NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Condividi
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Sab Gen 08 2011, 00:31

    Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.
    marakella
    marakella

    Messaggi : 181
    Data d'iscrizione : 06.01.11

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da marakella il Sab Gen 08 2011, 00:41

    la strada dell' amore ...non liscia con sassi scalza , con salite e discese meglio di cosi dove trovi la strada dell' amore ..vai a salutare Dio non è la anche la strada dell' amore
    Kame
    Kame

    Messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 56
    Località : Roma o quasi

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Kame il Sab Gen 08 2011, 00:48

    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    Se tu stessa dici che non ti trovi a tuo agio questo è già un presentimento. Ora il dire quello che è la strada di ognuno di noi, forse farà chiarezza anche per quanto ti riguarda, quindi proporrei di aprire un apposito post (e già non c'è) per raccontarsi, dove ognuno parla delle sue esperienze, ben inteso sempre che lo voglia.
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Sab Gen 08 2011, 01:14

    marakella ha scritto:la strada dell' amore ...non liscia con sassi scalza , con salite e discese meglio di cosi dove trovi la strada dell' amore ..vai a salutare Dio non è la anche la strada dell' amore

    Si Kella, si, ma io Dio lo saluto ogni giorno, da quando apro gli occhi, fino a quando non mi lascio andare nel sonno, la sera.... io con Dio Parlo, continuamente, ma li, oggi, nella sua casa mi sento a disagio, come se fossi fuori posto ... come se fossi di troppo, non riesco a spiegare, a volte mi sento mancare l'aria, a volte mi sento circondata lì, nella sua casa da tante persone false che puntano il dito contro .... DIo, è una sensazione strana ...
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Sab Gen 08 2011, 01:17

    Kame ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    Se tu stessa dici che non ti trovi a tuo agio questo è già un presentimento. Ora il dire quello che è la strada di ognuno di noi, forse farà chiarezza anche per quanto ti riguarda, quindi proporrei di aprire un apposito post (e già non c'è) per raccontarsi, dove ognuno parla delle sue esperienze, ben inteso sempre che lo voglia.

    Un presentimento?!?!? Per cosa Kame, io so che la casa di Dio è la mia casa e desidero stare lì!!!! Ma Adesso, in questo periodo mi sento un pesce fuor d'acqua!!!!
    Certo che aprirò un nuovo post, ma questo mi sembrava già un post per cominciare a parlare delle nostre esperienze ... o no?!?!?!?!?
    Kame
    Kame

    Messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 56
    Località : Roma o quasi

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Kame il Sab Gen 08 2011, 01:38

    [quote="Giostella2"]
    Kame ha scritto:
    Un presentimento?!?!? Per cosa Kame, io so che la casa di Dio è la mia casa e desidero stare lì!!!! Ma Adesso, in questo periodo mi sento un pesce fuor d'acqua!!!!
    Certo che aprirò un nuovo post, ma questo mi sembrava già un post per cominciare a parlare delle nostre esperienze ... o no?!?!?!?!?
    Va bene Stella,
    ripeto che se non si fa l'esperienza le parole aiutano a descrivere delle "cose" che poi non si capiscono fino in fondo ma tanto vale parlarne.
    Si diceva Casa di Dio, in effetti se ci pensassimo bene come facciamo noi a dare una casa a Dio. proprio Lui che invece ci ha forniti di tutto?

    Certamente è un simbolo ma allora perché non costruire un bel Tempio e adorare in silenzio Colui che E' tutto ed Ha tutto? Mi sembrerebbe come minimo più coerente di costruire Chiese o altri luoghi di culto per pregare, giusto? Perché di questo stiamo parlando di preghiera. Ma Dio (io preferisco dire Padre) si prega? Oppure si Adora? Questo come introduzione a tutto, dovremmo domandarci.
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Sab Gen 08 2011, 01:43

    [quote="Kame"]
    Giostella2 ha scritto:
    Kame ha scritto:
    Un presentimento?!?!? Per cosa Kame, io so che la casa di Dio è la mia casa e desidero stare lì!!!! Ma Adesso, in questo periodo mi sento un pesce fuor d'acqua!!!!
    Certo che aprirò un nuovo post, ma questo mi sembrava già un post per cominciare a parlare delle nostre esperienze ... o no?!?!?!?!?
    Va bene Stella,
    ripeto che se non si fa l'esperienza le parole aiutano a descrivere delle "cose" che poi non si capiscono fino in fondo ma tanto vale parlarne.
    Si diceva Casa di Dio, in effetti se ci pensassimo bene come facciamo noi a dare una casa a Dio. proprio Lui che invece ci ha forniti di tutto?

    Certamente è un simbolo ma allora perché non costruire un bel Tempio e adorare in silenzio Colui che E' tutto ed Ha tutto? Mi sembrerebbe come minimo più coerente di costruire Chiese o altri luoghi di culto per pregare, giusto? Perché di questo stiamo parlando di preghiera. Ma Dio (io preferisco dire Padre) si prega? Oppure si Adora? Questo come introduzione a tutto, dovremmo domandarci.

