NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    LA RICERCA DI DIO.

    Condividere

    TURES
    Ospite

    LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da TURES il Lun Mag 14 2012, 14:42

    LA RICERCA DI DIO.

    Sono convinto che molte persone approcciano lo studio biblico dopo avere deformato la propria suggestionabilità e mentalità con pratiche spiritistiche e pertanto continuino a cercare e vedere fantasmi e demoni anche nella sacra scrittura , mi spiace dirlo , ma è così , la vera religione è un mezzo di evoluzione e di civilizzazione , non un accozzaglia di fantasie e superstizioni promosse da individui emotivamente suscettibili , molte persone perdono la loro serenità e diventano paurose come i bambini , temono il buio e vedono il diavolo ovunque , che l'uomo parli a Dio è normale , ma che Dio parli all'uomo , è patologico . LA SPIRITUALITA' OGGI DEVE EDIFICARSI SUL REALISMO , E NON SULLE CREDENZE ANIMISTE DEL PASSATO , mettiamo fuori dalla porta tutte le stregonerie e sciamanesimi e guardiamo estasiati e fiduciosi i segni della rivelazione nella pergamena della natura e in noi stessi .......


    " Sappi che l'Essenza Divina, chiamata l'Invisibile degli Invisibili, non può descriversi ed è di là dalla portata della mente; essa è santificata di là da ogni menzione e definizione, di ogni cenno o allusione, di ogni acclamazione o lode. Per il fatto che Essa è ciò che è, l'intelletto è incapace di afferrarLa e l'anima che cerca di conoscerLa non è che un vagabondo nel deserto, assai lontano dalla retta via. " Non l'afferrano gli sguardi ed Egli tutti gli sguardi afferra. È di sguardo sottile e di tutto ha notizia "1.
    Ma a chi contempli l'intima essenza di tutte le cose e l'individualità di ciascuna di esse, è dato mirare i segni della misericordia del suo Signore in ogni cosa creata e vedere i raggi dei Suoi Nomi e Attributi spargersi per tutto il reame dell'essere, con tali segni quali nessuno potrà negare salvo i caparbi e gl'incoscienti. Vedrà allora come l'universo sia pergamena dischiudente i Suoi reconditi segreti, preservati nella Tavola celata. E non v'è atomo tra tutti gli atomi dell'esistenza, né creatura frammezzo alle creature che non dica la Sua lode e non narri dei Suoi attributi e nomi, che non riveli la gloria della Sua possanza, e che non guidi alla Sua unicità e alla Sua misericordia: non lo negherà nessuno che abbia orecchie a udire, occhi a vedere e mente sana.
    E colui che miri l'intera creazione e osservi i suoi atomi potrà vedere che i raggi dei Sole della Verità si riversano su tutte le cose e vi risplendono, e dicono dei fulgori di quell'Astro Diurno, dei Suoi misteri e del balenar delle Sue luci. Guarda gli alberi, i fiori e i frutti, persino le pietre. Ivi vedrai i raggi del Sole battere, chiaramente visibili in essi e da essi palesati.
    Ma chi volga lo sguardo a uno Specchio, brillante, immacolato e puro, ove la Beltà divina sia riflessa, qui troverà il Sole risplendente coi Suoi raggi, il Suo calore, il Suo disco, la Sua bella forma tutta intera. Perché ciascuna entità separata possiede la parte di luce solare che le è stata asse-
    gnata e parla del Sole, ma quella Realtà Universale in tutto il Suo splendore, quello Specchio immacolato le Cui qualità sono commisurate alle qualità del Sole ivi riflesse -- esprime, nella loro interezza, gli attributi della Sorgente della Gloria. E quella Realtà Universale è l'Uomo, l'Essere divino, l'Essenza che sempre permane. " InvocateLo come Dio, o invocateLo come Misericorde, a Lui appartengono i nomi più belli "1 .

    (Abdu'l-bahà, Antologia)

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da io_Pasquino il Gio Mag 17 2012, 19:15

    @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


    Pienamente d'accordo che un accozzaglia di fantasie e superstizioni abbia opacizzato l'umanità fino ad abbruttirlo come é Ora ... vista la sua storia passata ... e contemporanea ...!

    ... E per questo motivo che mi rimane difficile rivolgere la mia attenzione all'argomento trattato e considerare l'Essere "Uomo" come se questa razza Appartenesse ad una Specie "Divina", oppure se considerassi qualcun altro, che so ... un Essere Alieno di un'altro mondo come se fosse anchegli Una delle tante Specialità "Divine", come per esempio quell'Idiota Yahweh dell'Antico testamento é stato ed é Tutt'ora considerarlo addirittura "il DIO", l' "UNICO" il "CREATORE del Tutto" ed altre banalità del Generis, come da voi credenti Cristiani - Ebrei - e Musulmani compresi é ritenuto tale.



    (Per quelle altre religioni e filosofie Orientali, francamente non so a che DIO si riferiscono ... forse a quello della Bhagavadgītā Krishna che mi sembra perfettamente in "Linea" col carattere Bellicoso e Irrascibile di quello del Pentateuco Bibblico Yahweh)


    Cioé quell'Essere cosìdetto Superiore con una sua personale Presunta Beltà "Divina" che riflette immacolato e puro nello specchio lindo del suo "Riflettente Ovile" se stesso e se ne Innamora, alla maniera di un "perfetto" Idiota Narcisista Perverso, che sentendosi innamorato di se (al di là della propria consapevolezza), agisce sempre in modo distruttivo verso il suo simile, un Vivente come lui che vuole ad ogni costo amarlo e adorarlo ... e lo spinge a forza nella spirale della Idiota dipendenza religiosa del tutto suo "Riflettente Ovile" nel quale, scambiandolo per un spechio vi vede riflessa un' immagine, la sua, come se appartenesse a qualcun altro, e se ne innamora perdutamente come SOLO un l' Idiota Narcisista Perverso sa perfettamente fare.

