NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    Gli estremi di ricchezza e povertà in ambito internazionale sono una minaccia per la stabilità del mondo.

    Condividere
    avatar
    admin
    Admin

    Messaggi : 191
    Data d'iscrizione : 16.12.10
    Età : 62
    Località : catania

    Gli estremi di ricchezza e povertà in ambito internazionale sono una minaccia per la stabilità del mondo.

    Messaggio Da admin il Mer Feb 08 2012, 16:42

    Le disparità fra i ricchi e i poveri illustrate da una commissione dell’ONU
    Mentre la crisi economica ha comportato una maggiore attenzione alle disparità nelle nazioni, gli estremi di ricchezza e povertà in ambito internazionale sono divenute una minaccia per la stabilità del mondo.
    Questo è stato uno dei temi discussi da una commissione delle Nazioni Unite , durante la sessione della Commissione ONU per lo sviluppo sociale che in questo momento è in corso e proseguirà fino a venerdì.
    Organizzata dalla Baha’i International Community e co-sponsorizzata da ATD Quarto Mondo, la discussione, che affronta il tema dell’eliminazione della povertà proposto dalla Commissione, ha riunito alti diplomatici dell’ONU, funzionari di agenzie dell’ONU e rappresentanti di varie ONG.
    L’ambasciatore Jorge Valero, rappresentante permanente del Venezuela presso le Nazioni Unite e presidente della Commissione per lo sviluppo sociale, ha attribuito la responsabilità delle crescenti disparità agli eccessi del capitalismo globale.
    «Le disparità e la povertà, i cambiamenti climatici e la distruzione degli ecosistemi sono importanti voci dell’agenda internazionale», ha detto l’ambasciatore Valero.
    «Queste calamità possono essere efficacemente combattute affrontando le cause strutturali che le producono: un sistema globale consumistico, egoista e predatore che si basa sulla mercificazione dell’uomo e della natura».
    Jomo Kwame Sundaram, assistente del Segretario generale dell’ONU per lo sviluppo economico, ha detto che il tema delle disparità è spesso esaminato dal punto di vista delle nazioni, ma due terzi delle disparità globali dipendono dalle differenze fra i paesi.

    Le differenze internazionali sono «molto, molto forti», ha detto, notando che esse sono cresciute negli ultimi trent’anni.
    «La grande promessa della globalizzazione economica era che se si fossero mitigate le restrizioni, ci sarebbe stato un libero flusso del capital e che questo flusso sarebbe andato dai ricchi verso i poveri. Non è stato così. Il capitale è risalito, dai poveri ai ricchi», ha detto il dottor Sundaram.
    Fra i partecipanti alla discussione, che si è svolta mercoledì 1° febbraio, ci sono stati Isabel Ortiz, direttore associato delle politiche dell’UNICEF; Christine Bockstal, Capo della cooperazione tecnica per il dipartimento di sicurezza sociale dell’ILO e Sara Burke, analista politica del Friedrich-Ebert-Stiftung.
    La dottoressa Ortiz ha detto che il 20 per cento della popolazione mondiale ha oltre l’80 per cento del reddito mondiale, mentre il 20 per cento più povero ha meno dell’1 per cento del reddito mondiale.
    «La ridistribuzione nazionale non basta a combattere le disparità», ha detto. «C’è un forte legame fra grandi disparità di reddito e disordini sociali e instabilità economica».

    Il signor Ming Hwee Chong della Baha’i International Community (BIC) ha ricordato le recenti osservazioni del segretario dell’ONU Ban Ki-moon sull’incremento della disparità dei redditi a tutti i livelli negli ultimi 25 anni e sul grave impedimento che questo rappresenta per l’eliminazione della povertà e l’integrazione sociale.
    Il signor Chong ha detto che è tempo di porci importanti domande sul rapporto fra l’eliminazione della povertà e gli estremi economici che esistono oggi nel mondo.
    Il signor Chong, che ha presentato una dichiarazione che la BIC ha redatto per la Commissione, ha notato che il rapporto di dominanza, una nazione sull’altra, una razza sull’altra e una classe sociale o un genere sull’altro, è responsabile di un iniquo accesso alle risorse e al sapere.
    La dichiarazione afferma con preoccupazione che la «visione materialistica del mondo, sulla quale per lo più si fonda il moderno pensiero economico, riduce i concetti dei valori, dello scopo della vita umana e delle interazioni umane a un egoistico perseguimento della ricchezza materiale».
    La dichiarazione in inglese si trova seguendo questo link: http://news.bahai.org/sites/news.bahai.org/files/documentlibrary/886_BIC_Statement.pdf. La traduzione italiana è trascritta in calce.
    Il signor Chong ha detto che si è dato molto rilievo alle dimensioni politiche e transazionali dell’attuale crisi, ma lo scopo della discussione era di contribuire a «creare uno spazio per scavare più a fondo al fine di portare alla luce alcune delle fondamentali ipotesi che plasmano la nostra realtà economica e sociale».