    Dunque allora mi sento a disagio perchè la casa di Dio, del PAdre, come anche io amo chiamarlo, non è la chiesa? Per questo mi sento a disagio?!?!? Allora io che gli parlo dentro di me, che gli parlo quando sono in ufficio, o quando sono in ogni stanza della mia casa e lo cerco costantemente col pensiero, allora non è vero che sono una cattiva cristina/cattolica?!?!?!?
    Se ti dicessi che quel tempio in realtà io l'ho costantemente dentro di me, credi che io dica una sciocchezza?!?!!?
    Kame
    Kame

    Messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 56
    Località : Roma o quasi

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Kame il Sab Gen 08 2011, 01:48

    Giostella2 ha scritto:
    Dunque allora mi sento a disagio perchè la casa di Dio, del PAdre, come anche io amo chiamarlo, non è la chiesa? Per questo mi sento a disagio?!?!? Allora io che gli parlo dentro di me, che gli parlo quando sono in ufficio, o quando sono in ogni stanza della mia casa e lo cerco costantemente col pensiero, allora non è vero che sono una cattiva cristina/cattolica?!?!?!?
    Se ti dicessi che quel tempio in realtà io l'ho costantemente dentro di me, credi che io dica una sciocchezza?!?!!?

    Al contrario dici giuste parole che corrispondono alla realtà che anche se invisibile si manifesta, per chi ha occhi e orecchie.
    Quello che stai facendo è la maniera più normale di interpretare quello che ci dice "la vocina" interiore. Quella vocina è molto di più del "grillo" di Pinocchio. Quindi tutti coloro che non sono sordi alla vocina fanno come fai tu, ne più ne meno. POi il fatto di appartenere ad una religione di se non è negativo ma non è neppure il livello ultimo dei Figli di Dio. E' un livello intermedio che come tale va preso. Quindi quel presentimento a cui mi riferivo era molto valido....
    admin
    admin
    Admin

    Messaggi : 191
    Data d'iscrizione : 16.12.10
    Età : 63
    Località : catania

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da admin il Sab Gen 08 2011, 19:18

    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    IO CREDO , che l'uomo per iniziare a interagire veramente con la vita ,debba sviluppare un certo gradi di consapevolezza , la quale non è altro che comprendere la natura e le dinamiche , le mete e gli strumenti dell'esistenza .
    Tale consapevolezza crescendo attiva la percezione sempre più profonda e intensa del nostro esistere , prmuovendo infine se opportunamente orientata il fluire dell'amore divino dentro di noi .
    Purtroppo ci troviamo in una società basata sull'individualismo sfrenato e sulla competizione , la legge del più forte e in ultima analisi sui bisogni materiali e la loro soddisfazione.

    Occorre una certa dose di coraggio per veder la Realtà in faccia , senza distorsioni, causate da nostre imperfezioni e difetti.
    Quello cui mi riferisco è un PROCESSO , in fondo indefinito , il cui svolgersi dipende in gran parte esclusivamente da noi , l'impegno che profondiamo in tale ricerca di equilibrio e realismo è direttamente proporzionale agli sforzi che siamo disposti a fare , più incrollabile e determinato è il nostro desiderio e certezza di arrivare vicino alla meta e più breve sarà il cammino e più vicine le tappe l'una all'altra.
    Concludo dicendo che sono veramente grato a tutti per il desiderio che intessiamo nei nostri cuori e che invariabilmente al momento opportuno trasfondiamo intorno , già solo il fatto di essere qui a cercare insieme nuove visioni amichevolmente, a sacrificare il nostro tempo libero , produce un flusso di energie in ognuno , e ognino darà quanto in suo potere e al tempo dovuto , tutti noi sicuramente raccoglieremo il frutto di queste nostre titaniche fatiche .

    ciao apresto.

    marakella
    marakella

    Messaggi : 181
    Data d'iscrizione : 06.01.11

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da marakella il Sab Gen 08 2011, 21:59

    Giostella2 ha scritto:
    Kame ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    Se tu stessa dici che non ti trovi a tuo agio questo è già un presentimento. Ora il dire quello che è la strada di ognuno di noi, forse farà chiarezza anche per quanto ti riguarda, quindi proporrei di aprire un apposito post (e già non c'è) per raccontarsi, dove ognuno parla delle sue esperienze, ben inteso sempre che lo voglia.

    Un presentimento?!?!? Per cosa Kame, io so che la casa di Dio è la mia casa e desidero stare lì!!!! Ma Adesso, in questo periodo mi sento un pesce fuor d'acqua!!!!
    Certo che aprirò un nuovo post, ma questo mi sembrava già un post per cominciare a parlare delle nostre esperienze ... o no?!?!?!?!?

    Io sono Cattolica , non mi faccio venire i pregiudizi , andare in chiesa , io vado per Dio , non per altri ?!?! Entro in chiesa cosa faccio, vado dritta su un grosso Crocefisso , prego davanti a Dio , come tutte le cose... anche se è una statua ! lo devo vedere sul viso Dio le sue sofferenze che a subito per noi!! prego lascio 1 euro per beneficenza , dove va a finire 1 euro non divento ricca non mi importa , ho dato Dio in qui ci si a bisogno , per rinforzarti l'anima ed esco , mica vado a trovare i preti - I love you
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Dom Gen 09 2011, 17:06

    marakella ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:
    Kame ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    Se tu stessa dici che non ti trovi a tuo agio questo è già un presentimento. Ora il dire quello che è la strada di ognuno di noi, forse farà chiarezza anche per quanto ti riguarda, quindi proporrei di aprire un apposito post (e già non c'è) per raccontarsi, dove ognuno parla delle sue esperienze, ben inteso sempre che lo voglia.