    (Eppoi un DIO simile é superiore a chi ??? ... e Perché ...???),

    Sappiate invece che quell'Essenza Divina, quel COSO lì, considerata da molti la Divinità trascendente per eccellenza, l'invisibile DIO di Tutta l'Umanità ed oltre, non é affatto poi così invisibile, come lo descrive il vostro amato Abdu'l-Bahà: cioé che é l' "Invisibile degli Invisibili": Macché ! ... si può e si DEVE invece Vedere e Doverosamente Descrivere come effettivamente Appare chiaramente nei Testi sacri dove per sua volontà si é Ampiamente Rivelato per farsi Conoscere, allora quello che chiaramente appare e che la sua "posizione" Spazio/Temporale é decisamente molto, ma molto, molto al di quà dalla portata della mente Umana.

    Perché quando trovo scritto nel SUO antico testo sacro la Perfida descrizione dello Scellerato Patto di Alleanza tra Lui l'Idiota e gli Uomini anche se questi, altri non erano che Antichi ma Schifosi Zozzi e Puzzolenti Ebrei, la sua "Immacolata" personale descrizione e la Seguente ... (l'unica descrizione al mondo che ne attesta l'esistenza e lo descrive ... oltre al Corano ) ... quando facendolo scrivere egli stesso nel testo sacro, ci dice:

    "Non ritarderai l'offerta di ciò che riempie il tuo granaio e di ciò che stilla dal tuo frantoio.
    Il primogenito dei tuoi figli lo darai a me.
    Così farai per il tuo bue e per il tuo bestiame minuto: sette giorni resterà con sua madre, l'ottavo giorno me lo darai"

    e che dice pure:


    "Feci sì che si contaminassero nelle loro offerte facendo passare per il fuoco ogni loro primogenito, per atterrirli, perché riconoscessero che io sono il Signore.."

    Trovo che quest'Essere così tanto a SPROPOSITO Divinizzato nei secoli, non sia affatto poi così: "Invisibile degli Invisibili" ... ...Tutt'Altro !

    Perché un Essere "di-Vino" che usa le proprie Narici per Annusare Beandosi, quella PUZZA di carne bruciata di Giovani Vite Umane, a 'Mo di Aerosol personale a modo di fasullo principio Omeopatico di potenza ... Beh ! ... scusatemi se non mi trattengo a Sputargli in Faccia tutto il Mio disprezzo e tutta la Mia Indignazione !

    E ... Tolto quel DIO lì ... chi altri Vi rimane da Lodare e pregare ...?

    Gesù il Cristo ... per caso ...??? ... "... che guarda caso egli é: "Qualis pater, talis filius" che vuol dire:

    "Quale (è) il padre, tale (è) il figlio": in altre parole, il figlio è simile a suo padre. (Basta leggerli i così detti Vangeli per accorgersene)

    MentreInvece basterebbe saper Riflettere allo specchio della Propria Consapevolezza, la propria esperienza di "Esseri" Viventi e Senzienti.


    Ma ... Ancor Meno: Basterebbe Saper Leggere Bene i testi "Sacri" !

    Basta usare l'Intelletto naturale della propria Mente.


    Forse saranno stati i miei trascorsi studi universitari Classici e Cristiani, sarà forse la vostra insintente ma Inconsistente "Dottrina" fondata nel ... "Patto Bahá'í" ... Patto che a voi credenti Bahá'í é decisamente sempre SACRO, e che la tirate in Ballo frequentemente in tutto quello che scrivete ... assieme a Specchi, Raggi di Luce laser e Raggi Solari e Riflessi Divini poco Probabili ecc ... che a me e venuta fuori l'Idea di accostare Ideologicamente al Votro DIO Biblico del "Patto" al personaggio di Narciso della mitologia Greca ... personaggio decisamente Perverso che si innamora SOLO di se stesso guardandosi il riflesso della propria Immagine nello specchio di uno stagno.

    (il " Patto Bahá'í " e quel concetto di Patto tra Dio e l'Uomo che si ritrova in diversi testi sacri compresa la Bibbia con il Patto biblico del perfido Yahweh e che é Ritenuto Valido nonché Sacro dai Bahá'í )

    E per questa ragione ... che mi permetto di accostare la così detta V.S. massima "Divinità" definendola e descrivendola molto semplicemente come se fosse un Idiota "Narcisista Perverso" che vuole a tutti i costi Riflettere se stesso in una Umanità trasformata in uno Specchio riflettente la sua Idiota immagine del quale poi se ne innamora di un amore Afrodisiaco ma Perverso e Idiota ... appunto come Narciso, quel personaggio della mitologia Greca famoso per la sua bellezza, ha saputo fare.

    Il "Narcisismo Perverso" non può essere considerato semplicemente come se fosse una patologia, il "Narcisista Perverso" e’ ...


    ... molto ma molto malato nell'Anima ... per Essere o rappresentare un DIO ...!

    Succhia energia come un vampiro ...! ... e non é MAI sazio ...!

    Esso é e rappresenta semplicemente uno o più soggetti che adottano strategie congruenti col proprio obiettivo di base: Ovvero alimentare la sicurezza di sé e il proprio bisogno di "Onnipotenza" con un investimento minimo, a scapito delle sua Vittime "Ovis Aries" di turno.

    Egli é perfido e Cattivo !

    Il “gioco psicologico” del "Narcisista Perverso" si regge sul principio dell’oggettivazione o reificazione, cioé sul trasformare le persone in “cose”.

    Ne considera il Peso, la Statura, le Misure, i Colori e gli Odori, pondera le frasi e gli atteggiamenti i modi di porsi, il suo Riflettere la "Divinità" e manifesta rabbia ogni qualvolta le caratteristiche osservate risultino difformi dal proprio modello ideale che funge da parametro indiscutibile.

    Così, per il "Narcisista Perverso" di Turno nulla basta, nulla é Sufficiente: la forma fisica è sempre insufficiente, i vestiti son sbagliati, sbagliati il tono di voce, le amicizie, le proposte, gli orari, le preghiere i suoi Sacrifici e i Modi di porli ... compreso il presente, il passato delle sue Vittime prigioniere del suo perfido ovile ...

    Rispetto alle sue “vittime”, che ricercano in esso una relazione armoniosamente amorosa, intensa e durevole, il Narcisista nutre invece indifferenza e fastidio, se sollecitato al confronto, ha decise reazioni oltre che di fastidio, anche di prevaricazione e violenza distruttiva ... tanto sono SOLO "Cose" ...!

    Dal proprio punto di vista privo di empatia il "Narcisista Perverso" non può comprendere a pieno le esigenze dell’altro e vive le sue richieste come indebite e illegittime perché le considera "Cose" o "Schiave" ... che é la stessa Cosa.

