NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    La ricerca di una identità e le etichette .

    Condividere
    avatar
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    La ricerca di una identità e le etichette .

    Messaggio Da luomodelponte il Dom Ott 16 2011, 11:53

    .....ho ritrosia a chiudermi in una etichetta , anche se nobile , perchè ho imparato che esse separano e ci sospingono ad atteggiamenti di competizione, ci creano facili identità , entro cui nasconderci e dissimulare le nostre problematiche , indossiamo un abito , per esprimere una condivisa rappresentazione teatrale e potere vivere un surrogato di amore e socialità .... in fondo obbediamo a pulsioni di identificazioni naturali , ma inconsapevoli .Per lo stesso motivo andiamo allo stadio , e facciamo il tifo .Se la religione si vive in tal modo è chiaro che stiamo fallendo il nostro obiettivo.
    Ho spiegato un meccanismo , che trova la sua origine nella nostra natura di base , nelle meccamiche istintuali , Dio ci ha fornito di automatismi in grado di animarci , volti verso la soddisfazione dei nostri bisogni , chi ama rapportarsi agli altri fregiandosi di etichette , risponde a certi bisogni di identificazione , poichè tutti noi ricerchiamo anche inconsciamente , continuamente la nostra vera identità , dove riporre questo anelito profondo ???? spesso lo riponiamo nelle etichette , nelle categorie , poichè ci permettono di assumero un ruolo e una identità a BUON MERCATO , attraverso cui possiamo in qualche modo relazionarci e soddisfare un altro bisogno , l'istinto di socialità e di gregarietà . Come si può notare , siamo sospinti , in maniera automatica anche verso la ricerca spirituale , verso LA socialità ...questo è una frazione del disegno divino , con cui ha disposto l'esistenza dell'uomo , infatti noi proveniamo dal nulla e siamo stati rivestititi da tali meccanismi inconsapevoli , per permettere la vita individuale ela sua evoluzione graduale , in fondo sono gli stessi meccanismi bio- chimici che animano gli animali , nostri fratelli inferiori . Molte volte involontariamente confondiamo queste meccaniche , con la spiritualità .Credo di non sbagliare affermando che spiritualità significa consapevolezza e coscienza .Più si è inconsapevoli e più si è schiavi della nostra animalità automatica , più si comprende la Realtà e più diveniamo santi e vicini a Dio .Abbandonare le illusioni e le fantasie vane è l'atto più forte e più consapevole che possiamo effettuare , l'inizio della rinascita , della resurrezione dai morti o l'inizio dei risvegli .


      La data/ora di oggi è Lun Ott 23 2017, 09:16