    Un presentimento?!?!? Per cosa Kame, io so che la casa di Dio è la mia casa e desidero stare lì!!!! Ma Adesso, in questo periodo mi sento un pesce fuor d'acqua!!!!
    Certo che aprirò un nuovo post, ma questo mi sembrava già un post per cominciare a parlare delle nostre esperienze ... o no?!?!?!?!?

    Io sono Cattolica , non mi faccio venire i pregiudizi , andare in chiesa , io vado per Dio , non per altri ?!?! Entro in chiesa cosa faccio, vado dritta su un grosso Crocefisso , prego davanti a Dio , come tutte le cose... anche se è una statua ! lo devo vedere sul viso Dio le sue sofferenze che a subito per noi!! prego lascio 1 euro per beneficenza , dove va a finire 1 euro non divento ricca non mi importa , ho dato Dio in qui ci si a bisogno , per rinforzarti l'anima ed esco , mica vado a trovare i preti - I love you

    Kella il mio senso di disagio ... forse non sono stata in grado di descriverlo corrrettamente .... credo che sia dentro di me! Sono cattolica anche io o almeno l'educazione che mi è stata data, glli insegnamenti che mi sono stati dati, erano tutti in base alla strada del cattolicesimo ... ma vedi, quello che voglio dire è che io non ho bisogno di vedere un crocifisso da vicino per sapere ed avere sempre in mente le sofferenze a cui Gesù è andato incontro per la ssalvezza dell'uomo ... non ho bisogno di recarmi in chiesa per tenere sempre in mente quello che Gesù ha fatto per noi .... La mia domanda, visto che io mi sento più vicina a Dio quando sono sola con me stessa nella mia casa, è: è possibile che in me ci sia questa sensazione? E' possibile che Dio lo senta più vicino a me qui nella mia diomora piuttosto che nella sua?!?!?! E poichè è un periodo che non vado più a messa, io sono una cattiva Cristiana/Cattolica?!?!?!?!? Ecco questo è ciò che mi turba!!!!
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Dom Gen 09 2011, 18:23

    admin ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    IO CREDO , che l'uomo per iniziare a interagire veramente con la vita ,debba sviluppare un certo gradi di consapevolezza , la quale non è altro che comprendere la natura e le dinamiche , le mete e gli strumenti dell'esistenza .
    Tale consapevolezza crescendo attiva la percezione sempre più profonda e intensa del nostro esistere , prmuovendo infine se opportunamente orientata il fluire dell'amore divino dentro di noi .
    Purtroppo ci troviamo in una società basata sull'individualismo sfrenato e sulla competizione , la legge del più forte e in ultima analisi sui bisogni materiali e la loro soddisfazione.

    Occorre una certa dose di coraggio per veder la Realtà in faccia , senza distorsioni, causate da nostre imperfezioni e difetti.
    Quello cui mi riferisco è un PROCESSO , in fondo indefinito , il cui svolgersi dipende in gran parte esclusivamente da noi , l'impegno che profondiamo in tale ricerca di equilibrio e realismo è direttamente proporzionale agli sforzi che siamo disposti a fare , più incrollabile e determinato è il nostro desiderio e certezza di arrivare vicino alla meta e più breve sarà il cammino e più vicine le tappe l'una all'altra.
    Concludo dicendo che sono veramente grato a tutti per il desiderio che intessiamo nei nostri cuori e che invariabilmente al momento opportuno trasfondiamo intorno , già solo il fatto di essere qui a cercare insieme nuove visioni amichevolmente, a sacrificare il nostro tempo libero , produce un flusso di energie in ognuno , e ognino darà quanto in suo potere e al tempo dovuto , tutti noi sicuramente raccoglieremo il frutto di queste nostre titaniche fatiche .

    ciao apresto.


    Si , comprendo perfettamente il senso di ciò che hai scritto e lo condivido ... devo quindi sviluppare questa consapevolezza di cui parli e devo dunque avere molto coraggio per poter analizzare ogni cosa senza essere contaminata da imperfezioni e difetti ... devo in sostanza imparare ad osservare la realtà per quello che è e decidere la strada da prendere ....
    Ma in questa realtà, quella di oggi, io mi sento a volte un pesce fuor d'acqua ... sarà questo il motivo per cui forse io non ancora "cresco" spiritualmente?!?!?!?

    Beh si, devo ammettere che quando mi hai nuovamente invitata in quest'altro forum, ho accolto con piacere ed entusiamo l'invito, perchè comunque sono sicurissima che questa strada in parte debba essermi indicata da qualcuno più "coraggioso" di me .. da qualcuno che può aiutarmi, da qualcuno che potrebbe farlo poichè l'ha già percorsa!!!!
    So solo che nella mia testa ci sono tanti perchè, ma sono consapevole sdi non essere in grado di rispondere da sola proprio a tutti i perchè che mi affolano la mente!!!!