    Le reazioni disperate delle vittime lo rassicurano e lo gratificano come a voler misurare con loro il proprio potere.

    A tratti può commuoversi per lo stato di prostrazione in cui riduce la sua vittima e cercare di “rimediare” con qualche "Coccola o promessa" di cambiamento ... " Allora io diedi loro ( SIG ! ) perfino statuti non buoni e leggi per le quali non potevano vivere ".

    Queste condotte riparatorie non fanno che confondere la vittima e alimentare la sua dipendenza perché fomentano l’illusione amorosa con questo perfido Pastore "Narcisista Perverso".

    E non chiamatelo MAI DIO per favore ... perché non lo é ... non lo é MAI stato e non lo Merita !

    A questo Idiota, fare lo sforzo di capire e di ascoltare lo metterebbe nella sgradevole posizione di rinunciare al controllo, alla supremazia e alle decisionalità sulle sue vittime "Ovis Aries" di Turno.

    Per questo chi si ostina nella Continuazione anchessa Perversa del suo rapporto con un " DIO Narcisista Perverso" non ha alcuna speranza di riuscita nella propria vita e, senza accorgersene, si sta impegnando in un atto di auto-lesionismo religiosamente sterile senza soluzione di continuità.

    Nessuna azione, nessuna persuasione, nessun sacrificio, cambiamento o manipolazione muterà il "Narcisista Perverso" in un raggio di luce Divina riflesso nello Specchio Riflettente di quelle "Cose" Vive e Sensienti e a tratti pure Intelligenti rese Schiave dalla sua Patologica stessa insanità amorosa e perversa.

    Eppure l’ossessione che avviluppano le vittime "Ovis Aries" e che le tiene soggiogate e prigioniere all'Ovile è l’idea paurosa e terribile di essere sostituite dal "Pastore Narcisista" con le "Pecore" più Buone e più capaci di loro a rifletterlo, credono di essere responsabili dei comportamenti vessatori del Narcisista Perverso che li Opprime e li schavizza, e si auto-attribuiscono la sua incapacità affettiva per via del Sentirsi perennemente Indegni e peccatori nei sui confronti perché "Opachi" e non "Riflettenti" l'Immagine del "Divino" alla Giusta misura.

    Eppoi i nomi non sono importanti ... I tanti nomi confondono l'Intelletto nella sua ricerca del "Vero" Relativo ...
    ... basta che lo si chiami semplicemente "Uomo" o al massimo " Yahweh" se si pensa a quall' Idiota alieno lì ... tanto sempre della Vivente Materia si tratta ...!!!

    E tutto molto semplice ... basta chiamarla anche NATURA (Che poi é il suo vero nome relativo) ... sia nella buona che nella cattiva visura delle cose che la compongono e gli altri nomi che la rappresentano, nella forma più pura del Panteismo naturalistico di Baruch Spinoza
    .

    Tutti gli Atomi della Materia e dell'Energia non hanno ne Nomi ne Appellativi.

    Non sono ne buoni ne cattivi ... e Seppur ETERNI nella Sostanza ... "SONO" finché "SONO" la Forma Voluta per necessità ... e basta !

    Sentirsi "Parte" di essa non rende il Vivente MIGLIORE o SPECIALE.

    Esso semplicemente "é" una Forma ( delle tante ) della NATURA ... e .. finché C'é ... C'é ...! ... dopo ... Quien Sabe ...???

    Pasquino


    @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

    http://www.youtube.com/watch?v=7N5nkd0sces

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da io_Pasquino il Gio Mag 31 2012, 20:21



    Lo so, lo so ... e come se lo so ... lo so che la famosa citazione di Ivan Karamazov, è stata ormai abusata in ogni contesto letterario e culturale e persino filosofico.

    Certo che lo so che é stata frequentemente usata anche a sproposito per fargli dire tutto e di più.

    "Se Dio non esiste, tutto è permesso"

    Io, sinceramente, ritengo la prima parte dell'affermazione: "Se Dio non esiste", come la somma delle mie tesi precedentemente trattate.


    Quindi, l'uomo è indipendente da DIO, e nell'Uomo ... tutto da lui stesso dipende, e il bene e il male non sono che pregiudizi.

    A questo punto, essendo l'uomo completamente libero, senza pregiudizi idioti o entità metafisiche altrettanto idiote a rinchiuderlo in nessun "Gregge" limitativo della sua libertà decisionale, bisogna trarre le conseguenze dal nostro deicidio, il che significa completa responsabilità delle nostre azioni.

    Il fatto che l'uomo può fare tutto, perchè tutto è permesso, non si significa affermare Anarchia, mancanza Assoluta di Moralità, assenza assoluta di un' Etica "Conveniente" da seguire, tutt'altro, bensì si Significa che l'Uomo è Esecutore e Giudice di fronte a se stesso, e verso altri come lui e dell'Ambiente in cui vive ... delle azioni che compie, e delle sofferenze e delle gioie e dei disastri che provoca, cioé, volendo o non volendo, egli é obbligato per necessità Naturale degli Eventi ad assumersi una responsabilità totale di TUTTO quello che fa, perché ad ogni SUA azione corrisponde un'altra SUA reazione.

    Ivan è comunque a mio personale avviso un personaggio molto interessante ma complesso.

    Ad esempio quando tratta del problema del male nel mondo, si fa fatica ad immaginarlo completamente insensibile.

    Non è certo un atteggiamento di chi esclama: "tutto è lecito ... perciò da ora in poi faccio quello che mi pare quando mi pare su chi mi pare".

    Ma anzi, Addirittura in nome dell'Umanità, dei Poveri, dei Sofferenti, non vuole la vendetta nell'Aldilà ...
    ... e, come lui stesso dice: ... "restituisce il biglietto d'entrata a DIO".

    In pratica, Ivan è sia immorale che Negatore di DIO, se per per "morale" si intende quella morale precostituita dalla religione di DIO di cui non crede nemmeno l'esistenza, Ma che comunque egli, Ivan sensibile alla sofferenza ... nel dire "tutto è lecito" penso che intendesse solo dire che non c'è nessuna legge Insindacabile, Perfetta, Eterna, Prestabilita a priori ... per cui dove la quale spetta a noi, e solo a noi soltanto, scegliere cosa è lecito e cosa non lo è, Cosa é conveniente e cosa non lo é.



