NUOVA ERA.

Cari amici benvenuti ...

questo forum ,nasce come momento di confronto ,in uno spazio libero in cui ognuno possa esprimersi al meglio, secondo ciò che sente .
Nei forum in genere la figura del moderatore se da un lato evita eccessi e conflitti , dall'altra rischia di esautorare alcune modalità di relazione , nella loro più realistica anche se a volte cruda e rozza dinamica di interazione.

Con ciò non si vuole però giustificare scontro , violenza ed offesa ,ma solo evidenziare che nel confronto un certo grado di conflittualità pare sia quasi fisiologica ed inevitabile , e che imparare da se stessi , evitando di cadere in una spirale di reazioni di attacco e difesa è un'arte imprescindibile , come basilare presupposto di una concreta maturità personale.

Nella speranza che questo forum rimanga un'isola sperimentale , autogestita ed automoderata ,proponiamo alcune linee guida che magari potrebbero garantirne un certo successo, le potete approfondire qui :

http://nuovaera.forumattivo.it/t2-16-dicembre-2010-nasce-questo-nuovo-spazio-di-condivisione-premesse

Clicca sul tasto REGISTRARE per entrare nella comunity , è gradita una piccola presentazione , quindi apri tutti le discussioni che desideri nelle aree di tuo interesse e ...............grazie di esserci !!


NUOVA ERA.

Idee, visioni, emozioni, sentimenti e sentieri a confronto.


    a casa per una notte...

    Condividi
    avatar
    drittoinvena

    Messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 06.01.11
    Età : 41
    Località : menzel temime tunisia

    a casa per una notte...

    Messaggio Da drittoinvena il Gio Gen 06 2011, 12:01

    Niente camino ma almeno era asciutto e riparato
    Avevo scolato la bottiglia di rosso e mangiato avanzi di un ristorante poco lontano.
    Mi sentivo appagato,non avevo nulla da invidiarvi.
    Sembrava che in quella casa ci fossi cresciuto,sentivo di essere libero e vivo
    Un tuono mi svegliò di soprassalto
    Mi guardai attorno,
    nulla, la pioggia veniva giù incessante e prepotente
    aprii la persiana e vidi il cielo nero sorridermi
    qualcuno li su mi stava pensando
    Ammirai il giorno svegliarsi splendidamente, come sempre
    La pioggia diminuii e io tornai sui miei cartoni e ripresi il sonno
    Poco dopo un rumore secco mi riportò ancora nella stanza
    Guardai fuori pensando ad un altro tuono
    Ma il cielo si stava rasserenando
    Poi i passi sulle scale e le voci di uomini
    Capii e iniziai a fare i bagagli nei miei sacchetti di plastica
    Quattro carabinieri,mi salutarono con fare titubante mi chiesero cosa ci facessi li e sé conoscessi il padrone della casa
    Non risposi e mi limitai a sorridere
    Gli passai vicino e con un cenno della testa gli feci cenno di andare
    Mentre salivo in auto tra due divise posai lo sguardo sulla finestra della stanza in cui avevo dormito
    E tutte le belle emozioni provate mi si riaccesero dentro per poi tornare nel nulla delle speranze
    Mentre con la sirena accesa andavamo chissà dove!

      La data/ora di oggi è Mar Mar 26 2019, 15:14