    Dunque Salvo, sono io che ringrazio te, per questa nuova opportunità che mi dai, e perchè no, anche per questo cammino di confronto!!!

    Un sorriso dalla piccola Gio.
    luomodelponte
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da luomodelponte il Dom Gen 09 2011, 19:25

    Giostella2 ha scritto:
    admin ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    IO CREDO , che l'uomo per iniziare a interagire veramente con la vita ,debba sviluppare un certo gradi di consapevolezza , la quale non è altro che comprendere la natura e le dinamiche , le mete e gli strumenti dell'esistenza .
    Tale consapevolezza crescendo attiva la percezione sempre più profonda e intensa del nostro esistere , prmuovendo infine se opportunamente orientata il fluire dell'amore divino dentro di noi .
    Purtroppo ci troviamo in una società basata sull'individualismo sfrenato e sulla competizione , la legge del più forte e in ultima analisi sui bisogni materiali e la loro soddisfazione.

    Occorre una certa dose di coraggio per veder la Realtà in faccia , senza distorsioni, causate da nostre imperfezioni e difetti.
    Quello cui mi riferisco è un PROCESSO , in fondo indefinito , il cui svolgersi dipende in gran parte esclusivamente da noi , l'impegno che profondiamo in tale ricerca di equilibrio e realismo è direttamente proporzionale agli sforzi che siamo disposti a fare , più incrollabile e determinato è il nostro desiderio e certezza di arrivare vicino alla meta e più breve sarà il cammino e più vicine le tappe l'una all'altra.
    Concludo dicendo che sono veramente grato a tutti per il desiderio che intessiamo nei nostri cuori e che invariabilmente al momento opportuno trasfondiamo intorno , già solo il fatto di essere qui a cercare insieme nuove visioni amichevolmente, a sacrificare il nostro tempo libero , produce un flusso di energie in ognuno , e ognino darà quanto in suo potere e al tempo dovuto , tutti noi sicuramente raccoglieremo il frutto di queste nostre titaniche fatiche .

    ciao apresto.


    Si , comprendo perfettamente il senso di ciò che hai scritto e lo condivido ... devo quindi sviluppare questa consapevolezza di cui parli e devo dunque avere molto coraggio per poter analizzare ogni cosa senza essere contaminata da imperfezioni e difetti ... devo in sostanza imparare ad osservare la realtà per quello che è e decidere la strada da prendere ....
    Ma in questa realtà, quella di oggi, io mi sento a volte un pesce fuor d'acqua ... sarà questo il motivo per cui forse io non ancora "cresco" spiritualmente?!?!?!?

    Beh si, devo ammettere che quando mi hai nuovamente invitata in quest'altro forum, ho accolto con piacere ed entusiamo l'invito, perchè comunque sono sicurissima che questa strada in parte debba essermi indicata da qualcuno più "coraggioso" di me .. da qualcuno che può aiutarmi, da qualcuno che potrebbe farlo poichè l'ha già percorsa!!!!
    So solo che nella mia testa ci sono tanti perchè, ma sono consapevole sdi non essere in grado di rispondere da sola proprio a tutti i perchè che mi affolano la mente!!!!

    Dunque Salvo, sono io che ringrazio te, per questa nuova opportunità che mi dai, e perchè no, anche per questo cammino di confronto!!!

    Un sorriso dalla piccola Gio.

    una buona premssa è in grado di dare il giusto slancio ed entusiasmo secondo necessità , per il medio e lungo termine che ci aspetta .
    Inutile illudersi che sia semplice , sebbene tu mi meravigli sempre.

    La meta per tutti è conprendere . L'aspetto emotivo che spesso ci lascia perplessi è un pozzo senza fondo , ma conoscersi getta sprazzi di luce in questo universo arcano e può metterci in condizione di almeno non esserne totalmente e ciecamente succubi e accendere i motori della proria volontà copnsaèpevole , esattamente ciò che vuole Madre natura, questo è il viaggio verso la libertà , nell'incomscio confluiscono gli effetti di numerosi meccanismi cristallizzati , ecco la difficoltà di cambiare , ogni nostro accrescimento richede SFORZO , e lo sforzo forma l'individuo , come in una palestra .

    occhi_che_sorridono
    occhi_che_sorridono

    Messaggi : 83
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 46
    Località : Prov di Milano

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da occhi_che_sorridono il Lun Gen 10 2011, 18:38