    Ovvero tutto é in mano nostra, e non dobbiamo affidarci a DIO per lenire le sofferenze del mondo, ma SOLO a noi stessi ... nel Bene e nel Male.

    Allo stesso tempo Ivan in certi passi pare essere quasi un Epicureo, parlando di come l'uomo dovrebbe accettare la morte con fierezza e senza paura e non ricamarci su di esse nessuna "Religio, magia e superstitio", e godersi le gioie terrene e la felicità, in ogni sua forma Comveniente per se e per gli altri come lui, tutte quelle gioie e le soddisfazioni che gli è concessa in questo piccolo spazio di tempo senza pensare ad alcuna Idiota divinità: Ivan porta questa filosofia al punto limite.

    In quella famosa frase di Ivan Karamazov, mi pare anche di capire che essa non sia una domanda veramente libera e coraggiosa se formulata, così comè formulata da molti pseudi "Credenti" nella metafisica, e che sembra partire dal presupposto che senza DIO la morale non c’è più, Ivan precisa: “tutto sarebbe lecito”, ponendo in dubbio anzi negando che possa esistere una moralità al di fuori di quella comandata da DIO, cioè di quelle che le chiese e le relative religioni, Cristiane in primis, assieme alle metafiche filosofie anche orientali, insegnano.

    Perché in quale altro modo ci sarebbe data la possibilità di conoscere DIO, ed il suo Volere ...? ... dalla Bibbia ...? ... dal Corano ...? ... ...dalla Bagvad Gita ...? ... dal Mago Otelma e da personaggi affini come Vanna Marchi ...? ... certamente NO ...!

    Eppure ci sono filosofi convinti che la moralità dell’Ateo può essere migliore della moralità dei credenti, come d’altra parte si potrebbe capire di fronte a certe nefandezze compiute da Idioti kamikaze della seconda guerra mondiale, ma come pure i credenti in Cristo dei crociati combattendi tra l'XI e il XIII secolo.

    Ma poi scusate, c’è forse una moralità più valida tra quelle data dalle chiese e dalle Religioni ...?

    Non sono ancora in lotta fra loro, non sono in lotta attribuendosi, ognuna di esse, la conoscenza del vero e del bene ...?

    Ma personalmente io sono convinto che noi tutti uomini dell'Intelletto, possiamo interpretare diversamente quel: “tutto è permesso”, cioè pensare, come forse molti di voi stessi potrebbero aver pensato (spero), cioé che se DIO non esiste l’uomo può divenire quello che è, cioè Santo o Assassino ... ma anche, e sopratutto veramente libero, signore di sé, perché il potere di giudicare è a lui demandato, rendendolo arbitro della sua stessa storia e perciò della sua vita e del suo Futuro ... se non addirittura creatore del bene e del male.

    Dunque se DIO non esiste, DIO è l’uomo stesso, e nessun altro può sostituirlo né accampare diritti.


    C’è chi ha detto “DIO è morto”, ma la detto anche assumendone immediatamente i poteri, cioè insediandosi su quel "trono" che è il trono dell’assoluto.

    Utopia ...? ... Delirio ...? ... Pazzia ...?

    SICURAMENTE "SI" ... finché esistono Chiese e Religioni (Superstitio), DIO mantiene ancora un sufficiente potere distruttivo sui nostri Umani spiriti imprigionati nel Suo Perfido "Ovile" pieno di esseri "Ovis Aries" ridotti a schiavi sacrificali alla maniera letterale dell'Agnello Pasquale a beneficio del padrone di turno spesso ritenuto come "Agnus Dei" o l'agnello di Dio, frenando l’avvenire della specie Homo Sapiens e impedendole di oltrepassare i limiti stabiliti dalla natura stessa, che rimane la base di ogni diritto nella concezione di almeno un millennio di filosofia, cioè di quei filosofi che anziché spendere tempo e fatica a cercare la verità volonterosamente l’accettano, bella, pronta e confezionata a priori dalle mani Religiose di madre chiesa, con tanto di imprimatur e suggello divino.

    "Dio non esiste" ( Dio è morto) ha detto Nietzsche, perciò il campo è libero.

    Questa ulteriore evoluzione condurrà al Superuomo ma anche all'oltre Uomo.

    Modelli modernamente evoluti ma disastrosi della "Nuova" specie "Super", sono stati Hitler, Stalin, Pol Pot, Charles Manson ed i loro innumerevoli epigoni.

    Sono cioé quelli che hanno maturato Coscienze autoreferenti che hanno solcato l'esistenza indipendentemente da DIO, che non esiste.


    Ma daltronte non é nemmeno detto che solo se DIO esiste l’uomo possa trovare una remora agli istinti lupini con cui può scivolare all’inferno ...

    Penso proprio il contrario, cioè che l'uomo che crede in un DIO può arrivare a giustificare le sue nefandezze, le sue azioni peggiori semplice-Mente gridando: "Dio è grande ...! ... DIO lo Vole ... E io agisco in Suo nome".

    Dunque la conseguenza di questa eclissi di DIO può essere quella che poco prima, in Apice di questo discorso si prospettava, cioé che:

    " l'Uomo è Esecutore e Giudice di fronte a se stesso "

    Cioè un agire COMUNQUE Libero e Responsabile: ma questo non vuol dire che, quasi per un miracolo compiuto dall’Uomo, la storia potrebbe improvvisamente redimersi: penso che una fede oltre la speranza sia necessaria, ma una fede superiore alle fedi, cioè una fede in un DIO al di sopra di DIO.

    E sì, dirò pure che è anche questione di Carità perché un tale DIO non avrebbe bisogno di attribuirsi nessun pregio e nessun attributo Idiota di quelli che si affannano a fornirgli le idiote Chiese e le idiote Religioni, ma può apparire perfino simile al Nulla accontentandosi della sua assolutezza.

    In fondo solo un DIO come questo, cioè un DIO che non é perché non c’è, sembra lasciar libera la storia di svolgersi con le sole sue forze NATURALI, senza anatemi e senza miracoli e impropabili "Rivelazioni", ponendosi in Essere come Fine e non come Inizio.

    Perché l’Inizio, ovviamente, non sarebbe più un fiat Creativo, ma un semplice, elementare Big Bang.

