NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    I due aspetti della religiome .

    Condividi
    avatar
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    I due aspetti della religiome .

    Messaggio Da luomodelponte il Mer Mag 11 2011, 19:23

    La legge di Dio consta di due parti; una è la base fondamentale che comprende tutte le cose spirituali, che si riferisce, cioè, alle virtù spirituali e alle qualità divine e non muta né si modifica; è il Santo dei Santi che è l'essenza della legge di Adamo, di Noè, di Abramo, di Mosè, di Cristo, di Muhammad, del Báb e di Bahá'u'lláh, che dura ed è stabilita in tutti i cicli profetici.
    Questa legge non sarà mai abrogata poiché essa è verità spirituale e non materiale; è la fede, la sapienza, la certezza, la giustizia, la pietà, la virtù, la fiducia, l'amore di Dio, la pace interiore, la purezza, l'abnegazione, l'umiltà, la dolcezza, la pazienza, la costanza. Mostra pietà per i poveri, protegge gli op-pressi, dona ai miseri e rialza i caduti. Queste qualità divine, questi comandamenti eterni non saranno mai aboliti; anzi dureranno e saranno stabiliti per sempre.
    Queste virtù dell'umanità si rinnoveranno in ognuno dei differenti cicli poiché, alla fine di ogni ciclo, la Legge spirituale di Dio, cioè le virtù umane, scompaiono e soltanto ne sussiste la forma. Così presso gli Ebrei, alla fine del ciclo di Mosè, che coincide con la manifestazione cristiana, la Legge di Dio scomparve e rimase soltanto una forma senza spirito. Il Santo dei Santi si allontanò da loro; ma il cortile fuori di Gerusalemme – che è l'espressione usata per la forma della religione cadde nelle mani dei Gentili.
    Allo stesso modo i principi fondamentali della religione di Cristo, che costituiscono le virtù sublimi dell'umanità, sono scomparsi e la sua forma è rimasta nelle mani del clero e dei preti. Così pure i fondamenti della religione di Muhammad sono scomparsi, ma la forma è rimasta nelle mani degli 'ulamá ufficiali.
    Questi fondamenti della Religione di Dio, che sono spirituali e costituiscono le virtù dell'umanità, non possono essere abrogati; essi sono immutabili ed eterni e si rinnovano col ciclo di ogni profeta.
    La seconda parte della Religione di Dio, che si riferisce al mondo materiale e comprende il digiuno, la preghiera, gli esercizi del culto, il matrimonio, il divorzio, l'abolizione della schiavitù, i processi legali, le transazioni, le indennità per omicidio, violenze, ladrocinio e oltraggi, questa parte della Legge di Dio che si riferisce alle cose materiali, viene trasformata in ogni ciclo profetico conformemente alle esigenze dei tempi.
    (Abdu'l-bahà, Le lezioni di S.Giovanni d'Acri)

      La data/ora di oggi è Mer Set 26 2018, 01:29