè le ideologie Religiose Monoteistiche ... quelle "Rivelate" e del "Libro" sacro ... é a tutti gli Effetti Pratici e Culturali, la VERA DANNAZIONE Umana.

    Quante volte abbiamo sentito la frase: "La religione è l’oppio dei popoli!" ?.

    Troppo spesso ci si dimentica di definire le condizioni e le cognizioni di religione che aveva chi ha usato quella frase.
    Dall’avvento del monoteismo la religione fu lo strumento per agire sulle Emozioni umane Incanalandole, rinchiudendoli in Spazi Stretti, in un recinto, per impedire loro di spaziare in tutti i bisogni della loro esistenza aggregata.
    Sì! in questo senso La religione è l’oppio dei popoli.
    Ma la religione deve rimanere solo oppio dei popoli ...?
    La religione è uno strumento che serve soltanto per costringere il Bestiame Umano a stare in un recinto come il "Gregge di Pecoroni del Buon Pastore" desiderato dal Pazzo di Nazarhet Gesù, Gregge di Pecoroni sottomesso ad un DIO, impossibilitato a costruire il suo futuro da SOLO senza IMBUTI, Strettoie, Coercizioni Ideologiche di ogni tipo e religione.

    L'amore per Gesù non era e non poteva "ESSERE" per il "Prossimo" oppure "L'Amico" come lo intendiamo noi ... e nemmeno poteva "ESSERE" il Padre, la Madre, i Fratelli e le Sorelle della Famiglia di cui si Apparteneva, Giammai !:
    "Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli ...? ... Sono coloro che fanno la volontà del Padre mio" (E la sua volontà) (Mt 12,46-50).
    Cioè: se il Padre, la Madre, i Fratelli e le Sorelle della Famiglia di cui si Apparteneva, erano ATEI ... si dovevano Uccidere per forza:
    "Il fratello denuncerà il fratello perché lo si condanni a morte, e il padre il figlio, e i figli si solleveranno contro i genitori e li faranno morire."
    Matteo 10, 21
    E ancora:
    "Chi ama il padre e la madre più di me non è degno di me, e chi ama il figlio e la figlia più di me, non è degno di me." Matteo 10, 37

    Il DIO dei Monoteisti è il padrone di schiavi.

    O le persone diventano sue schiave a LUI o lui, afferma, di massacrarle e annientarle: i Cristiani e i Cattolici in particolare poi eseguono per lui.
    Il DIO dei cristiani si NUTRE (fisicamente e letteralmente) dell'energia di morte emessa dagli Esseri Umani in ginocchio, sottomessi, timorosi e impauriti nell'affrontare la loro vita: il DIO dei cristiani si nutre dell'energia degli individui trasformati in soggetti di carità ...!
    Il DIO dei cristiani è terrorizzato dagli uomini coraggiosi che affrontano la loro vita da soli o Organizzati, che tentano di risolvere da Soli i propri problemi, che ritengono le loro Personali azioni importanti per la società in cui vivono.
    Questi uomini, il DIO dei cristiani li deve ammazzare: si sente offeso dalla loro superbia ... sopratutto dalla sua Capacità nel saperlo fare sul serio !

    Cosa offende il DIO dei cristiani ...?

    Chi se non il Fariseo che sale al tempio e che gli fa notare come lui abbia rispettato ogni legge e ogni patto e si aspetta GIUSTA-MENTE che il suo DIO padrone, a sua volta, onori ogni legge e ogni suo patto ...!

    Ma, di costui Gesù, il Pazzo Megalomane di Nazareth ha paura, preferisce il Pubblicano, che consapevole di aver violato le leggi, può ricattarlo, offenderlo, umiliarlo e sopratutto Schiavizzaarlo e incanalarlo nella "Porta Stretta" "Ispitata" dalla Sua Patologia Mentale da Ricovero, in quanto, consapevole di essere un "peccatore".

    Il pazzo Megalomane di Nazarhet, l'esaltato Gesù avrebbe perso ogni diritto a chiedere giustizia ...!... il Fetendone Maledetto ... Peccato che l'hanno "Suicidato" solo a 33Anni e non prima ... ci saremmo sicuramente risparmiato le stronzate Evangeliche ... almeno in buona parte ...!