    Basketball Basketball Basketball Basketball Pasquino bounce bounce bounce bounce bounce bounce bounce

    avatar
    admin
    Admin

    Messaggi : 191
    Data d'iscrizione : 16.12.10
    Età : 62
    Località : catania

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da admin il Sab Giu 02 2012, 00:16

    CARO PASQUINO , il punto purtroppo credo che ti sfugga , vorrei passarti qualcosa , ma la tua reazione è sempre spropositata e desisto , vorrei dirti solo che ogni cosa viene da Dio , da una mente intelligente , superlativamente intelligente , io e te non esistiamo siamo solo ombre di luce , L'intelletto che oggi sfoggiamo è il risulatato dell'azione del divino nella natura animale ed automatica dell'uomo , un vero miracolo , ma tu sei troppo obnubilato dal tuo sdegno per la stupidità degli esseri umani del passato per riuscire a essere obiettivo e potere scendere in profondità . Il Dio del passato ERA UN DIO TERRIBILE , VENDICATIVO , IRACONDO , GELOSO ,SPIETATO .... è vero , pensa come dovevano essere perciò gli uomini .Se tu dovessi amministrare il destino di una masnada di ragazzini , violenti, ignoranti , impulsivi , presuntuosi , crudeli ,qualità che con un piccolissimo sforzo puoi ben immaginare , cosa faresti???????????????????????????????????????????????????????????????????????????

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da io_Pasquino il Sab Giu 02 2012, 19:16



    BEH !!! ... AZZ ...!!! ... mi prendi alla sprovvista ....

    Citazione:
    "Se tu dovessi amministrare (-) il destino di una masnada di ragazzini, violenti, ignoranti, impulsivi, presuntuosi, crudeli, qualità che con un piccolissimo sforzo puoi ben immaginare, cosa faresti???????????????????????????????????????????????????"


    Ma che ne so ...!!! ... se io fossi un Credente é avessi FEDE nel TUO DIO della Bibbia, e nella sua "Politica" Superlativamente e Intelligente-Mente "Merdosa" .... Sarei proprio costretto a Farli fare ARROSTO sulla Brace Lucente con l'Aggiunta di Ulteriori "Spezie" Odorose e Medicamentose per la sua Propabile Asma Bronchiale che si portava Appresso da secoli ... specie se per l'Arrosto ci fossero dei Teneri "Primogeniti di Sette Giorni di Vita ...

    ... non ti pare pure a te ... ?


    Chissà ... se avessero vissuto per più di otto giorni questi "Ragazzini" Primogeniti ... violenti, ignoranti, impulsivi, presuntuosi,crudeli,
    ... FORSE Nemmeno DIO li poteva più ASSASSINARE con la Brace "Irridescente" e LUMINESCENTE di Dinità Olfattive Puzzolenti, anche se ... Ricordiamocelo Bene ...: Il fumo che sale: “è odore gradito al Signore”,
    per quanto sarebbero Addivenuti Più Forti & più "Terribili" del giorno prima ...!!!


    Chissà Forse Sarebbero Addivenuti più al "Dente", meno Teneri e Opachi cioé con poca Luce Irridescente Riflessa della Brace DIVINA ...!!!

    &&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&


    Citazione:

    " Il Dio del passato ERA UN DIO TERRIBILE , VENDICATIVO , IRACONDO , GELOSO ,SPIETATO ...."

    (io aggiungerei anche: Idiota & Stronzo !)

    ... AZZ ... PERO' ...!!!

    Azz Però ... Mica sapevo che ci fosse un DIO del Passato .... e uno ... del Presente ... ?


    Tu che dici ... c'é ne sarà anche Uno del FUTURO ... ?

    ... Che DIO sarà secondo te ....?...

    BeH !!! ... se il lupo perde il Pelo ma non il vizio ....

    ... E se il buon giorno si vede dal Mattino .... !!!

    ... Che DIO c'é la mandi buona allora (Si fa per dire) ...

    &&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

    Il DIO di adesso che Roba é ... ??? ... Tu lo conosci ...??? ... Qualcuno lo conosce ...???

    Tu dici che se noi di OGGI restiamo come Ragazzini violenti, ignoranti, impulsivi, presuntuosi, crudeli ... LUI Riaccenderebbe di nuovo il Luminescente ed Irridescente Barbecue da Giardino dell' Eden ...???
    SSSSSssss ... ZUTT zutt ... (Ma secondo te DIo é sempre Incazzato pure adesso ...???) ... SSSSssssss ... ZUT zutt ... Non farti sentire da quello lì ... mi raccomando !!!! ... Sento già la puzza di carbonella ... SSSSSSSSSSssssssssssss ...!!!! ... ZUTT ...!!!
    (Rispondimi in privato, ma fà piano però ... molto piano ... non attirare la sua Attenzione, che quello lì porta Sfiga ...)

    &&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&


    Che Ogni Stronzata "Culturale" Umana ... (Come la tua Idiota Proiezione mentale di un DIO Unicum a tuo personale Piacere e a tua Personale Misura) ... Provenisse da quel Verme ed Idiota "DIO" lì della Bibbia o chi per lui a Suo Nome e Cognome assieme ad ulteriori appellativi vari ... ne sono da Sempre convinto anchio ...
    Ma e ... da che Cazzo di posto viene DIO ... che non capisco proprio ... !!!

    (A proposito, tanto per sapere ...:

    TU Admin:


    ... Cosa faresti???????????????????????????????????????????????????????????????????????????

    ... Forse bisognerebbe leggere meglio Zacharia Sitchin ...

    Pasquino


    P.S.

    Cazzo ... non sapevo che Hitler Avesse sempre Ragione come "Amministratore" (-) del Condominio Ebraico ... !!!

    P.S.
    "Non sono le parti della Bibbia che non capisco, quelle che mi preoccupano, sono le parti che capisco".
    - (Mark Twain) -



    Ultima modifica di io_Pasquino il Mer Giu 06 2012, 19:36, modificato 13 volte

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da io_Pasquino il Dom Giu 03 2012, 12:14

    Citazione:
    "CARO PASQUINO, il punto purtroppo credo che ti sfugga ..."


    Mica tanto ...!