    CI TROVI SU FACEBOOK


    Ultima modifica di admin il Ven Feb 10 2012, 01:19, modificato 1 volta

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: Gli estremi di ricchezza e povertà in ambito internazionale sono una minaccia per la stabilità del mondo.

    Messaggio Da io_Pasquino il Mer Feb 08 2012, 20:06

    Le cause strutturali delle disparità tra gli umani nascono dall'Esplicarsi del Cristianesimo nel mondo ... sin dalle origini.

    Il cristianesimo nasce come una religione che esalta nei dogmi religiosi la Totale schiavitù in maniera così assoluta come mai prima di allora fu concepita la schiavitù nella storia Umana.

    Non si può assolutamente confrontare la schiavitù delle antiche popolazioni precristiane con la schiavitù introdotta dal Cristianesimo, non solo per il carattere razzista sul quale il Cristianesimo insisteva, ma essenzialmente sul carattere morale ed emotivo in cui il cristianesimo calava la schiavitù nelle persone.

    Le persone dovevano essere Schiave, con tutto il loro cuore e con tutta la loro anima e venivano indotte alla schiavitù non solo con la manipolazione mentale dei bambini, ma con una violenza che la storia dell’umanità non ha mai visto prima.

    Fin dall’inizio il cristianesimo fissò i caratteri schiavistici della sua religione: Cioé ... si era schiavi di DIO e schiavi di Gesù ...!

    Se nei libri sacri possiamo leggere come il DIO dei cristiani ordini la schiavitù e la regolamenti in funzione dell’imposizione della sottomissione dello schiavo (gli stessi familiari del padrone sono suoi schiavi, basta che leggiate con attenzione il libri del V.T. di Numeri, Esodo, Deuteronomio), Gesù stesso si compiace della sottomissione schiavista a sé stesso compiacendosi di torturare lo schiavo che non si mette in ginocchio davanti a lui.

    Gesù si compiace di torturare chi non si mette in ginocchio con tutto il suo cuore e con tutta la sua anima.

    Il Gesù dei vangeli è un feroce Deficiente schiavista ... Tale Personaggio in quanto tale tutto inventato a tavolino, é stato Creato apposta per Esprimere compiutamente lo schiavismo tra le persone già ampiamente organizzate come Società civili, che seppur schiaviste pure loro, la schiavitù in esse contenute, erano tutt'altra cosa.

    In Matteo 22, Gesù, il pazzo di Nazaret, nel suo delirio di onnipotenza, immagina di sterminare coloro che non si sottomettono a lui ...

    ... (Gesù si identifica con il re, il padrone!):...

    ... “Allora il re, pieno d’ira, mandò le sue milizie, fece sterminare quegli omicidi e bruciò la loro città.” - Matteo 22, 7

    E ancora, dice Gesù di chi non si sottomette a lui per bocca di un ipotetico re:

    Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nel buio; ivi vi sarà pianto e stridor di denti. Poiché molti sono i chiamati ma pochi gli eletti.” - Matteo 22, 13-14

    La quasi totale distruzione Fisica, Morale quindi ETICA delle Genti dell’Europa e dei suoi popoli avvenne ad opera dei cristiani proprio per l’ideologia schiavista propria della loro religione.

    L’idea dello schiavismo manifestato dall'Idiota DIO padrone degli Ebrei e dei cristiani poi e dal pazzo di nazaret Gesù dei soli cristiani vedeva nelle relazioni schiavistiche le uniche relazioni che lui avrebbe potuto avere con gli Esseri Umani.

    Soltanto se gli Esseri Umani erano schiavi e servi avrebbero potuto avere delle relazioni con Gesù.

    Ma dal momento che agli Esseri Umani non importava nulla di diventare degli schiavi di Gesù per averne delle relazioni, dovevano essere costretti alla schiavitù con la violenza al fine di imporre loro di avere delle relazioni con Gesù o il DIO padrone dei cristiani.

    Partono da quì tutte le guerre per imporre il DIO padrone, il Razzismo e la Schiavitù elevata a Dogma Religioso che furono le uniche novità sociali introdotte dal cristianesimo fra gli uomini.