    Mentreinvece: Che cos’era la religione prima dell’avvento del monoteismo ...?

    Era il respiro di Libertà dei popoli.
    Erano gli Dèi che indicavano la via per liberarsi dalla Coercizione, dalla Sottomissione, anche quando le società civili avevano al suo interno l’organizzazione del lavoro schiavista.

    Con l’avvento del Monoteismo, una società schiavista non ebbe nessun DIO Amorevole ad indicare la libertà degli Esseri Umani, ma aveva un DIO, il DIO dei monoteisti, che elevava lo schiavismo a dogma divino per impedire agli Esseri Umani di costruire la propria libertà di Gruppo e individuale.
    Il DIO dei Cristiani, dei Musulmani, degli Zozzoni Ebrei, non indica MAI la libertà, ma indica a quale prezzo può essere venduto uno schiavo ...!

    Perché quel DIO, viene imposto FORZOSA-MENTE come una dose di Eroina: è l’oppio dei popoli ...!
    Egli é colui che crea dipendenza per sancire il proprio diritto al possesso degli Esseri Umani.

    Ma RELIGIONE significa "il legame emotivo che lega il singolo individuo al mondo in cui è nato e si sviluppa".

    Chi disse che "la religione è l’oppio dei popoli" disse anche che "l’assoluto è il divenire dell’uomo nella natura!".
    Quel legame magico e Naturale che lega il nuovo nato al mondo in cui è germinato e che porta, del mondo in cui è germinato, i caratteri adattativi per costruire le sue strategie d’esistenza.
    Dunque, la religione è oppio dei popoli solo per chi vuole riempire di oppio i popoli affinché non disertino dal gregge che è stato loro imposto.
    Sia che a questi popoli sia stato imposto il "Gregge Cristiano" (con tutte le sue sfaccettature), sia che sia stato imposto il "Gregge Ebraico" (con tutte le sue variabili), sia che sia stato imposto il "Gregge Islamico" (con tutte le sue diversità), sia che sia stato imposto il "Gregge Buddista" o Induista (con tutte le sue rappresentazioni).
    Ma non è la religione in sé l'oppio dei popoli, la religione è un legame emotivo, perfezionato da caratteri evolutivi, che lega l’uomo al mondo in cui vive e che gli permette di coltivare un futuro armonico fra le proprie tensioni soggettive e l’oggettività in una comune fondazione del futuro.

    La religione "non è ciò che è", ma è ciò che noi vogliamo che essa sia.
    La religione si riempie dei significati che NOI vogliamo attribuirle nella fondazione delle relazioni fra noi e il mondo.
    Se per qualcuno la religione è solo oppio, solo l’oppio sarà per lui la religione: solo "dipendenza e sottomissione" saranno i messaggi che trasmetterà quando parlerà di religione.

    Che cos'è la verità ...?

    E' ciò che io conosco e percepisco in questo momento.
    Solo che domani mi trasformo e percepisco una diversa verità.
    Quando ero un feto nella pancia di mia madre avevo una "verità del mondo", a cinque anni ne avevo un'altra, oggi un'altra ancora, domani chi lo sa, propabilmente ancora un'Altra.
    Se qualcuno pretende di impormi una verità esterna immutabile, in "ME" uccide il mio divenire e le mie trasformazioni: cioè mi deruba del futuro e della vita Mia.

    Nella religione Greca la Verità era una divinità vergine (che nessuno la poteva possedere) ed immobile, Madre ESTIA.
    Era il centro della casa e il senso della vita nell'attimo presente.
    Solo che Estia aveva una sorella in perenne ricerca di nuove e diverse verità, ed era Madre DEMETRA.
    Così, DEMETRA modificava ESTIA ed ESTIA fissava la nuova modificazione dentro all'individuo e manteneva quella percezione finché l'individuo, affrontando il nuovo e lo sconosciuto, spinto da Madre DEMETRA, formulava una nuova e diversa verità: una nuova e diversa madre ESTIA.
    Madre ESTIA era a guardia affinché l'individuo non tornasse indietro, non tornasse nell'utero, non tornasse a "verità" già superate.
    Pertanto, se c'è un punto di partenza questo può essere solo la LIBERTA'.
    Altrimenti non si parte.
    Si è immobili in convincimenti immodificabili.
    E si Soffoca ...