    Mi pare che tutta la V.S. discussione da "Credenti" non tenga ben conto di una evoluzione culturale avvenuta nei millenni che presupponeva sempre l'esistenza di un trascendente più o meno punitivo o premiante cui gli umani avrebbero dovuto riferire il proprio comportamento e la propria Etica che, pur attraverso innumerevoli mutazioni, ha avuto un trend via via più benevolo o meno brutale e feroce pur con terribili punte verso il basso.

    Mi paiono insomma fuorviante i vari riferimenti alla nostra cultura classica

    In effetti, dovendoci sempre riferire alle interpretazioni Filosofiche e Religiose non solo passate, ma anche attuali finiamo col dimenticare ...


    (e tu Admin per primo)

    ... che il trascendente lo ha inventato e pensato l' Uomo stesso.

    Quindi, che DIO esista o non esista sempre noi siamo stati e siamo i costruttori della nostra Etica per mezzo delle Religioni, delle Filosofie più o meno laiche e materialiste, delle legislazioni dei vari stati e raggruppamenti di stati, delle varie scienze e ricerche, ecc ... Ecc ... Ecc ...

    Oggi persino il Web ci impone un'Etica, un modo di sentire e di essere nell'ambito singolo e nell'ambito sociale.

    In Fondo in Fondo si è oramai formata anche una morale laica (Avvenuta già dalla rivoluzione francese per noi occidentali) che si impone alla nostra coscienza non necessariamente derivata dal Trascendente o ad essa riferente.


    Ovviamente anche un Ateo come me può avere profondi riferimenti morali pur negando DIO, le Religioni e le Fedi ... magari dimenticando che spesso sono state le visioni Religiose che hanno portato le società al loro imperativo morale anche a quelle più autoritarie e lontane dal riconoscimento del valore dell'individuo umano e dei suoi insindacabili Diritti ... magari a favore di un "Superiore" ipotizzato bene comune che non sempre si è realizzato ... portando INVECE, persino ai noti genocidi.

    Quindi il discorso sull'Uomo che assume (o dovrebbe assumere) ogni responsabilità Etica, sia Singolarmente che Socialmente, è sempre vero ... indipendentemente dall'ipotesi, ripeto IPOTESI teistica o meno.

    Col nostro Passato, Presente e Futuro ... DIO che comunque a MIO personale Avviso non esiste come Persona ... non c'entra per niente.


    Ognuno di noi è una piccola particella Naturale di questo Universo, che chiamerò "DIO" anche per farvi piacere, come voi deisti credenti chiamate DIO.

    Faccio questo però citando la filosofia panteista “DIO è in ogni cosa” e non “Sopra ogni cosa” come invece asseriscono i Cristiani, e i credenti metafici in generis e il Sig. ‘Abdu’l-Bahá compreso, creando ancora una volta una Dualità separata fra "DIO" e il Tutto Universo.

    Cosicché accettato il fatto che Noi stessi siamo "DIO", anche per la legge della sincronicità: “Così è nel piccolo come nel grande”, possiamo incamminarci lungo la strada dell’Introspezione per divenire Maestri di Noi stessi e ritrovarci nella nostra Intrinseca Intima Divinità Interiore e ritrovare quel "DIO" che é in Noi "Sepolto" sin dalla nostra nascita.

    Questo è il percorso evolutivo dell’ Anima/Uomo per divenire pienamente Consapevoli, Ovvero coscienti e Maestri di sé stessi.

    (Il Buddismo per Esempio è molto incentrato sul realizzare se stessi, infatti Buddha insegna a non avere una Divinità a cui affidarsi ma a ricercare la Divinità che è Già dentro di Noi).

    Mentreinvece la preghiera a un DIO esteriore Uccide letteralmente la fede in noi stessi.

    Cioé noi dobbiamo Pregare noi stessi, solo così facendo stiamo pregando "DIO".

    Pensò che l'ignoranza e la mancanza di una base scentifica abbiano spinto le popolazioni a dare spiegazioni fantasiose a cose che adesso sappiamo invece spiegare, le religioni sono nate per dare leggi e perchè l'essere umano non concepisce l'ignoto e aberra l'annichilimento del suo io senziente, quindi non c'è da capire molto di più che già sappiamo come si sia trasformato il concetto di Divinità nei secoli.

    C'è a mio avviso piuttosto da chiedersi:

    Perchè ancora con tutte le spiegazioni Sufficienti tranne quella del "Post Mortem" a portata di mano, ci sia ancora bisogno di DIO ...???

    Pertanto ... "Se Dio non esiste, tutto è permesso" significa letteralmente che se ammettiamo la "non esistenza" di DIO, cadono i "vincoli morali" dettati dalla divinità, con la conseguenza che siamo liberi di fare tutto ciò che è in ns potere fare senza impedimento alcuno, ma con nostra esclusiva Responsabilità e Rispetto: un piano Strategico e d'Azione per migliorare il nostro Presente ed il nostro Futuro ...

    Mi spiace per voi Credenti ... Altri "MODI" non ne Vedo ...!


    ... Mi Stia Bene ...!


    Basketball Basketball Basketball Basketball Pasquino affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid





    Ultima modifica di io_Pasquino il Gio Giu 07 2012, 20:05, modificato 2 volte

    io_Pasquino

    Messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 17.02.11

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da io_Pasquino il Mar Giu 05 2012, 21:22


    Citazione:

    " L'intelletto che oggi sfoggiamo è il risulatato dell'azione del divino nella natura animale ed automatica dell'uomo"

    Il Mio Intelletto son Sicuro e ve l'assicuro, non appartie al DIO Biblico di ‘Abdu’l-Bahá (Fino a prova Contraria) ...

    Dell'Intelletto di ‘Abdu’l-Bahá, Onesta-Mente mi chiedo se é Invece una "intelligenza Artificiale" o e solo un "Intelligente Artificio" della fantasia, che solo in "Apparenza" appare diventare arte nel suo farsi come rielaborazione del mondo ... (?)

    Perché Noto, da quello che scrive e da come lo scrive, quale suo aspetto puramente informativo, di mostrare un'abilità non Rara, ma Sufficiente (almeno per alcuni), di mostrare una attività intelligente, almeno in domini specifici, e SOLO quelli e SOLO a lui noti.
    (L'Uomo quale Specchio, DIO, I Riflessi di Luce Divina, ecc ...)

    E la "Cosa" onestamente mi meraviglia !