    Anche io, piccola Gio, parlo, prego e sento il Padre vicino ogni istante della mia giornata, Lo sento mentre stendo i panni ad asciugare, mentre mi incanto ad ammirare un fiore, mentre sorrido ad uno sconosciuto triste o mentre prego inginocchiata in una chiesa vuota e silenziosa ma lo sente anche mentre partecipo alla messa domenicale o settimanale, lo sento nell'assemblea di fratelli che tutti insieme per un'oretta hanno messo da parte i loro impegni, la loro quotidianità, hanno vinto la pigrizia per riunirsi e pregare il Padre tutti assieme (dove due o più si riuniranno nel mio nome io sarà tra loro..o qualcosa di simile)..Io non so da dove nasca il tuo disagio e credo che ognuno abbia un suo personalissimo percorso da compiere che lo porti alla consapevolezza e non credo che essere o meno una brava cristiana dipenda unicamente dal partecipare alla messa..quante volte io stessa sono stata distratta da mille cose durante la funzione che nulla avevano a che fare con Dio, quante volte sono stata presente fisicamente ma magari la mia mente era altrove la gran parte del tempo...voglio dire io credo che conti molto il "come" facciamo le cose e il come decidiamo di vivere la nostra vita ogni giorno, sicuramente di più dell'adempiere a un precetto...Se io fossi in te, farei a Lui questa domanda, con fede assoluta e semplicità di cuore: "Signore qual'è la mia strada? perchè fatico a trovarla?"...ogni volta che l'ho fatto ho, in un modo o nell'altro, avuto le mie risposte...solo se onestamente facciamo questa domanda, dobbiamo anche essere pronti alla risposta che di sicuro non tarderà...voglio dire magari non è quello che il nostro Io vuole...
    Un sorriso ^_^
    Susi
    marakella
    marakella

    Messaggi : 181
    Data d'iscrizione : 06.01.11

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da marakella il Lun Gen 10 2011, 19:24

    La strada Dio c'è la insegnata quale prendere , rispettando le leggi dei 10 Comandamenti , il bello è che noi non li rispettiamo . La strada si contorce , non andiamo dove vuole Dio , si fa le cose tutto l'inverso dei 10 comandamenti , certo che non troviamo la strada giusta
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Lun Gen 10 2011, 20:15

    occhi_che_sorridono ha scritto:Anche io, piccola Gio, parlo, prego e sento il Padre vicino ogni istante della mia giornata, Lo sento mentre stendo i panni ad asciugare, mentre mi incanto ad ammirare un fiore, mentre sorrido ad uno sconosciuto triste o mentre prego inginocchiata in una chiesa vuota e silenziosa ma lo sente anche mentre partecipo alla messa domenicale o settimanale, lo sento nell'assemblea di fratelli che tutti insieme per un'oretta hanno messo da parte i loro impegni, la loro quotidianità, hanno vinto la pigrizia per riunirsi e pregare il Padre tutti assieme (dove due o più si riuniranno nel mio nome io sarà tra loro..o qualcosa di simile)..Io non so da dove nasca il tuo disagio e credo che ognuno abbia un suo personalissimo percorso da compiere che lo porti alla consapevolezza e non credo che essere o meno una brava cristiana dipenda unicamente dal partecipare alla messa..quante volte io stessa sono stata distratta da mille cose durante la funzione che nulla avevano a che fare con Dio, quante volte sono stata presente fisicamente ma magari la mia mente era altrove la gran parte del tempo...voglio dire io credo che conti molto il "come" facciamo le cose e il come decidiamo di vivere la nostra vita ogni giorno, sicuramente di più dell'adempiere a un precetto...Se io fossi in te, farei a Lui questa domanda, con fede assoluta e semplicità di cuore: "Signore qual'è la mia strada? perchè fatico a trovarla?"...ogni volta che l'ho fatto ho, in un modo o nell'altro, avuto le mie risposte...solo se onestamente facciamo questa domanda, dobbiamo anche essere pronti alla risposta che di sicuro non tarderà...voglio dire magari non è quello che il nostro Io vuole...
    Un sorriso ^_^
    Susi

    Susi, la tua risposta ... il tuo pensiero mi giungono dritti al cuore .... e vanno lì perchè è da un cuore che partono .... sono felice di averla letta, felice perchè tu ora mi hai dato un aiuto, un grande aiuto ... un consiglio che proverò ovviamente a seguire ... che seguirò di sicuro ... non ci avevo mai pensato, presa da mille dubbi non ho mai pensato di chiedere direttamente a lui, credendo forse che la domanda fosse ovvia, scontata ... e Gli parlerò col cuore ... so che sono capace di farlo e so allo stesso modo che Lui mi ascolterà ....
    grazie mille nuova amica!!!!
    La piccola Gio.
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Lun Gen 10 2011, 20:21

    luomodelponte ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:
    admin ha scritto:
    Giostella2 ha scritto:Questa una domanda che ogni giorno non smetto mai di pormi ...che in ogni momento della giornata mi passsa per la testa... una domanda alla quale ancor oggi io non riesco a dar risposta ....
    So che dentro di me ho tanto amore da donare, e credo di donarlo sul serio, ma quando qualcuno mi dice che non sono una buona cristiana o una buona cattolica, è la tristezza che s'impadronisce del mio essere!!
    Mille dubbi mi vengono in mente, eppure io poi mi chiedo: MA DAVVERO PER ESSERE CONSIDERATA UNA BUONA CRISTIANA IO DEVO, COME TUTTI COLORO CHE MI ACCUSANO DI NON ESSERLO, FREQUENTARE LA CHIESA?!?!?
    So che non ci sono motivi ben precisi per i quali io non mi reco a messa nè tantomeno ci sono giustificazioni in merito ...
    Ovviamente le mie preghiere non mancano mai, perchè durante il girono rivolgo sempre il mio pensiero a Dio che amo immensamente e che ringrazio giornalmente per il più grande dono che mi ha fatto: LA VITA ...
    ma ogni volta che mi reco quel luogo sacro, che è la Chiesa, la casa di Dio come mi hanno insegnato, io mi sento a disagio ....
    Da cosa deriva questo disagio?!?!??!