    Se l'Amore non è Conseguenza della Libertà ... non è Amore e mai lo sarà.

    Infine, ricordo che nella Mitologica religione Greca Madre AFRODITE non è SOLO "l'amore dei sensi".
    Madre AFRODITE èra la pulsione emotiva che dette origine alla vita, èra la pulsione che ci permette, a noi, Esseri della
    Natura, di distinguere fra ciò che è animato da ciò che non lo è.
    Madre AFRODITE era ANCHE l'amore sessuale e sensuale, ma era pure ogni trasporto EMOTIVO che ci spinge ad andare incontro al mondo e agli altri. (al Prossimo - all'Amico e Nemico)
    Ciò che spinge gli Esseri del mondo a venirci incontro.
    Era o Rappresentava a tutti gli effetti, il trasporto Emotivo dell'Amore che non ammette RESTRIZIONI di Sorta.
    Quando viene Ristretto, Sottomesso, Condizionato, Incanalato, Inevitabil-Mente si esprime sotto forma di patologia psichiatrica.
    Questo perché le relazioni con gli altri sono il fondamento della nostra esistenza NATURALE.
    Madre AFRODITE è sorella delle Erinni: ALETTO MEGERA e TISIFONE, le personificazioni femminili della vendetta (Furie nella mitologia romana):
    Ovvero l'ultima difesa degli Esseri della Natura, e dell'Essere Umano nel nostro caso, quando qualcuno tenta per Esempio di sottometterci (Incanalarci in in una Porta Stretta ...) ad una morale Religiosa-Mente Coercitiva.

    La Natura se è Violentata diventa Vendicativa e Violenta.

    La violenza non è solo il rifugio degli Incapaci, ma è anche l'ultima risorsa dei Disperati.

    Nemmeno Padre ZEUS ha modificato AFRODITE per trasferirla negli Esseri della Natura.
    Se non l'avesse accettata in quanto tale non sarebbe mai nata la vita sul pianeta.
    Ecco cosa per gli antichi Era e Rappresentava L'Amore.

    Devo ammettere che il mio rapporto con la teodicea è sempre stato abbastanza semplice, forse troppo semplice.

    In pratica, non ho mai nutrito alcun dubbio che l’incompatibilità concettuale tra un DIO Onnipotente, Onnisciente, Sommamente
    Buono e il male del mondo sia, già di primo acchito, la più palese dimostrazione della TOTALE inesistenza di Dio.
    Di un DIO così poi ... a Rigor di logica e di Pace interriore, non se ne DOVTEBBE sentire NEMMENO la mancanza.

    Già nell’antichità classica vi era chi sosteneva la stessa cosa: Diagora, per esempio, e soprattutto Epicuro.
    Da tempo la Chiesa cattolica stessa considera una perdita di tempo darsi da fare per risolvere l’irresolubile dilemma: DIO è Buono o Cattivo ...?.
    O si accetta così, oppure si accetta così, a meno chè non l'Accettiate così ... cioè alla "maniera" dei Cristiani.
    La vita o la si accetta o la non si accetta.
    Chi l’accetta, sorride, nonostante la tragicità che essa comporta, poiché ha capito di esser parte del grande gioco CICLICO cosmico di nascita e morte, Creazione e Distruzione.
    Chi non l’accetta si rifugia in DIO o in altre idealizzazioni che della realtà la distorcono e (Sopratutto) la "Controllano" completamente.
    Il principio è il seguente: "In un sistema finito, con un tempo infinito, ogni combinazione può ripetersi infinite volte."

    Ciò significa che nell’Universo, la materia, essendo finita e immersa in un tempo infinito, ripeterà una determinata combinazione infinite volte.
    La vita stessa, tutti i momenti, tutti i pensieri, tutte le azioni, le gioie, i dolori, torneranno eternamente, e nulla sarà diverso.