    E' per ME evidente, che Uno dei problemi principali di ‘Abdu’l-Bahá della sua Intelligenza informativa, che come problema é del resto presente anche in quella artificiale, è quello di dare Forzosa-Mente una definizione formale a delle funzioni sintetiche/astratte di ragionamento (Meta-Ragionamento) e apprendimento dell'Uomo, per poter poi costruire dei modelli computazionali che li concretizzano e realizzano in modo "Goal-Oriented" ... cioé per un specifico Fine.

    Qualé questo Fine ...???
    E Perché lo fa ...?

    Quien Sabe ...???


    Vediamo insieme di "COSA" ci informa con ostentata Sicumera sicurezza di sé il Sig. ‘Abdu’l-Bahá ...!


    Citazione:

    "Sappi che l'Essenza Divina, chiamata l'Invisibile degli Invisibili, non può descriversi ed è di là dalla portata della mente; essa è santificata di là da ogni menzione e definizione, di ogni cenno o allusione, di ogni acclamazione o lode. Per il fatto che Essa è ciò che è, l'intelletto è incapace di afferrarLa e l'anima che cerca di conoscerLa non è che un vagabondo nel deserto, assai lontano dalla retta via. Non l'afferrano gli sguardi ed Egli tutti gli sguardi afferra. (Egli) È di sguardo sottile, e di tutto ha notizia"

    E poi ancora ....:

    ...E non v'è atomo"... (!) o tra tutti gli atomi dell'esistenza, né creatura frammezzo alle creature che non dica la Sua lode e non narri dei Suoi attributi e nomi, che non riveli la gloria della Sua possanza, e che non guidi alla Sua unicità e alla Sua misericordia: non lo negherà nessuno che abbia orecchie a udire, occhi a vedere e mente sana"

    ( Per la SOLA Bontà tutta Sua di: Abdu'l-bahà in "Antologia" )

    @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


    "Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola ... e a Capo ....
    ... Lascia fare!
    ... Che dicono che noi siamo provinciali, che siamo tirati ....
    ... Ma si, fai vedere che abbondiamo. Abbondandis in abbondandum" ...


    (Da: "Totò, Peppino e... la Malafemmina")


    Ma come, ‘Abdu’l-Bahá prima dice: "non può descriversi (DIO) perché é al di là dalla portata della mente Umana (non é ne Pensabile ne Ipotizzabile), al di là da ogni menzione e definizione (nessuno sa che COSA é), al di là di ogni cenno o allusione (nemmeno con la Fantasia si può Descriverlo Ipotizzandolo), al di là di ogni acclamazione o lode (nel senso, se non sai cosa cacchio é, a che cacchio Pensi e poi te lo Preghi ?)" ...

    ... E poi contraddicendosi Vistosa-Mente come solo un Vecchio Scassato Compiuters Intel 80386 con poca memoria RAM pure infettato da un Virulento virus Informatico tipo Bootkit che gliela cancella, continua a dire con Modi immotivati e ostentatamente arroganti e provocatori, delineando una particolare Vistosa presunzione altezzosa ... che ...: "... non ve atomo ... ne creatura ... che lo negherà (Cosa? la sua esistenza o le lodi?) ... e non narri dei Suoi attributi (Ma Quali ?) ... che non riveli la gloria (Quale Gloria ? ... il Khevò-d ?) della Sua possanza (Dove stà?), e che non guidi alla Sua unicità (unicità Di Chi?) e alla Sua misericordia (di chi ? - verso chi?)" ...

    Scusate MA ... di chi sta Parlando il Sig. ‘Abdu’l-Bahá ...???


    Dizionario: "Descrivere":

    " Rappresentare con parole a una o più persone, a voce o per iscritto, rappresentare con parole a voce o per iscritto le proprie o altrui caratteristiche fisiche o morali"
    " ritrarre raccontare a parole o rappresentare con immagini e con la scrittura un evento, descrivere una scena un fatto"


    Per descrivere bisogna sempre usare i sensi, tutti quanti ne abbiamo cinque (qualcuno ne ha di più ?), arricchendo l'Informazione con il maggior numero di Aggettivi.

    Se qualcuno vuole descrivere un "Persona" ... e vero che scieglierà quella che gli interessa e sopratutto quella che "CONOSCE" bene.

    Poi deve spiegarci oltre chi vuol descrivere, se é parte di una specifica specie animale o umana e perché ha scelto proprio quella, ma anche se é un Amico, un Conoscente per caso, un esttraneo, dove e quando l'ha conosciuto, comportamento, modo di esprimersi, oltre all'aspetto se si tratta di persona fisica.
    Le qualità Morali non sono da meno, il rapporto con gli altri e con lui, il descrittore in particolare, come l'ha conosciuto, ci sono testimoni oculari che questa persona non sia una fantasia millantata dal descrittore ...?
    C'é una sua traccia dal valore inoppugnabile della sua anche postuma presenza ...?
    E veramente un Amico ...? ... sta bene con lui ...? ... Perché ...?


    Se inizio a conoscere una persona io lo faccio perché mi ispira fiducia oppure penso che ci sia qualcosa da scoprire in loro.

    Penso che conoscere nuove persone sia una delle scoperte della vita, secondo me tutti dovrebbero scoprire una persona, conoscerla, volergli bene e non essere delusi da essa.

    Si può dire si che umore è solitamente questa persona ... Di buon umore, allegra, gaia, contenta, felice, serena, entusiasta, soddisfatta, divertita, orgogliosa, annoiata, triste, disperata, cupa, nera, depressa, apatica, permalosa, irascibile, bisbetica, preoccupata, insoddisfatta, delusa, arrabbiata, Timida, estroversa, tranquilla, irrequieta, silenziosa, chiacchierona, intelligente, vivace ... Ecc ... ecc ...

    Qual'é la sua qualità più bella ...?

    Si può, e si deve descrivere come si comporta questa persona di fronte a diverse situazioni: Per esempio a casa, a scuola, in palestra, in giardino, con igenitori, con i figli, di fronte a una difficoltà, di fronte a un problema, a un lavoro da fare, un Progetto e cosi via.

    Si possono descrivere le abitudini della persona, anche in riferimento ai suoi suoi gusti e interessi personali, illustrando tutte le cose che fa di solito.