    Ed ancor oggi io non riesco a trovare quella giusta strada, quella che mi permette d'avere nel cuore la completa serenità ... quella che forse mi renderebbe immensamente felice!

    Spero di trovarla con il vostro aiuto!

    Un sorriso immenso.

    La piccola Gio.

    IO CREDO , che l'uomo per iniziare a interagire veramente con la vita ,debba sviluppare un certo gradi di consapevolezza , la quale non è altro che comprendere la natura e le dinamiche , le mete e gli strumenti dell'esistenza .
    Tale consapevolezza crescendo attiva la percezione sempre più profonda e intensa del nostro esistere , prmuovendo infine se opportunamente orientata il fluire dell'amore divino dentro di noi .
    Purtroppo ci troviamo in una società basata sull'individualismo sfrenato e sulla competizione , la legge del più forte e in ultima analisi sui bisogni materiali e la loro soddisfazione.

    Occorre una certa dose di coraggio per veder la Realtà in faccia , senza distorsioni, causate da nostre imperfezioni e difetti.
    Quello cui mi riferisco è un PROCESSO , in fondo indefinito , il cui svolgersi dipende in gran parte esclusivamente da noi , l'impegno che profondiamo in tale ricerca di equilibrio e realismo è direttamente proporzionale agli sforzi che siamo disposti a fare , più incrollabile e determinato è il nostro desiderio e certezza di arrivare vicino alla meta e più breve sarà il cammino e più vicine le tappe l'una all'altra.
    Concludo dicendo che sono veramente grato a tutti per il desiderio che intessiamo nei nostri cuori e che invariabilmente al momento opportuno trasfondiamo intorno , già solo il fatto di essere qui a cercare insieme nuove visioni amichevolmente, a sacrificare il nostro tempo libero , produce un flusso di energie in ognuno , e ognino darà quanto in suo potere e al tempo dovuto , tutti noi sicuramente raccoglieremo il frutto di queste nostre titaniche fatiche .

    ciao apresto.


    Si , comprendo perfettamente il senso di ciò che hai scritto e lo condivido ... devo quindi sviluppare questa consapevolezza di cui parli e devo dunque avere molto coraggio per poter analizzare ogni cosa senza essere contaminata da imperfezioni e difetti ... devo in sostanza imparare ad osservare la realtà per quello che è e decidere la strada da prendere ....
    Ma in questa realtà, quella di oggi, io mi sento a volte un pesce fuor d'acqua ... sarà questo il motivo per cui forse io non ancora "cresco" spiritualmente?!?!?!?

    Beh si, devo ammettere che quando mi hai nuovamente invitata in quest'altro forum, ho accolto con piacere ed entusiamo l'invito, perchè comunque sono sicurissima che questa strada in parte debba essermi indicata da qualcuno più "coraggioso" di me .. da qualcuno che può aiutarmi, da qualcuno che potrebbe farlo poichè l'ha già percorsa!!!!
    So solo che nella mia testa ci sono tanti perchè, ma sono consapevole sdi non essere in grado di rispondere da sola proprio a tutti i perchè che mi affolano la mente!!!!

    Dunque Salvo, sono io che ringrazio te, per questa nuova opportunità che mi dai, e perchè no, anche per questo cammino di confronto!!!

    Un sorriso dalla piccola Gio.

    una buona premssa è in grado di dare il giusto slancio ed entusiasmo secondo necessità , per il medio e lungo termine che ci aspetta .
    Inutile illudersi che sia semplice , sebbene tu mi meravigli sempre.

    La meta per tutti è conprendere . L'aspetto emotivo che spesso ci lascia perplessi è un pozzo senza fondo , ma conoscersi getta sprazzi di luce in questo universo arcano e può metterci in condizione di almeno non esserne totalmente e ciecamente succubi e accendere i motori della proria volontà copnsaèpevole , esattamente ciò che vuole Madre natura, questo è il viaggio verso la libertà , nell'incomscio confluiscono gli effetti di numerosi meccanismi cristallizzati , ecco la difficoltà di cambiare , ogni nostro accrescimento richede SFORZO , e lo sforzo forma l'individuo , come in una palestra .

