NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    Tutte le religioni , sono una religione.

    Condividi
    avatar
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    Tutte le religioni , sono una religione.

    Messaggio Da luomodelponte il Mer Mag 11 2011, 01:21

    «Tutti i Profeti di Dio», asserisce Bahá'u'lláh nel Kitáb-i-Íqán, «dimorano nel medesimo tabernacolo, Si librano nello stesso cielo, sono seduti sullo stesso trono, proferiscono la stessa parola e proclamano la medesima Fede». Dall'«inizio che non ha inizio» questi Esponenti dell'unità di Dio e Canali dei Suoi incessanti detti hanno diffuso la luce della loro invisibile Beltà sull'umanità e continueranno, sino «alla fine che non ha fine» a prodigare nuove rivelazioni della Sua possanza e ulteriori prove della Sua inimmaginabile gloria.
    Sostenere che una particolare religione è in sé certezza conclusiva, che «tutta la Rivelazione è terminata, che chiusi sono i portali della Divina Misericordia, che nessun sole sorgerà mai più dagli orienti dell'eterna santità, che l'oceano dell'imperitura munificenza si è esaurito e che i Messaggeri di Dio hanno cessato di manifestarSi dal Tabernacolo dell'antica gloria» altro non è che pura blasfemia. «Essi differiscono», spiega Bahá'u'lláh nella medesima epistola, «soltanto nell'intensità della loro rivelazione e nella relativa potènza della loro luce», e ciò non a motivo di intrinseche incapacità da parte di alcuno di essi a dispiegare in più completa misura la gloria del Messag- gio a Lui affidato, ma piuttosto a cagione dell'immaturità e dell'impreparazione della gente della Sua età d'apprendere e assorbire totalmente le potenzialità latenti nella Sua Fede.
    «Sappi con certezza», spiega Bahá'u'lláh, «che in ogni Dispensazione la Luce della Rivelazione Divina è stata concessa agli uomini in proporzione diretta della loro capacità spirituale.
    Considera il sole; come sono deboli i suoi raggi al momento del suo apparire all'orizzonte, e come aumenta gradatamente il suo calore e la sua potènza a mano a mano che si avvicina allo zenit, dando nel frattempo la possibilità a tutte le cose create di adattarsi all'aumentata intensità della sua luce.
    Così pure declina gradatamente sino a raggiungere il punto in cui tramonta.
    Se improvvisamente manifestasse le sue energie latenti, porterebbe, senza dubbio, danno a tutte le cose create... In egual modo se il Sole della Verità rivelasse improvvisamente, nei primi stadi della sua manifestazione, la pienezza delle forze donategli dalla provvidenza dell'Onnipotènte, la terra della comprensione umana si sgretolerebbe e si annienterebbe perché i cuori degli uomini non sosterrebbero l'intensità della sua rivelazione né potrebbero rispecchiare la radiosità della sua luce. Angosciati e sopraffatti cesserebbero di esistere».

    (Shoghi Effendi, l'Ordine Mondiale di Bahá'u'lláh)



      La data/ora di oggi è Mer Ago 15 2018, 23:34