    Per esempio: di solito al pomeriggio, fa merenda al barbecue con le grigliate Miste o preferisce Specifiche Carni ancor più Tenere di pochi Giorni di vita dal Profumato e Soave Incenso ...? ... e se poi ama giocare a calcio con gli amici ... oppure si possono descrivere le cose che piacciono alla persona relative a: cibi, odori attività, sport, colori, animali, programmi televisivi, libri, film e tutto ciò che voivolete, spiegando ( se lo si conosce BENE) il perché piacciono queste cose (per esempio, nel caso dell'Ipotesi della persona DIO, sia quello degli Ebrei e dei Musulmani che é lo stesso dei Cristiani che é lo stesso di ‘Abdu’l-Bahá: le Bibbie e libri Sacri vari, gli odori del Sangue e della Carne Bruciata ... e di Carri celesti con cui egli si "Spostava da un luogo ad un'altro (il famoso Khevò-d ebraico)


    E ... Poi, ma solo POI ... Molto ... Ma Molto MOLTO POI ... al termine di una siffatta COMPLETA ED ESURIENTE descrizione oggettiva, si possono mettere delle conclusioni relative al nostro rapporto con la persona descritta.

    Cioé noi stessi: cosa vogliamo cambiare di noi, cosa e necessario cambiare di noi e perché di tutto questo.


    Cosa vogliamo migliorare, cosa ci piacerebbe diventare, cosa crediamo di essere, e cosa gli altri pensino di noi, cosa vorremmo che cambiassero, cosa pensiamo di loro, che rapportovogliamo avere nel futuro con queste persona ... ecc ...

    Ma ! ... Ma ! ... Ma ! ... MA ! ... IL Sig. ‘Abdu’l-Bahá non ci dona Niente di Tutto questo.

    Per il Sig. ‘Abdu’l-Bahá ... ESSENDO (dal Verbo ESSERE") questa persona IPOTIZZATA in "ESSERE" (DIO): "Invisibile, in ogni caso, NON può essere ne descritta e nemmeno IMMAGINATA essendo questa PRESUNTA "Persona" al di là dalla portata della mente umana, al di là anche della mente di ‘Abdu’l-Bahá Immagino (a meno che ‘Abdu’l-Bahá, in vita, non fosse stato uno degli ELOIM della bibbia con poteri speciali a noi sconosciuti), essa è santificata cioé Stabilita a Priori che NESSUNO può ne DESCRIVERLA ne IMMAGINARLA e perciò CONOSCERLA, in quanto é al di là da ogni menzione e definizione (Caratteristiche Proprie) ... Cioé, si sapeva ancor prima di IPOTIZZARNE Inpropria-Mente l' Esistenza ... Già si sapeva della sua reale INCONSISTENZA - INESINTENZA in "ESSERE" in nessun luogo ne Fisico che Metafico Reale o Immaginato .... questa PRESUNTA persona é TOTALMENTE priva di ogni cenno (Presenza - Attività - Visione - Sensi - Significati) o allusione (Immaginazione), di ogni acclamazione o lode (e difficile lodare e acclamare con Intelligenza chi non Esiste ...come il Nulla, i quali MOLTI nomi del Nulla in sostanza, sono tutti FALSI perché IMPROPRI).

    Per il fatto che Essa (Persona) è ciò che è, Cioé NIENTE di PERSONALE anzi, Niente di Niente, l'intelletto (non quello artificiale ma quello Naturale) è incapace di afferrarla e l'anima (il vero Uomo Naturale Sano di mente) che cerca di conoscerla non è che un vagabondo nel deserto. (E ti credo).


    Ma allora sorge spontanea una Domanda: Ma che stà 'addì ... coso li ... il Sig. ‘Abdu’l-Bahá ...?

    Chi stà TENTANDO Impropriamente di Descrivere ...?

    Chissà chi lo sà ...???

    Certamente che "Qualcuno" comunque lo Loda Ugual-Mente.

    Certamente che "Qualcuno" comunque narra i suoi attributi ugual-Mente.

    Certamente che "Qualcuno" comunque rivela i suoi Tanti Nomi Ugual-Mente.

    Certamente che "Qualcuno" comunque riveli la sua Gloria Ugual-Mente.

    Certamente che "Qualcuno" comunque rivela la sua Possanza Ugual-Mente.

    Certamente che "Qualcuno" comunque lo considera Unico ed Universale Ugual-Mente.

    Certamente che "Qualcuno" comunque anela alla sua Misericordi Ugual-Mente.

    Ma ... scusatemi se é Poco ...!

    Ma secondo Voi ... se qualcuno comunque lo fa Ugual-Mente ... credendo di Usare Occhi ed Orecchie ...

    ... Siete proprio sicuri ... Ma Sicuri Sicuri Sicuri ....:

    ... Che queste persone che lo fanno Ugual-MENTE ... Siano SANE DI MENTE ...???


    Pasquino



    P.S.

    "La cosa triste, a proposito dell'intelligenza artificiale, è che le manca l'artificio e quindi l'intelligenza."

    - Jean Baudrillard (1929), sociologo francese -

    "L'intelligenza è caratterizzata da una naturale incomprensione della vita." (E non il Contrario)

    - Henri Bergson (1859-1941), filosofo francese -
    Fonte: "L'evoluzione creatrice".



    avatar
    admin
    Admin

    Messaggi : 191
    Data d'iscrizione : 16.12.10
    Età : 62
    Località : catania

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da admin il Lun Giu 11 2012, 16:19

    caro pasquino , mi spiace ma non leggo messaggi così lunghi , non ne ho il tempo , inoltre vorrei invitarti a essere più rispettoso della visione altrui , tu dici molte cose che condivido , ma l'asprezza che ti contraddistingue e il sarcasmo che schiaffi in faccia al lettore , non ti ti onora , ma rivela una rabbia emotiva , cioè reazioni bio-chimiche esagerate e lasciate IMPRUDENTEMENTE LIBERE di invadere la coscienza , queste energie primitive , essendo state preordinate per la lotta della sopravvivenza, sono esplosive , irruenti e ingovernabili
    , in questo contesto sono esagerate e ingombrati , e creano pensieri fumosi e privi di obiettività e realismo ,spero che nel futuro possa leggere amicizia e non animosità , affetto e non istinti guerreschi e anche una certa sintesi , visto che la vita è così breve , cari saluti.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: LA RICERCA DI DIO.

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun Ott 23 2017, 09:17