    Cioé: Distruggere l’Europa a maggior gloria del DIO padrone dei cristiani ... distruggere le Americhe a maggior gloria del DIO padrone dei cristiani ... distruggere l’Africa a maggior gloria del DIO padrone dei cristiani ... OVVERO, trasformare l’Umanità in schiavi dopo averne separate le speranze attraverso l’ideologia razzista.

    "Schiavi obbedite ai vostri padroni di quaggiù con rispetto e timore, nella semplicità del vostro cuore, come cristo, non soltanto quando siete sotto i loro occhi, come se doveste solo piacere a uomini, ma come servi di cristo, che fanno di buon cuore la volontà di dio." - Efesini 6, 5-6

    Schiavi, obbedite in ogni cosa ai vostri padroni secondo la carne, non solo quando vi vedono, come per piacere agli uomini, ma con sincerità di cuore, per timore del signore. tutto quello che fate, fatelo di cuore, come per il signore e non per gli uomini, sapendo che riceverete in ricompensa l’eredità dalle mani stesse di dio. E’ a cristo signore che voi servite. Chiunque, invece, commette ingiustizia, commetterà secondo l’ingiustizia commessa: non vi sarà accettazione di persone.” - il Deficiente Paolo di Tarso, lettera ai Colossesi 3, 22-25

    Servi siate sottomessi con ogni rispetto ai vostri padroni, non solo a quelli che sono buoni o ragionevoli, ma anche a quelli di carattere intrattabile. poiché piace a DIO che si sopportino afflizioni per riguardo verso di lui, quando si soffre ingiustamente. infatti che gloria vi è nel sopportare di essere battuti, quando si ha mancato? Ma se voi, pur avendo agito rettamente, sopportate sofferenze, questo è gradito davanti a DIO. Anzi è appunto a questo che voi siete stati chiamati, perchè Cristo pure ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio affinché ne seguiate le orme.” I Pietro 2, 18-21



    Senti Senti ...: "perchè Cristo pure ha sofferto per voi" ... Bastardo Deficiente: e chi glielo ha chiesto ...?

    Sapete IO pago correttamente i servizi che richiedo (Operai che mi danno un Serv-Izio), non quelli imposti con la violenza.

    Tutte le persone sono schiave della chiesa Cristiana (cattolica in Particolare ma non la sola).

    Tutte le società devono piegarsi al delirio di onnipotenza di Gesù e di chi, identificandosi e manifestando la medesima ideologia, riproduce e impone il delirio di onnipotenza alla società civile.

    Il concetto religioso della chiesa Cristiana (cattolica in particolre, ma non la sola) non viene confinato nell’ambito religioso, ma deve agire per impossessarsi di tutti gli ambiti di vita sociale e politica dell’individuo al fine di controllare ogni suo desiderio, ogni sua passione, ogni suo gesto (che deve rientrare nella sua morale).
    Adorare DIO e mettersi in ginocchio davanti a DIO significa adorare Gesù e mettersi in ginocchio davanti a Gesù.


    Ma dal momento che né il DIO padrone della chiesa Cristiana in generale, né Gesù sono mai esistiti né potrebbero esistere Due poveri pazzi deficienti e Megalomani che vanno farneticando di essere i padroni dell’esistente, l’unica realtà oggettiva che rimane REALE, è la chiesa Cristiana in generale, cattolica in particolare, che attraverso il terrore e la violenza pretende che le persone si mettano in ginocchio davanti a lei in quanto manifestazione del suo DIO padrone, del suo pazzo Megalomane Schzzofrenico Gesù perché, per conseguenza, essa stessa é DIO padrone e Gesù messi assieme.

    "Gli schiavi siano sottomessi ai loro padroni in tutto: cerchino di piacere a loro, non li contraddicano, non li frodino, ma si diportino sempre con perfetta fedeltà, per far onore in tutto alla dottrina di dio, nostro salvatore." il Deficiente Paolo di Tarso, Lettera a Tito 2, 9

    Cioé ... prima viene la chiesa di Cristo Gesù (cattolica) e il suo potere ... prima viene Gesù e il suo bisogno di dominare e possedere le persone, poi vengono le persone purché si mettano in ginocchio davanti a lui e si mettono nell'ovile a loro destinato a suo insindacabile servizio.

    Ecco chi sono gli egoisti e predatori che si basano sulla mercificazione dell’uomo e della natura.

    affraid affraid affraid Pasquino affraid affraid

      La data/ora di oggi è Lun Ott 23 2017, 09:15