    .... "Così una volta lanciai anch'io la mia illusione al di là dell'uomo, come tutti coloro che abitano un mondo dietro il mondo. Davvero al di là dell'uomo. Oh, fratelli, questo DIO che io creai era opera dell'uomo e della follia dell'uomo, come tutti gli DEI !” (Così parlò Zarathustra)

    Da giovane lessi da qualche parte, un Giornale forse, e poi lo fotocopiai, una storia raccontata diversamente da come é Raccontata dalla Torà.
    Certamente tale racconto é Frutto inriverente anche se tratta dall'Originale Biblico, Io ve la Trascrivo in Maniera Breve, perché la parte inportante e il Finale, che a me PARE Risolutivo per sercrivere l'Amore e lo scopo che in Natura Ha:
    "E Dio, per mettere alla prova la fede e l’obbedienza dell’uomo, ordinò ad Abramo di prendere suo figlio per offrirlo come
    olocausto su un monte. Abramo levandosi di mattino presto, partì con Isacco verso il monte, con la legna e tutto il necessario per offrire il suo unigenito come sacrificio al Signore. Giunto al monte trovò DIO Tutto Contento e Ansioso che lo aspettava, l’Onnipotente era seduto su una roccia e si teneva la folta barba bianca sudicia e incolta e puzzolente tra le mani ... Quel Sadico deficiemte non si sarebbe perso per nulla al mondo quello spettacolo atroce ..."
    (Dopotutto aveva sempre agognato che il suo popolo sgozzasse e squartasse animali e Uomini anche tra di loro ... in suo onore, ma vedere un padre che ammazzava il proprio figlio era certo un altro spettacolo schifosa-MENTE Imperdibile.)
    "... Abramo legò di forza Isacco, alzò il pugnale…esitò qualche secondo, vedendo (Giusta-Mente) la faccia terrorizzata e impallidita del figlio, poi, di colpo, balzò davanti a DIO, e (Da Buon Padre e Difensore di Famiglia) senza pensarci su due volte conficcò Giusta-Mente con forza il pugnale nello sterno del Signore DIO, che, per quanto onnisciente che fosse, non aveva previsto la sua improvvisa reazione. E l’Eterno, stupìto, cadde al suolo agonizzante, col pugnale conficcato a fondo nel suo perfido Cuore .. final-MENTE boccheggiò e poi spirò, evitando Fortunata-MENTE una futura Nefasta incarnazione in un ebreo redentore dell’umanità. Abramo si rese allora conto che colui che aveva sempre servito non era immortale. Si girò, andò da suo figlio Isacco e lo slegò, dicendogli, con l’affetto che possiede ciascun padre amorevole, che era tutto passato e che oramai non doveva temere più nulla, giacché lo Schifoso tiranno era finalmente morto. Tuttavia il figlio ebbe per tutta la vita gravi danni psicologici, derivati dalla scampata morte semi/attuata dal padre. E da quel giorno,su quel monte, in memoria dell’accaduto, fu innalzato una "Stele" in pietra (Un Fallo Eretto) che recava la frase:
    ..... "DOBBIAMO SACRIFICARE DIO ALL'AMORE ... SE NON VOGLIAMO SACRIFICARE L'AMORE A DIO" .....

    Perchè sapete, abbiamo religioni a sufficienza per farci odiare, ma non a sufficienza per farci amare l’un l’altro.

    Un saluto a tutti.

    Basketball Basketball Basketball Pasquino bounce bounce bounce affraid

    N.B.
    Se Gesù anziché finire in croce veniva impalato ............ adesso, secondo voi ... ai santi dove comparivano le stigmate ...?


