NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    Come si formano superstizioni e certe tradizioni!‏

    Condividere

    OSPITE
    Ospite

    Come si formano superstizioni e certe tradizioni!‏

    Messaggio Da OSPITE il Gio Gen 05 2012, 19:25

    Come si formano superstizioni e certe tradizioni!‏
    In un antico luogo di culto vi aveva trovato riparo un gatto nero che, durante le ore di preghiera e meditazione dei monaci, gironzolava tra loro e disturbava la loro concentrazione. Il grande maestro priore fece costruire una gabbia in giardino ed ordinò i discepoli di relegarlo lì durante le ore di preghiera e meditazione.
    Passarono tanti anni con questa prassi, tanto che per loro divenne una pratica, finché morì il priore, morì anche il gatto. I monaci cresciuti con questa pratica, acquistarono un altro gatto nero per relegarlo in gabbia durante le loro meditazioni!
    Anni dopo, un altro maestro priore scrisse un trattato sul significato ed importanza di tenere un gatto nero in gabbia durante le meditazioni in tempio!

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: Come si formano superstizioni e certe tradizioni!‏

    Messaggio Da io_Pasquino il Ven Gen 06 2012, 21:31





    A proposito del Gatto:
    Uno dei più tipici eventi Nefasti umani è rappresentato dal gatto nero che attraversa la strada, in particolar modo se da sinistra.


    Questo deriva dal fatto che i gatti neri venivano imbarcati sulle navi dei pirati perché considerati più abili nel dare la caccia ai topi ... vederne uno per strada significava dunque che una nave pirata era nei paraggi.


    Inoltre, nel medioevo, i gatti neri per via della loro colorazione scura che si adattava alla notte (e degli occhi che riflettevano inquietantemente la luce nel buio) erano associati al Diavolo e ai sortilegi, tanto che bastava possedere un gatto nero per poter essere accusati di stregoneria e quindi condannati al rogo.

    L'uomo, per sua intrinsica natura, tende a voler ricreare un legame logico tra eventi di per sé ininfluenti anche se del tutto naturali.

    E, a seconda del carattere più o meno pessimista, preferisce ricordare principalmente gli eventi Favorevoli o Sfavorevoli tentando di associarli ad un particolare periodo dell'anno, ad un particolare luogo, ad una certa azione o a un'avvenimento di importanza particolare della propria esistenza, nella speranza di poterli governare ed esorcizzare.

    Questo comportamento non è molto diverso dalle più comuni pratiche Religiose, che proprio per questo motivo, vengono considerate dai non credenti una sorta di superstizione esasperata all'ennesima potenza.


    Infatti dal dizionario Garzanti della lingua Italiana: SUPERSTIZIONE:
    Tendenza, determinata dall’ignoranza o dalla suggestione, ad attribuire a cause occulte o soprannaturali gli avvenimenti che possono essere spiegati con cause naturali.”

    Sempre dal dizionario Garzanti: “Dal latino superstitio-onis, derivazione di superstare “stare sopra”.

    Questo è quanto ci dice il dizionario della lingua italiana.

    Da questo significato linguistico è necessario far partire la Disquisizione per individuare quanto produce superstizione.

    Che cosa produce superstizione ...?

    Semplicissimo :
    Il non conoscere le cause di un accadimento e attribuirne la causa a cose diverse dall’accadimento stesso.

    In altre parole, privare i fenomeni, attraverso i quali l’accanimento diviene, privarle dicevo delle caratteristiche proprie per attribuire tali
    caratteristiche ad un ente esterno alla formazione dell’accadimento.

    Cioé ... Io non sono malato perché un insieme di cause concorrono a costruire in me il malessere che determina il mio stato, ma sono malato perché cause esterne a me hanno indotto la malattia, ovvero la malattia quale risultato di volontà che nulla hanno a che vedere con quanto ha prodotto la malattia stessa.

    In altre parole, la superstizione è l’attività MENTALE mediante la quale si privano di significati i fenomeni che determinano le cause davanti alle quali manifestiamo la nostra non conoscenza della volontà di determinare sé stessi e ... imputiamo il loro manifestarsi a una volontà diversa e al di sopra del fenomeno.

    E’ indubbio che io/voi/noi non si conosca che un’infima parte dei fenomeni che concorrono a costruire e manifestare le cause che descrivo, ma un conto è che io/voi/noi non si riconosca i fenomeni, e un altro conto è che si risolva Acritica-MENTE la ricerca INTELLIGENTE a priori della conoscenza del fenomeno ... in un ente fantastico come un DIO, cioé un Essere Immaginario "che stà sopra" quale causa esterna ai fenomeni che tale causa producono.

    Perché si manifesti la superstizione, nel metodo di giudizio delle persone, è necessario che ci sia un interesse fisico o economico per il quale qualcuno trae beneficio dalla superstizione ... uno o più soggetti umani coesi che dalla superstizione trae un proprio potere o vantaggio.

    In secondo luogo è necessario che le persone ignorino la sequenza dei fenomeni per i quali le cause si producono e, pertanto, imputino, per la propria sopravvivenza, la causa a quell’ente esterno alla causa stessa.