    No Salvo, non mi illudo affatto che sia semplice, e ... come dire, mi sento pronta ad affrontare questo cammino ... ma devo trovare l'inizio della strada ...
    Meravigliarti?!?!? Perchè mai?!?!?!?
    Ma mi piace il paragone che hai fatto: ogni accrescimento richiede sforzo e lo sforzo forma l'individuo, proprio come in una palestra ....
    Rende l'idea, è perfettamente chiaro: uno sforzo per l'accrescimento della consapevolezza di noi, quindi del nostro spirito, della nostra anima, proprio come uno sforzo in palestra accresce il nostro fisico!!!!

    un sorriso immenso Salvo, dalla piccolissima Gio. Very Happy
    Giostella2
    Giostella2

    Messaggi : 116
    Data d'iscrizione : 18.12.10
    Età : 39
    Località : Abruzzo

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Giostella2 il Lun Gen 10 2011, 20:28

    marakella ha scritto:La strada Dio c'è la insegnata quale prendere , rispettando le leggi dei 10 Comandamenti , il bello è che noi non li rispettiamo . La strada si contorce , non andiamo dove vuole Dio , si fa le cose tutto l'inverso dei 10 comandamenti , certo che non troviamo la strada giusta

    Siamo esseri umani Kella, ed è ovvio che commettiamo diversi errori, chi davvero crede in Dio fa di tutto per rispettare i comandamenti che il Signore ci ha lasciato, ma come Egli dice: scagli la pietra chi è sensa peccato ... tutto ciò che scrivo, i dubbi che ho nella testa scaturiscono dalla consapevolezza di essere un esser umano e pertanto dalla consapevolezza di essere in errore ... ciò che ci rende grandi a mio avviso, non è tanto seguire alla lettera quei comandamenti, ma capire dove sbagliamo, capire il nostro peccatto e pentircene col cuore ... saper porre rimedio ...
    ecco Kella, la strada giusta non credo sia seguire alla lettera ciò che Dio ci ha detto di fare, Egli sa che spesso ci perdiamo, la strada giusta è quella di appoggiarci a Lui e di invocare il suo aiuto quando ci perdiamo ...
    marakella
    marakella

    Messaggi : 181
    Data d'iscrizione : 06.01.11

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da marakella il Lun Gen 10 2011, 20:33

    Hai scritto scagli la prima pietra , io non lo scagliata mai , mi trovo che ho fatto una vita d'inverno, e sto continuato a combatterla , nonostante prego sempre Dio , cosa ho fatto di male per meritarmi tutto questo !
    luomodelponte
    luomodelponte

    Messaggi : 420
    Data d'iscrizione : 17.12.10

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da luomodelponte il Mar Gen 11 2011, 00:03

    occhi_che_sorridono ha scritto:Anche io, piccola Gio, parlo, prego e sento il Padre vicino ogni istante della mia giornata, Lo sento mentre stendo i panni ad asciugare, mentre mi incanto ad ammirare un fiore, mentre sorrido ad uno sconosciuto triste o mentre prego inginocchiata in una chiesa vuota e silenziosa ma lo sente anche mentre partecipo alla messa domenicale o settimanale, lo sento nell'assemblea di fratelli che tutti insieme per un'oretta hanno messo da parte i loro impegni, la loro quotidianità, hanno vinto la pigrizia per riunirsi e pregare il Padre tutti assieme (dove due o più si riuniranno nel mio nome io sarà tra loro..o qualcosa di simile)..Io non so da dove nasca il tuo disagio e credo che ognuno abbia un suo personalissimo percorso da compiere che lo porti alla consapevolezza e non credo che essere o meno una brava cristiana dipenda unicamente dal partecipare alla messa..quante volte io stessa sono stata distratta da mille cose durante la funzione che nulla avevano a che fare con Dio, quante volte sono stata presente fisicamente ma magari la mia mente era altrove la gran parte del tempo...voglio dire io credo che conti molto il "come" facciamo le cose e il come decidiamo di vivere la nostra vita ogni giorno, sicuramente di più dell'adempiere a un precetto...Se io fossi in te, farei a Lui questa domanda, con fede assoluta e semplicità di cuore: "Signore qual'è la mia strada? perchè fatico a trovarla?"...ogni volta che l'ho fatto ho, in un modo o nell'altro, avuto le mie risposte...solo se onestamente facciamo questa domanda, dobbiamo anche essere pronti alla risposta che di sicuro non tarderà...voglio dire magari non è quello che il nostro Io vuole...
    Un sorriso ^_^
    Susi

    Devo se permetti cara amica esprimerti la mia piacevole sorpresa nel trovarti immersa in una atmosfera quasi anzi senza quasi , celestiale , complimenti credo che hai un cuore molto puro e un intento elevato , forse è un dono o forse una conquista , non saprei .
    Tra i cattolici mi pare di intravedere spesso una forma di freddezza ed apatia spirituale che a lungo andare porta alla famosa ipocrisia , cioè a vivere una spiritualità di facciata , mentre nell'intimo si è presi da valori materialistici e da bassi desideri e si adora a mammona.
    Il motivo di tale diffusa condizione risiede a parere mio nella teolgia e nella formamentesi che ne è derivata lungo i secoli .
    Purtroppo alcuni dogmi cattolici , nascono col preciso intento di garantire l'unità della chiesa in tempi storici in cui oltretutto la supremazia morale e politica della religione era affidata alla spada e si innestava in complicati giochi di governo e di potere , e così la cristianità è avanzata tra imbrogli , guerre stragi e persecuzioni , l'ignoranza e la superstizione hanno fatto il resto.
    Oggi la condizione culturale della gente è ben diversa e chi se ne frega se ne frega , ma chi è sensibile e coglie profondamente lo spirito dei tempi , di questa nuova primavera spirituale , gioco forza sente di dovere ampliare i propri orizzonti , e spingere il pensiero in avanti , cercando di svelare una visione ampia e globale , profonda e senza ombre.
    un caro saluto a te .
    Kame
    Kame

    Messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 56
    Località : Roma o quasi

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Kame il Mar Gen 11 2011, 00:32

    Una considerazione su quanto fino ad ora detto e giustamente.
    Secondo me l'appartenere ad un culto o ad un credo anziché ad un altro ciò non toglie l'appartenenza come diritto ad essere Figli di nostro Padre che come tale è e rimarrà a prescindere da quello che noi crediamo al momento, sempre tale.Certamente la spiritualità delle persone è trasversale ai credi e lo Spirito soffia ovunque (per fortuna) in ogni luogo.
    Chi è attento e partecipe svolge il suo ruolo ovunque anche all'interno di realtà che magari non sembrano così cristalline come dicono. Tutti siamo in movimento di perfezione e l'anelito arriva sempre in alto.
    occhi_che_sorridono
    occhi_che_sorridono

    Messaggi : 83
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 46
    Località : Prov di Milano

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da occhi_che_sorridono il Mer Gen 12 2011, 01:28

    PER KAME:
    Concordo pienamente con te Kame su quest'ultima affermazione ^_^

    PER L'UOMO DEL PONTE:
    Capisco cosa vuoi dire e perchè lo dici e la maggior parte dei tuoi post li condivido pur essendo cattolica solo credo che a generalizzare (dicendo i cattolici, i mussulmani, gli atei ecc.)si sbagli sempre..ognuno ha un suo percorso che lo ha portato a essere quello che è, a credere o meno e a vivere o almeno cercare di farlo in un determinato modo, voglio dire io sono solo una piccola donna piena di dubbi (ma non sull'amore di Dio per me) con mille difetti e limiti, poca cultura (spesso tu e kame e ziggy vi devo rileggere per capirvi) ma con la voglia di migliorare e di confrontarmi (anche con questo mezzo perchè no..grazie uomodelponte ^_^) con la voglia di vivere appieno, ogni istante, questo dono immenso che chiamiamo vita ...

    PER LA PICCOLA GIò:
    Sono davvero felice di averti conosciuta piccola Giò, hai l'età della mia adorata sorellina Eli e hai una freschezza e un entusiasmo che sono a dir poco contagiosi, hai saputo esprimere, come io non sarei mai riuscita, pensieri che condivido totalmente ma se anche fossi stata d'opinione opposta ne avrei comunque apprezzato l'immediatezza e la sincerità..un abbraccio

    Felice comunque di avere intrapreso questo, per me inusuale, cammino virtuale con voi...

    un sorriso ^_^
    Susi

    Kame
    Kame

    Messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 56
    Località : Roma o quasi

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Kame il Mer Gen 12 2011, 01:38

    Per Occhiallegri (scusa se ti ribattezzo Very Happy )
    Anche il tuo cuore mi da l'impressione che sia allegro e caldo e di questo calore c'è bisogno soprattutto all'interno delle religioni, non tutti si possono permettere il lusso o cmq possono fare un certo passo. Sarebbe anche un impoverimento, secondo me, che andrebbe a far crollare una certa spiritualità e allora l'esempio va dato soprattutto dall'interno, il bene contagia a maggior ragione se questo nostro bene è coperto di un Valore Universale che è l'Essenza stessa della nostra Fonte o Sorgente. Quindi ad ognuno la sua strada ma quando si prepara il banchetto tutto dovrebbero partecipare, anche qui c'è l'aria di banchetto e di festa dove tutto noi provenienti da ogni parte e aventi anche diversi credi possiamo e dobbiamo unificarci. Senza compromessi ma facendo perno su quello che abbiamo in comune. Progetto comune è lavorare insieme per es.
    occhi_che_sorridono
    occhi_che_sorridono

    Messaggi : 83
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 46
    Località : Prov di Milano

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da occhi_che_sorridono il Mer Gen 12 2011, 01:47

    Senza compromessi ma facendo perno su quello che abbiamo in comune. Progetto comune è lavorare insieme per es.

    ^_^ si mi piace !!!!
    Kame
    Kame

    Messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 19.12.10
    Età : 56
    Località : Roma o quasi

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Kame il Mer Gen 12 2011, 02:01

    occhi_che_sorridono ha scritto:Senza compromessi ma facendo perno su quello che abbiamo in comune. Progetto comune è lavorare insieme per es.

    ^_^ si mi piace !!!!

    di questo ne sono felice Very Happy
    e certamente intendevo anche praticamente, ora su due piedi non saprei, intanto per es. ci sono delle collaborazioni tra me e due utenti anche al di fuori del forum ed è molto positivo. La strada credo sia questa, poi si potrà certamente affinare ma come inizio è eccellente

    Contenuto sponsorizzato

    Re: QUAL'è LA MIA STRADA? PERCHè NON RIESCO A TROVARLA?

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mar Mar 26 2019, 15:25