    Ultima modifica di io_Pasquino il Mer Apr 27 2011, 10:19, modificato 11 volte
    avatar
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da luomodelponte il Gio Apr 21 2011, 23:50

    Gentile pasquino , ti sei lasciato andare un pò... vero ??? purtroppo tra il predicare e il fare cè di mezzo il mare , ciò che assolutamente ti sfugge è che l'umanità di ieri , era moooolto diversa di quella odierna , fai ridere i polli , con la tua analisi totalmente sganciata dalle condizioni culturali dell'epoca , l'uomo di allora era in perenne combattimento , poichè la spinta individualistica naturale che ha animato l'umanità sin dalla preistoria poggia solo ed esclusivamente sigli istinti animaleschi del più forte . onestamente non ho letto la kilometrica tua dispquisizione , condita con espressioni quanto meno dubbie e certo riprovevoli , dalle quali nessuno guadagna nulla , ma tu perdi il tuo apprezzabile ironico contegno. se ti leggi la bagavaghita , vedrai che la guerra e la lotta sonoi state inevitabili espressioni di una natura primordiale , e che solo l'intervento del divino nella storia ha permesso che tu oggi ti senta , uomo "di nostra tipica concezione Amorevolmente umanitaria Solidale, universalistica e scolastica" altrimenti forse anzichè scrivere , la massimo faresti tanti simaptici grugniti.
    AL TEMPO STESSO voglio farti notare che , la natura umana di base è nella sua dinamica occulta e prorompente e nessuno in ultima analisi ne può essere esente se non attraverso un cammino , volontazio , consapevole e ampiamente meritato .

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da io_Pasquino il Sab Apr 23 2011, 11:58





    Citazione:
    "onestamente non ho letto la kilometrica tua dispquisizione"

    Ecco Bravo, allora Prima di giudicarmi tramite la sua cervellotica "Natura Pripordiale" Teosofica ciò che scrivo ... impari a leggere ME sopratutto, e poi pure la STORIA delle religioni ... Compresa la sua ... (Sopratutto a Capire) ... e poi ... se proprio deve paragonarmi "Specchiandosi" nel Tubo di Cartone del suo Caleidoscopio a qualche tipo di entrelacement culturale suo personale da strapazzo ... solo poi, se proprio non può farne a meno dicevo, calpesti pure i Gabbasisi a chi ne sa più di lei.

    Ciò che a lei Purtroppo sfugge invece, (Ma non é Colpa sua) e che le persone Oggi saranno meno "Primordiali" di allora ... Ma ... i Deficienti e Zozzi DII che Ancora Adorano come Feticci Sacri ... Dottrine e Insegnamenti compresi ... sono gli stessi di Allora .. Il SUO Feticcio Sacro non fa Eccezioni.

    E poi mi scusi tanto: il Solo intervento del Divino nella storia che Riconosco e che ha permesso che io mi senta : "... uomo di nostra tipica concezione Amorevolmente umanitaria Solidale, universalistica e scolastica ..." come lei Dice ... e quell'Eccellente nettare del Vino-Di Avola delle mie parti, che bevo regolar-MENTE in trattoria durante il pranzo Mediano. (uno o Due bicchieri al massimo) ... e le assicuro che é Fatto decisamente DI-VINO.

    Per il SUO cammino Volontario consapevole, il merito, le assicuro che sarà SOLO e soltanto TUTTO SUO !

    Ma ... non le avevo detto che con lei avrei solo parlato di Paperino ...?
    Vorrei regalarle il "Manuale delle Giovani Marmotte" - 1 ° Edizione ... le farebbe cosa gradita ... poi però prima di Criticarlo, lo Legga Completa-MENTE per favore !

    lol! lol! lol! Pasquino lol! lol! lol!


    Ultima modifica di io_Pasquino il Sab Mag 07 2011, 18:04, modificato 2 volte
    avatar
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da luomodelponte il Sab Apr 23 2011, 19:34

    caspita pasqualino , la sua satira è un vero sollazzo ,mi tiene di buon umore , non si offenda se non ho potuto leggere , tutto quanto da lei scritto , evidentemente ho ritenuto che fosse forse eccessivo e prolisso ,io amo il minimalismo , ove è possibile , e quando mi dilungo per essere troppo chiaro ed esplicito , mi accorgo che invece divengo pretenzioso e confusionario ....cmq mi ripromettevo di onorare il suo sforzo letterario , critico .

    Contenuto sponsorizzato

    Re: La vocazione espansionistica e di proselitismo presente nelle scritture cattoliche.

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer Ago 15 2018, 23:35