    In terzo luogo, quanto sta sopra e che produrrebbe le cause, deve essere imposto con una tale violenza che le persone non possano pensare ad altro con "Sacro Timore" (Paura) che non a quella volontà quale produttrice di quelle cause.

    E' pertanto logico che la superstizione non è un atto spontaneo dell’individuo, ma è un’imposizione di chi quell’individuo intende trasformarlo in oggetto di possesso.

    Qul'é il Tipo d'Uomo che diventa Superstizioso ...?

    Semplicissimo ... é colui che Teme e si Sottomette ... cioé solo l'Uomo Timoroso e Sottomesso diventa Superstizioso.

    Questo perché l'essere Umano timoroso è proprio colui che non solo non è in grado di spiegare i fenomeni che producono le cause che lo assalgono, ma non è nemmeno in grado di produrre dei Giudizi di Necessità tali da dare delle spiegazioni provvisorie che non siano emanazioni della struttura di potere dalla quale è dipendente.

    Insomma, se ti arriva quella malattia è il DIO padrone che te l’ha mandata ... e son Cazzi tua ! ... a menoché se tu ....

    ... ti sottometti a LUI temendolo ... allora ... Forse ... (?) ... chissà ...!

    Non ha importanza se te la manda per metterti alla prova, se te la manda per amore o se te la manda per punirti.

    La struttura di controllo usa tutto il proprio potere di dominio per non spiegare le cause e costringerlo a spiegazioni fantasiose solo al fine di controllare il soggetto e le sue tensioni di sviluppo.

    La struttura di controllo, per riuscire ad imporre la convinzione che la malattia è espressione diretta della volontà del DIO padrone ha distrutto in pratica la medicina (naturale) che poteva dimostrare il contrario ...!

    (La stessa cosa vale oggi per l’attività della struttura di controllo per quanto riguarda l’aborto e le nascite: nulla deve interferire con la volontà del DIO padrone).

    In altre parole ... "Io, d'altronde, vivo per consolarti e sottometterti alla struttura di controllo e se tu interferisci con la volontà del DIO padrone interferisci in realtà con la mia capacità di controllarti".

    Dunque, tu non devi assolutamente interferire con la casualità che è emanazione del DIO padrone e che io uso per dominarti in quanto sono il tramite col DIO padrone.

    La struttura di controllo "COSTRUISCE" la superstizione impedendo all’individuo la pratica di prendersi nelle proprie mani la responsabilità della propria vita costringendolo ad esserne esposto alle sue minacce esistenziali di cui la struttura di controllo ritiene di essere Mediatore, Illuminato, Profeta, Figlio di DIO, Popolo Eletto, Vicario ecc ... fra queste e l’individuo sottomesso.

    Da questa struttura alta-MENTE Coercitiva d’insieme, l’individuo anziché costruire delle strategie d’uscita dalla sottomissione imposta, costruisce delle strategie psicologiche di difesa per aggirare e Sostituire la mediazione fra la struttura di controllo e il DIO padrone.

    Costruisce, attraverso la propria immaginazione, degli intermediari che medino fra l’imponderabile quale emanatore delle cause oppressive e la volontà che tali cause invierebbe stando a quanto gli ha fatto credere la struttura di controllo.

    In questo caso, la superstizione è il tentativo di aggiramento della struttura di controllo quale mediatore fra il soggetto sottomesso e il suo
    torturatore, il DIO padrone.

    La superstizione è ESATTAMENTE il prodotto di una struttura di potere e di dominio emozionale (che stà sopra) sugli Esseri Umani.

    Una struttura che costringe gli Esseri Umani a considerarla onnipotente ad immagine e somiglianza del DIO padrone e assoluto di cui pretende di essere emanazione e che, per far questo, costringe gli Esseri Umani ad essere impotenti davanti alla vita e alla quotidianità.

    Il Cristianesimo in particolare é il Principale NEFASTO COSTRUTTORE ed Emanatore della Superstizione umana Sulla terra ... Ancor Prima era stata l'Imponimento forzoso del DIO Yahvé dell'Antico testamento Biblico sui popoli della terra antica.

    Ma questo pur non essendo un altro discorso in quanto, alta-MENTE pertinente ... sicuramente é un'Altro Argomento da approfondire a parte ... sempre che a qualcuno interessi esplicarlo ...


    Pace & Bene.

    Basketball Basketball Basketball Pasquino Basketball Basketball Basketball

    CURIOSITA':

    Quando una persona starnuta e un amico, con bonario sorriso, gli augura “salute!”, continua una tradizione antica di almeno tre millenni.


    Leopardi, nel suo Saggio sopra gli errori popolari degli antichi, scrive:

    Che il capo, dice Ateneo, fosse ritenuto sacro, apparisce dal costume di giurare per esso e di adorare pur come sacri gli starnuti che provengono dal capo. Aristotele, che chiama Dio lo starnuto, lo dice ancora sacro e santo”.





      La data/ora di oggi è Lun Ott 23 2017, 09:05